Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Franco Mastroianni

Artigiano, nato martedì 2 dicembre 1958 a Valenza Po (AL) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Franco Mastroianni

La città della speranza

C'è una città nella città
dove i bimbi lottano per dover giocare

No... non è la lotta per il gioco
da doversi accaparrare
lottano contro un'ingiustizia che non possono capire
e noi grandi... ai loro perché
non troviamo spiegazione

Tra Cuore e Mente
raccoglie sentimenti ed emozioni
che potrai fare tue
immaginare vivere sentire ed apprezzare

oppure regalare.

La cosa che ha più importanza
è che acquistando questo libro
farai entrar più luce in ogni stanza
e aiutando la ricerca
tanti bimbi
potranno guardar da fuori

La città della speranza.
Franco Mastroianni
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Franco Mastroianni

    Voglio sentire il vento

    Oggi mi siedo... sto fermo
    non guardo l'orologio
    non guardo il tempo

    Oggi voglio sentire il vento

    Il vento mi prende mi gira
    mi accarezza
    stupendo quando entra in me
    e mi trasforma in brezza

    Il vento mi parla con le foglie
    con l'erba
    con i profumi della fioritura
    e con magico movimento
    fa danzare la pianura

    A volte mi fa un po paura
    chiudo la finestra
    ma lui entra dalla fessura

    È vero a volte il vento fa paura
    quando solleva il mare
    o le case va a scoperchiare
    quando spezza gli alberi
    e i poveri volatili non possono volare

    Ma io resto qui ad ascoltare il vento
    e sai perché?

    Perché lui tante volte... mi parla di te.
    Franco Mastroianni
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Franco Mastroianni

      Un caro buon natale

      Abeti finti parlano
      e si muovono al passaggio
      babbi natale elettrici
      ti dedicano un saggio
      più che natale mi sembra un viaggio

      Il canto di sirene ammaliatrici
      sorrisi ricamati dalle cucitrici
      fili lucenti fuoriescono da scatole di latta
      lunghe le barbe intermittenti bianco ovatta

      Le corse per non arrivare tardi
      la gente nei negozi
      il vuoto negli sguardi

      Angosce dentro ai suoni di infreddoliti zampognari
      unica cosa vera... la gioia di bambini ignari

      La gente ossessionata dal solito regalo
      che ogni anno si ripete
      le mani giunte verso il cielo
      per ricercare quiete

      Le luminarie accendono le strade del paese
      la piazza principale
      il vicolo la siepe
      le gare per il miglior presepe

      Natale con i tuoi e pasqua con chi vuoi
      è tanto che la sento questa storia
      per me fai come puoi

      C'è gente dolce... amara... forte come il pepe
      ma siamo tutti qui
      in questo gran presepe

      Chi nasce in una stalla
      chi segue la sua stella
      chi porta la sua croce
      chi canta perché ha voce

      Chi muore sul lavoro
      per colpa dell'orrendo uomo nero
      chi dice cose false
      chi piange per davvero

      E finiamola di dire
      che il vecchio uomo dalla barba bianca
      passa dal camino
      è un abominio
      come fanno i bimbi senza
      o quelli in condominio?

      Auguri... auguri soprattutto
      a chi lotta per non affogare
      un caro buon natale

      E che ci sia sempre amore... a dominar sul male.
      Franco Mastroianni
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Franco Mastroianni

        Portami con te

        Portami con te
        dentro ai tuoi sogni
        dove una cosa sola siamo noi
        e dove i pensieri miei son come i tuoi

        Portami con te
        teniamoci per mano
        giochiamo sulle nuvole
        scaldiamoci nel sole
        corriamo a piedi nudi nei giardini
        e guardiamo chi ci sta vicino
        con gli occhi dei bambini

        Tienimi con te
        dentro a questo sogno
        io di te ho bisogno

        E quando i nostri occhi si rincontreranno
        baciati dalle luci del mattino
        non mi lasciare solo

        Stammi vicino.
        Franco Mastroianni
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Franco Mastroianni

          Siamo soli

          Siamo soli in mezzo a questa indifferenza
          non pensiamo piu
          non sappiamo cosa è coscenza

          Forse questa vita è solo una prova
          ma c'è chi si prende per i capelli
          per una macchina nuova

          Guarda che bello questo vestito
          è nuovo
          quello di ieri l'ho già buttato
          ora compro quello per domani
          ma cosa ti resta nelle mani?

          Troppe sono le cose fatte senza pensare
          e i sentimenti?
          Non li sappiamo piu trovare

          Cominciano le mattine nella disperazione
          di corsa c'è la competizione

          Fermiamoci un momento
          voltiamo lo sguardo indietro
          c'è ancora gente che come tetto ha un canneto

          Ma a noi che cosa importa
          da quando abbiamo i soldi
          riempito ben la sporta
          seduti dentro casa abbiamo chiuso anche la porta

          Ora ti voglio chiedere una cosa
          perché se non stai bene
          e accusi un forte dolore
          subito unisci le tue mani verso il cielo

          In cerca di un signore?
          Franco Mastroianni
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Franco Mastroianni

            Senza far rumore

            E mi ritrovo qui
            a giocar con i pensieri
            quelli di oggi di domani
            e un po di ieri

            Non si fermano mai
            vanno avanti e indietro senza meta
            non li fermo nemmeno
            posandoci una pietra

            Si rincorrono toccando della mente mia ogni lato
            girando
            ora son qua e subito han cambiato

            Si diverono nella testa i pensieri
            e le cose che ora sto scrivendo
            non so piu se le avevo già pensate ieri

            E io che credevo d'aver tutto preparato
            invece no
            erano loro che avevano giocato

            Silenzio... sembra si siano fermati un momento
            non ho piu confusione in testa
            e son contento

            Ora con calma
            senza far rumore
            mi avvio per quella strada
            che scende e porta vicino al cuore

            Così appena i miei pensieri
            si risvegliano
            sentendo il suo calore
            penseranno solo a te

            Mio dolce amore.
            Franco Mastroianni
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Franco Mastroianni

              Che continuo movimento

              Che caos
              che continuo movimento
              attorno a questa grande tavola

              Gente che si alza e se ne va
              lasciando un vuoto
              a chi gli era seduto lì vicino
              altri prendono posto
              e continuano il cammino

              E poi di nuovo via
              un altro cambio
              intreccio di destino
              un vecchio che si alza
              lasciando il posto
              ad un bambino

              Che continuo movimento
              attorno a questa viva tavola
              raggi di luce chiari di luna
              amori e tormento

              Che continuo movimento
              attorno a questa dolce tavola
              chi vive a stento
              chi come in una favola

              Che continuo movimento
              attorno a questa strana tavola
              chi se ne va con un lamento
              chi arriva con un gemito... contento

              Che continuo movimento
              attorno a questa emozionante tavola
              cuori che si rincorrono
              in ogni direzione
              e unendosi danno vita all'emozione

              Che continuo movimento
              attorno questa immensa tavola... del tempo.
              Franco Mastroianni
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Franco Mastroianni

                Ti voglio ricordare

                Ti voglio ricordare
                caro zio in queste poche righe
                ti voglio ricordare
                come il caldo sole di giugno
                che accarezza il grano
                maturandone le spighe

                Conserverò con gelosia
                i mai rifiutati tuoi consigli
                dati con la sincerità di un padre
                che ama i suoi nipoti come figli

                Sprazzi di luce
                illuminano i miei ricordi di ingenuo ragazzino

                Tu seduto dietro al banchetto d'umile artista ciabattino
                figura d'uomo forte
                che sapeva esser bambino

                Ti sei staccato lottando a denti stretti
                lottando contro un male
                che di vivere può togliere la voglia

                Da questa pianta della vita
                hai aspettato il vento giusto
                per staccarti come foglia

                Lasciandoti portare in alto
                verso il cielo
                lasciando a noi il tuo ricordo
                d'onesto uomo vero

                Ciao caro zio... sarai sempre con me
                nel mio pensiero.

                Ciao Nicola.
                Franco Mastroianni
                Vota la poesia: Commenta