Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Franco Mastroianni

Artigiano, nato martedì 2 dicembre 1958 a Valenza Po (AL) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Franco Mastroianni
Saltimbanchi e giocolieri
sanno far volare in alto il più pesante dei pensieri

la destrezza nelle mani ha il sapore di magia
mentre il tempo torna indietro... e quasi porta via

saltimbanchi e giocolieri
forse quei pochi mestieri ovattati di misteri
nelle musiche le danze di colori... quelli veri.

Poi la folla si dirada lasciando lì... i pensieri.
Franco Mastroianni
Composta venerdì 20 gennaio 2012
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Franco Mastroianni

    Ottuso tempo

    Non lascerò che questo tempo costringa il mio pensare... il mio modo d'amare
    sono un uomo innamorato di una donna affascinante
    come un fior che a respirarlo... fa ubriacare

    mi ciberò di sogni di fiabe e di natura
    ascolterò il mio cuore... senza ragione... non c'è paura

    non lascerò che questi giorni vuoti scalfiscano il mio dire
    continuerò a scrivere d'amore
    in questi e in altri mondi... ancora da scoprire.

    Non lascerò che questo ottuso tempo... intralci il mio volare.
    Franco Mastroianni
    Composta giovedì 19 gennaio 2012
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Franco Mastroianni

      I salti del ranocchio

      Carezze naturali nelle alate sfumature di passaggio
      le briciole d'amore rimaste sui guanciali
      mentre passi senza fretta
      sollevano la danza della polvere celata lungo i viali

      immagini intraviste con la coda dell'occhio
      tra i dolci suoni a martelletto del colorato picchio
      giocose le carezze
      nel vento che si mette a far da corda ai salti del ranocchio

      mela marina attende il morso del peccato originale
      assoluzioni stanche non trovano più spazi
      per mettersi in ginocchio e debellare il male

      carezze naturali nel fiume che sa trasportar gli sguardi
      tra vortici di immagini dove la mente... si lascia andare... e perde

      le silenziose musiche che avvolgono la piana
      le danze rumorose dei sassi e della terra
      che orchestrano la frana

      carezze naturali vestite di momenti da apprezzare
      carezze naturali... che non stiamo più ad ascoltare.
      Franco Mastroianni
      Composta mercoledì 18 gennaio 2012
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Franco Mastroianni
        Sei un crescendo di passione
        la miscela più esplosiva che stravolge ogni ragione

        sei quel forte desiderio che mi fa volare in alto
        fino a perdermi del tutto nell'intenso del cobalto

        sei germoglio di curiosità infinita lo sbocciare in ogni giorno in nuova vita

        sei un crescendo di passione

        ed io vibro... solo a pronunciar di te... il nome.
        Franco Mastroianni
        Composta sabato 14 gennaio 2012
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Franco Mastroianni

          Frastuono innaturale

          Un mare di tristezza in qual si voglia senso
          mi sento così triste... che non penso
          allora resto chiuso in scatola ovattata
          lontano dal frastuono innaturale
          che intossica il mio vivere celandosi col nome di giornata

          i nodi delle scarpe non cercano l'intreccio
          e giovani pensieri alati restano intrappolati tra le maglie

          mentre come ghiacciaio che si scioglie
          scendono a valle... le mie perdute voglie.
          Franco Mastroianni
          Composta domenica 15 gennaio 2012
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Franco Mastroianni

            Quelle camice nere

            È come se volesse esplodermi la testa
            satura ormai di false gesta
            tra le promesse avute e quello che ne resta
            annodar le dignità di tante... troppe genti
            gestendo una nazione da veri incompetenti
            non parlo di chi è lì... o chi ha lasciato il posto
            chiunque sia conosce bene la parola... disonesto
            propenso solo ad ingrassar se stesso
            lasciando poi che il resto affondi e si disperda
            seguito da piccoli sciami di mosconi
            che vivono e si nutrono di tutta questa merda.

            Io voglio denunciare questa gente
            che sputa in faccia a chi ha sacrificato la sua vita per rendere la stessa... più decente, lottando contro le ingiustizie che ormai sono tornate libere
            quelle camice nere sono ancora qui... non è cambiato niente.

            Si sono propagate nel silenzio
            crescendo a dismisura ma... poco a poco
            come una piccola fiammella
            che si sviluppa fino a divenire un grande fuoco
            bruciando e divorando quel che trova nel cammino lasciando dietro sé... tabula rasa

            ma in fondo poi cosa ci vuole... sacrificati un po' dai tutto a noi vedrai che sotto i ponti si sta bene
            non ti senti soffocare tra le mura di casa?
            Franco Mastroianni
            Composta domenica 15 gennaio 2012
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Franco Mastroianni
              Una favola soltanto senza maghi e senza streghe
              senza mele senza fusi come spine senza principi e regine
              senza il vissero felici per poter trovare il fine.

              Una favola soltanto fatta di fatiche e affanni
              mentre il tempo ti rincorre per non farti scordar gli anni
              gioie sì... soddisfazioni
              senza perdere il momento
              ali grandi nella mente nel voler solcare il vento
              poi sconfitte... delusioni.

              Una favola una favola soltanto
              dove ognuno si racconta ma nessuno più lo ascolta
              senza avere più orizzonti
              solo un dire... ti ricordi quella volta.

              Una favola soltanto lastricata di confini.

              Il resto lo conoscevamo già... fin da bambini.
              Franco Mastroianni
              Composta sabato 14 gennaio 2012
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Franco Mastroianni

                Le vecchie zincature

                Ho bevuto molte volte la mia immagine danzante
                tra i riflessi che lambivano le vecchie zincature e la ruggine pendente

                ho i sapori ancora in bocca e ricordo con dolcezza
                la curiosità infinita quando con non poco sforzo con la corda tra le mani
                si mostrava a me quel secchio colmo dell'acqua del pozzo

                ho bevuto molte volte la mia immagine danzante
                e il ricordo è ancora qui... che si libra nella mente

                il sapore di un'immagine danzante.
                Franco Mastroianni
                Composta mercoledì 11 gennaio 2012
                Vota la poesia: Commenta
                  Scritta da: Franco Mastroianni
                  Accatasto giorni vuoti messi lì a formar pareti
                  altri appesi come tende quasi appiccicati ai vetri
                  giro dentro a questi giorni queste stanze... senza ritrovare i gusti le fragranze

                  accatasto giorni vuoti quelli senza il tuo profumo
                  le sinuosità del corpo la bellezza la tua pelle... così morbida al contatto.

                  Accatasto giorni vuoti... prima o poi... darò di matto.
                  Franco Mastroianni
                  Composta venerdì 30 dicembre 2011
                  Vota la poesia: Commenta