Le migliori poesie di Franco Mastroianni

Artigiano, nato martedì 2 dicembre 1958 a Valenza Po (AL) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Franco Mastroianni

Senza far rumore

E mi ritrovo qui
a giocar con i pensieri
quelli di oggi di domani
e un po di ieri

Non si fermano mai
vanno avanti e indietro senza meta
non li fermo nemmeno
posandoci una pietra

Si rincorrono toccando della mente mia ogni lato
girando
ora son qua e subito han cambiato

Si diverono nella testa i pensieri
e le cose che ora sto scrivendo
non so piu se le avevo già pensate ieri

E io che credevo d'aver tutto preparato
invece no
erano loro che avevano giocato

Silenzio... sembra si siano fermati un momento
non ho piu confusione in testa
e son contento

Ora con calma
senza far rumore
mi avvio per quella strada
che scende e porta vicino al cuore

Così appena i miei pensieri
si risvegliano
sentendo il suo calore
penseranno solo a te

Mio dolce amore.
Franco Mastroianni
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Franco Mastroianni

    Il Gusto Amaro

    Ormai è tardi
    inutile cercar
    di ritrovar gli sguardi

    Inutile cercar di ricucire
    questo vestito
    già stretto
    prima di vestire

    Inutile cercare le parole
    adesso non c'è piu niente da dire
    ogni inizio a un suo finire

    Si cala il sipario finisce la festa
    un po di vuoto c'è
    nel cuore e nella testa

    Succede tante volte
    non è raro
    d'assaporare un cuore e sentirne
    il gusto amaro.
    Franco Mastroianni
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Franco Mastroianni
      Le foglie si lasciano cullar dal vento che oggi si
      comporta in modo strano,
      si calma si avvicina e mi sussurra piano,
      lasciati andare vieni con me dammi la mano,
      ti voglio far vader da dove vengo, voglio spiegarti
      perché a volte la mia forza non trattengo.
      Nel mio girovagare per il mondo quà e là, son molto preoccupato, da quello che io vedo, state facendo a pezzi la vostra umanità, vi devo dare merito perché
      sapete correre forte, più di mè.
      Io bene o male soffio seguendo le mie mappe,
      ma voi non avete più mete e non fate tappe,
      il mondo è così bello così vario, e voi?
      Riuscite a farlo andare all'incontrario,
      sono sicuro che sballerete anche il fuso orario.
      Mi accorgo sempre più del vostro modo ipocrita
      di compiere le azioni,
      e questo spiega la vostra bravura nel generare confusioni,
      per colpa vostra faccio fatica a ritrovar le otri di vento, per colorare le stagioni.
      Ora ti lascio, ti devo salutare ti rimetto a terra, madre natura chiama, mi ha chiesto di provare a spazzar via la guerra.
      Ma prima di lasciarti in questa splendida mattina,
      vi prego unitevi e fate in modo di riprendere
      quello che avevate prima.
      Da parte mia ti dico che soffierò dentro le vostre menti finché ne sarò capace,
      parole che parlano d'amore, unione e pace,
      continuerò a soffiare vento cadldo ai vostri cuori,
      facendovi sbocciare nuovi amori.
      E ancor più forte soffierò per liberarvi dai vostri
      scompigli,
      ma voi mettetecela tutta, pensate ad un mondo più pulito.
      Pensate ai vostri figli.
      Franco Mastroianni
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Franco Mastroianni

        I pensieri non usati

        Dove vanno a finire tutti i pensieri non usati?

        Pensieri che forse per paura
        per non sembrar diversi
        o essere sinceri abbiamo soffocati?

        Restano insieme a noi per poco tempo
        credo malvolentieri
        e se li ricerchiamo
        è già ieri

        Tornano indietro a volte come le sbagliate lettere
        tornano solo per farci riflettere

        Forse qualquno con pazienza attende il nascere
        di una nuova giornata
        ma stanchi d'aspettare trovano da soli
        la via d'uscita

        Si perdono nel cielo piano piano
        come la corda del palloncino
        che da bambini
        ci è sfuggita dalla mano.
        Franco Mastroianni
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di