Le migliori poesie di Franco Mastroianni

Artigiano, nato martedì 2 dicembre 1958 a Valenza Po (AL) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Franco Mastroianni

Mi fermo

Mi arrampico a fatica
e la poca forza fisica rimasta... celata nel sudore mio
si spande
mentre mi aggrappo agli spuntoni dei perché
in mezzo alle montagne di parole
tra gli spaccati... che nascondono domande

più salgo verso l'alto più si fa duro il gelo
lui... attanaglia di sorpresa i miei pensieri
li attorciglia come corde... poi ringhia... morde

le fragili e sottili estremità del corpo accusano il dolore
ma... farò qualsiasi cosa
per impedire al gelo di trovar dimora dentro al cuore

franano sotto i piedi
i cambi repentini miei d'umore
e rotolano a valle senza far rumore

mi fermo... aspetto non ho nessuna fretta
no ho mai dato retta
allo scandire... di metallica lancetta.
Franco Mastroianni
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Franco Mastroianni

    Un giocoso temporale

    Le immagini che danzano riflesse
    nell'acqua dello stagno
    nel fiume... nel torrente
    nel mare... sia pur se non è a specchio
    nella profondità del pozzo
    nell'acqua dentro al secchio
    nelle pozzanghere lasciate
    da un giocoso temporale
    nel vento che fa ondeggiar gli sbocchi
    dove il fiume cerca... d'addolcire il sale
    continuano a danzare i nostri volti
    i nostri corpi
    non ci guardiamo mai dentro
    e... ci lasciamo andare.
    Franco Mastroianni
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Franco Mastroianni

      Siamo soli

      Siamo soli in mezzo a questa indifferenza
      non pensiamo piu
      non sappiamo cosa è coscenza

      Forse questa vita è solo una prova
      ma c'è chi si prende per i capelli
      per una macchina nuova

      Guarda che bello questo vestito
      è nuovo
      quello di ieri l'ho già buttato
      ora compro quello per domani
      ma cosa ti resta nelle mani?

      Troppe sono le cose fatte senza pensare
      e i sentimenti?
      Non li sappiamo piu trovare

      Cominciano le mattine nella disperazione
      di corsa c'è la competizione

      Fermiamoci un momento
      voltiamo lo sguardo indietro
      c'è ancora gente che come tetto ha un canneto

      Ma a noi che cosa importa
      da quando abbiamo i soldi
      riempito ben la sporta
      seduti dentro casa abbiamo chiuso anche la porta

      Ora ti voglio chiedere una cosa
      perché se non stai bene
      e accusi un forte dolore
      subito unisci le tue mani verso il cielo

      In cerca di un signore?
      Franco Mastroianni
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di