Poesie di Fanny Pala

Nato sabato 14 febbraio 1981 (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: fa
Parlerei di noi al mondo intero
se sapesse consigliarmi,
se sapesse parlare al mio cuore,
se sapesse scrivere la strada da percorrere senza aver paura che sia sbagliata.
Parlerei di noi al mondo intero
se sapessi che lui da umile confidente non potrebbe mai mettere all'asta i miei desideri ma,
al contrario... saprebbe custodirli nel posto più sicuro.
Fanny Pala
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: fa
    Anche se il tempo è passato
    e il destino ci ha voluto lontane,
    io non dimentico chi è cresciuta al mio fianco,
    chi giocava con me in riva al mare...
    chi mi raccontava, chi mi ascoltava,
    chi mi consigliava, chi rideva spensierata e sorrideva alla vita illuminandola...
    colei sei tu,
    amica mia,
    lontana,
    ma vicina nel cuore e nei ricordi che mai avranno fine.
    Ti voglio bene!
    Fanny Pala
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: fa
      Passerei una vita
      a farmi desiderare da te,
      come una musa ispirerei i tuoi versi,
      li canterei per te,
      li loderei per te.
      Fermerei il mio mondo se solo
      avessi la ferma e certa convinzione che tra noi
      sarebbe solo amore...
      amore eterno...
      quello che non chiede ne domanda,
      quello autentico e duraturo,
      che si crede ogni volta di aver trovato,
      ma si cade in una stupida illusione.
      Fanny Pala
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: fa
        Non ce ne accorgiamo,
        ma la nostra vita è condizionata dalle protesi.
        Qualcuno le inserisce sotto la voce tecnologia.
        Il portatile per il lavoro,
        l'ipod per la palestra, il cellulare per lavorare,
        facebook per le relazioni sociali, messenger per quelle parallele,
        l'antifurto satellitare per l'automobile, il microonde per la cena,
        il climatizzatore per la notte, il blackberry per organizzarci la giornata...
        vivere senza la tecnologia è un'assurdità, facendone
        a meno saremmo inevitabilmente tagliati fuori dal resto del mondo.
        L'imperativo che regola le nostre vite è sapere tutto degli altri e niente di noi stessi.
        È un mondo che va alla rovescia e...
        allora proviamo a raddrizzarlo!
        Fanny Pala
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di