Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Elisa Grilli

Educatrice, nato martedì 29 luglio 1975 a Cesena (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

DOPO

Dopo cambierà tutto.
Lo sai.
Lo sai che farà male,
lo sai che soffrirai.
Fingerai che sia diverso,
che non t'importi
che tutto scivoli via
senza lasciare traccia,
senza fare rumore.
Nessuno sa
delle tempeste
che dentro te
imperversano.
Nessuno sa
cosa nasconde
la finta indifferenza.
Ti coprirai
ancora una volta
col silenzio del disincanto.
Nessuno sa
quanto rumore fa
un cuore
quando si spezza.
Elisa Grilli
Vota la poesia: Commenta

    Zitta

    Zitta, devo stare zitta.
    Devo essere dolce, carina
    e devo stare al mio posto.
    Ma qual è il mio posto?
    Chi ha stabilito i luoghi
    dove posso stare,
    i momenti in cui posso parlare,
    le parole che mi è concesso dire?
    Chi ha stabilito gli assurdi divieti
    che mi vengono imposti?
    Io voglio essere libera,
    libera di arrabbiarmi,
    di urlare a squarciagola
    di ridere sguaiatamente,
    di piangere quando mi va.
    E che tutti mi additino,
    sparlino e mi accusino
    di essere pazza.
    Quella che voi chiamate follia
    io la chiamo semplicemente vita.
    Elisa Grilli
    Vota la poesia: Commenta

      Il mio nome

      Mi giro confusa.
      Sono sempre incredula
      quando qualcuno ricorda
      il mio nome fra tanti.
      Nella folla,
      in mezzo alla gente
      tutti mi sembrano
      più appariscenti,
      più simpatici,
      più carismatici di me.
      Ripeti il mio nome.
      Ed io che da sempre
      mi nascondo e mi confondo
      negli angoli bui
      di tutti gli invisibili del mondo,
      accenno un timido sorriso.
      Che stupida sono...
      Vorrei dirti grazie
      perché ti sei accorto
      della mia presenza.
      Perché non sono più
      una ragazza tra tante
      o una persona qualunque.
      Vorrei dirti grazie
      perché in un mondo
      in cui ci dimentichiamo
      di tutto e tutti,
      tu... ti sei ricordato di me.
      Elisa Grilli
      Vota la poesia: Commenta
        Ora basta, sono stanca.
        Ripongo la mia penna
        e i miei buoni sentimenti
        nel cassetto
        delle aspettative infrante.
        Non scriverò mai più
        parole d'amore per te.
        Nessuna poesia,
        nessuna dolcezza,
        nessuna malinconia.
        Non esistono più ragioni,
        ne scuse o giustificazioni,
        per le tue inutili parole vuote.
        Voglio gettare via ogni frase,
        ogni rima appassionata,
        ogni singolo verso d'amore
        a te dedicato,
        nel cestino della carta straccia.
        Proprio come hai fatto tu
        senza nessun rimpianto
        con il mio stupido cuore infranto.
        Elisa Grilli
        Vota la poesia: Commenta

          Rallento

          Rallento, rallento.
          Ho corso tanto, troppo.
          Per raggiungerti anche un solo attimo
          e poterti toccare, parlare, guardare.
          Sai che c'è?
          Rallento, rallento un po'.
          Dopo tutto sto correre,
          sono stanca.
          Tanto lo so,
          dentro di me lo so.
          Tu non desideri davvero
          essere raggiunto.
          Rallento, rallento.
          Quasi quasi mi fermo.
          Mi siedo un attimo
          su questa panchina
          a gustarmi il tramonto.
          Non me n'ero accorta...
          Anche da sola,
          la vista è mozzafiato.
          Elisa Grilli
          Vota la poesia: Commenta
            E chissà se a volte
            ti ritornano in mente
            quei momenti insieme,
            quei piccoli dettagli
            su cui ancora io mi soffermo,
            malinconica, in queste sere d'estate.
            Chissà se ripensi a quei baci rubati,
            ognuno a trattenere l'altro.
            Sempre più vicini, io e te,
            fino a sentirci dentro.
            Chissà se in questo abisso
            che ci separa adesso
            potrà mai comparire un ponte.
            Per ritrovare quell'estasi solo sfiorata,
            quella felicità appena trovata
            e subito persa.
            Elisa Grilli
            Vota la poesia: Commenta
              E nonostante il tempo,
              se chiudo gli occhi
              la sento ancora.
              Quella carezza, quella mano
              che stringe il mio viso.
              Le tue dita sulle labbra
              a cercar la mia bocca
              ed io che le attendo impaziente,
              le bacio, le mordo
              e vorrei trattenerle;
              vorrei trattenerti.
              Ora che non ci sei,
              ora che sei lontano
              e resta soltanto il ricordo,
              il solco lasciato da una carezza,
              a colmare il vuoto
              della tua assenza.
              Elisa Grilli
              Vota la poesia: Commenta
                Ripetimelo, ripetimelo ancora,
                mentre veneri il mio corpo
                con passione e tenerezza.
                Ripetile, quelle parole così soavi,
                così giuste, così perfette.
                Solo tu stai veramente
                facendo l'amore con me.
                Sei presente dentro il mio corpo
                ma ti sento ovunque.
                Nella mente e nel mio cuore.
                Non è forse questa completa fusione,
                questa totale comunione,
                l'unica vera bellezza di un atto
                divenuto ormai superficiale,
                specchio di una società alla ricerca
                esclusiva ed effimera del piacere?
                No, non ci sto.
                Io cerco ancora le profondità.
                Scavo e riscavo a mani nude
                finché non provo dolore
                fino a farmi male,
                col rischio di non trovare nulla.
                Ed ora il dolore non lo avverto più.
                Ho trovato qualcosa di prezioso.
                Ho trovato te.
                Elisa Grilli
                Vota la poesia: Commenta
                  Voglio rinascere oggi con nuove ali,
                  con nuovi desideri,
                  con nuovo amore per me stessa.
                  Troppo tempo sprecato
                  ad inseguir chimere,
                  illusioni, parole vuote,
                  ingigantendo persone
                  infinitamente piccole.
                  Troppi sogni affidati a mani
                  che non han saputo stringere.
                  Rinasco oggi allontanando
                  chi mi ha solo destabilizzato,
                  chi è stato veleno per la mia anima,
                  per il mio benessere, per la mia vita.
                  Rinasco oggi con una carezza,
                  quella che ho atteso per anni,
                  senza mai rendermi conto,
                  che la mano da cui sarebbe arrivata,
                  ce l'ho sempre avuta io.
                  Elisa Grilli
                  Vota la poesia: Commenta
                    Questo tuo cuore
                    ingombrante,
                    continua a far paura.
                    Si spaventano, fuggono.
                    Non sono in grado
                    e non hanno voglia
                    di sostenerne il peso.
                    Ricercano leggerezza.
                    La leggerezza
                    di un corpo vuoto
                    di cui possano disfarsi
                    facilmente,
                    una volta usato.
                    Spesso hai creduto
                    fosse una maledizione,
                    ti sei sentita morire,
                    senza capire
                    che questo è un dono.
                    Non sprecarlo più.
                    Tientelo stretto.
                    È preferibile
                    camminare soli,
                    portandosi appresso
                    un cuore pesante
                    all'inutile compagnia
                    di chi non ne ha affatto.
                    Elisa Grilli
                    Vota la poesia: Commenta