Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: geggio

Inverno spento

Sensazione di vuoto completo
mi divora
ansia stress tremori
mi lacerano dentro

cerco di sorridere ad un enigma
senza soluzioni

ti immagino qui con me persa nel mio io

che pauroso vuoto
il silenzio non mi emoziona più

il disegno ansioso
il bere traditore

mi muovo strisciando nel buio
non vedo nessuna luce se non quella della sigaretta accesa

spero di non spegnermi così in fretta
voglio riscaldarmi ancora
questo freddo buio

mi ha congelato i pensieri
solo
ibernato
nella mia testa.
Diego Banterle
Composta lunedì 4 gennaio 2016
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: geggio

    Ululando alla solitudine

    Mi sento solo
    per la prima volta della mia vita
    ho paura della solitudine

    l'ho sempre cercata, ammirata, amata
    ed ora mi spaventa

    in queste quattro mura silenziose
    il pensiero mi sta divorando

    piango per il mio passato o piango per paura del mio futuro

    le giornate scorrono tutte uguali infelici senza stimoli

    oggi è già domani

    tutto mi tormenta

    non capisco se non sono riuscito
    o se non ci ho provato

    brutto quesito

    ho lasciato, perso tutto quello che amavo

    il disegno, l'amore, il sorriso

    non so di cosa ho davvero bisogno
    forse solo del tempo
    chissà

    sto andando avanti per inerzia

    avevo tutto
    ho scommesso
    ho perso
    sono a terra

    non so se ho voglia di parlare o
    di urlare

    non sono mai riuscito ad amarmi
    mi sento solo
    in questo quattro mura
    non c'è nessuno
    neanche il rumore di una stupida zanzara.
    Diego Banterle
    Composta lunedì 24 agosto 2015
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: geggio

      Tira...

      Una chinamartini per piacere
      l'ultimo
      e poi svanisco
      l'ultimo
      e poi vado
      l'ultimo e poi mi avvio.
      Tira, butta e molla
      questa serata è andata.
      No, non bevo
      ho la colite
      mi sta fottendo la vita
      basta. L'ultimo
      eppure
      sono le cinque del mattino.
      Noi a raccontare
      noi a ridere e scherzare
      noi, noi e nulla più.
      Un bancone si appoggia a me,
      un pensiero mi assale,
      io non riesco
      non ti so dimenticare.
      Penso di essere perso in questo
      io a pensare
      la vita è dura, la vita scivola
      la vita vola
      ma tira, botta e molla
      io da solo
      io perso
      io svanisco.
      Diego Banterle
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: geggio

        Vivendo

        Sperare negli altri
        è come sperare nella pace eterna

        si è nati grazie al merito di due fuori di giri
        si muore soli come è giusto che sia

        si spera in questa vita bastarda
        alla ricerca di un sorriso
        la ricerca di uno stato d'animo
        duro da mantenere

        giorno dopo giorno

        sperpero,
        dovendo

        mai per il mio io
        ma sempre per altri

        non so controllarmi
        non so dare un valore

        so solo essere in debito con altre persone

        sto faticando per dei pezzi di carta
        sto vivendo per monotonia

        sono aggrappato al nulla
        in cerca della vita

        non ho niente.
        Non ho assolutamente niente

        sono semplicemente uno stupido punto

        credo sbaglio annego

        l'alcool mi sta affogando.
        Diego Banterle
        Composta martedì 28 aprile 2015
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: geggio

          Abbraccio mortale

          Sono qui
          solo attendo il tuo dolce caldo abbraccio
          sono qui solo
          sono qui a pensare
          questa bastarda vita mi sta ogni giorno di più sgretolando
          faccio, provo, credo, spero
          ma ogni giorno che passa perdo.
          Ti sto aspettando.
          In questa vita grigia
          ho freddo.
          Sto vivendo sempre nella solita stagione
          vienimi a prendere
          vienimi a riscaldare
          con un strappo
          portami via da tutto
          portami al caldo con te
          non voglio più pensare
          portami via
          abbracciami
          e portami al caldo con te
          solo tu
          solo tu mi darai calore
          il calore che sto cercando da ventisette anni
          vieni e portami via con te
          stringimi a te
          riscaldami
          come nessuno è mai riuscito a fare.
          Diego Banterle
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: geggio

            Sono già morto

            Sono alla ricerca...
            vuoto
            pensiero costante nella mente.

            Sul letto al buio
            guardando il soffitto
            sensazioni spaventose si uniscono.

            I miei occhi si bagnano.

            Quando i momenti passati
            ti obbligano a farli diventare dei ricordi
            quando la bottiglia non aiuta
            il lavoro non confonde
            il disegno non viene
            e il tempo non passa mai.

            Un pallino nella testa
            crampi allo stomaco
            voglia di urlare

            sono alla ricerca...

            per dimenticare una vita
            bisognerebbe vivere due volte.

            Stupido surrealismo inesistente
            sorriso capovolto.

            Le mani scivolano sotto le lenzuola
            scavando tra esse
            sono alla ricerca.

            Non lo trovo
            l'ho perso
            ho perso.

            Non trovo più il tuo cuore.
            Diego Banterle
            Composta mercoledì 4 marzo 2015
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: geggio

              Solo a pensare

              Ho perso tante cose futili nella mia vita
              ho perso amici, ho perso soldi,
              ho perso anni,
              non tornerei mai indietro per queste cose
              ho superato tutto
              con un ghigno,
              testa alta e avanti con il sole che mi baciava la pelle

              ho perso tante cose stupide nella mia vita
              senza rimpianti
              camminavo per la mia via

              ho perso tante cose...
              una cosa sola, molto importante,
              mi ha fatto chiudere lo stomaco,
              congelando e spegnendo la mia felicità nell'ombra più totale

              ho perso una cosa sola importante nella mia vita
              il tuo sguardo, occhi grandi e marroni, dolci e furbi allo stesso tempo

              ho perso una cosa soltanto nella mia vita
              il tuo sorriso, con quella tua bocca piccola e fine

              ho perso una cosa soltanto nella mia vita
              il tuo naso all'insù che non ti è mai piaciuto tanto ma io
              non avrei smesso un secondo di baciarlo

              ho perso una cosa soltanto nella mia vita
              abbracciare il tuo corpo e sentirne il profumo

              ho perso una cosa soltanto nella mia vita
              il tuo modo di amare e starmi a fianco

              ho perso una cosa soltanto nella mia vita
              una donna speciale che mi regalava emozioni surreali
              per la prima volta nella mia vita fino a qui
              posso affermare di aver perso
              immobile e confuso
              solo a pensare.
              Diego Banterle
              Composta giovedì 13 novembre 2014
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: geggio

                Fotti ciò che vivi

                Volo come pochi
                penso come tanti

                unico sono unico
                viaggio ogni giorno con la mia mente
                vivo costantemente con i miei pensieri

                bevo perché adoro bere

                non vi giudico

                non importa mi piace lasciare andare
                ognuno è libero di pensare
                giusto o no
                vivo giorno per giorno

                la depressione sale
                ma riesco a gestirla
                non mi sono ancora ucciso quindi...

                assaggio e provo tutto ciò che mi capita
                non esagerare assaggia tutto lentamente

                giudicando il nulla
                la vita si ripete.
                Diego Banterle
                Vota la poesia: Commenta