Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Daniela Bonomi

Consulente ambito odontoiatrico, marketing e comu., nato martedì 23 giugno 1964 a Brescia (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: DANA

Il quadro perfetto

Soffia vento
a increspare emozioni
a formare l'onda che è averti vicino
bagnarmi di te e baci ricadono
come flutti che han toccato il cielo

Soffia vento
a sospingere i sorrisi
giocate parole a esplorare chi siamo
occhi negli occhi che d'amore in silenzio
di libri di autori parlare e riderci poi

Solo i dadi del tempo diranno semmai

Poi vento non c'è
il mare è placato
ricordo dell'onda sul labbro ferito
ti prendo per mano, immergiamoci dai
ti porto a vedere quel quadro perfetto

dipinto lo sai sotto l'onda che sarà.
Daniela Bonomi
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: DANA

    La gioia è cosa buffa

    Son le cose dei giorni semplici
    quelle vere a fare vita
    sono gli arrivi esultanti
    le partenze senza addii
    son pensieri vivi e freschi
    a far rider come matti
    son le idee dei bambini
    e le smorfie e i sorrisini
    a riprendere noi grandi
    cercando il tono più severo
    crescon quasi in un baleno
    poi ridiamo tutti quanti
    scopriranno forse un giorno
    che la gioia è cosa buffa
    prende il cuore inaspettata
    dell'età non san che fare
    mai spiegare
    non si deve
    il mistero della vita
    è sorpresa da gustare.
    Daniela Bonomi
    Composta domenica 12 luglio 2009
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: DANA

      Mangiando un toast in pasticceria

      Mangio un toast e scrivo
      Tra profumi di Brioches e pasticcini
      come ordinati soldatini
      schierati al fronte
      colorate fazioni
      di marmellate e creme
      cannoli non cannoni
      ma esplose fragranze
      il sale nella bocca
      il dolce dell'olfatto
      ingannato
      il gusto
      rimane esterrefatto.
      Daniela Bonomi
      Composta martedì 26 gennaio 2010
      Vota la poesia: Commenta