Scritta da: Costantino POSA

Domani c'è il sole

Uno, dieci, venti, trenta.
Trenta giorni di sole assente.
Quanto gelo e morte sulla gente.
Quante ali che non hanno retto.
Quanti fiocchi di neve fino al petto.
Finalmente al sole i panni
mentre tutti contiamo i danni.
Uno, dieci, venti.
Più di trenta bare e pianto.
Sono cuori nel silenzio.
Ho provato ad immaginare
una neve tutta bianca,
ma quel nero ci ricorda
che tra noi qualcuno manca.
Uno, dieci, venti, trenta
son da oggi già memorie.
Costantino Posa
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Costa

    Voglia

    Un impercettibile fremito
    di una mai provata fantasia,
    quasi proibita, le scrollava i sensi.
    Lei non avrebbe mai dovuto neanche immaginare,
    mentre ne conteneva più della voglia di provare.
    Si rilevò più ardita di un giusto rimprovero,
    incapace di resistere,
    come lo slancio di un cuore insolente
    sfuggito al supplizio di un amore vero.
    Costantino Posa
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Costa

      Anche al buio

      Messaggi regolari, come aveva promesso la mente,
      corsero con estrema facilità verso le aspettative,
      bruciando sul tempo ogni barriera,
      ... oltre ogni perplessa dimenticanza.
      Forse è eccessivo affermare ce l'ho fatta,
      mentre il cuore reattivo e veloce
      si occupa dei battiti di un altro cuore.
      Una scelta felice: Quella di aver cercato senza essersi mai fermato
      quella tempesta di vento dove ci si trova a proprio agio.
      In realtà è bastato percorrere l'attimo di uno sguardo
      per capire un'intesa e far tua la più dolce possibilità.
      E poi. i pensieri non ti lasciano mai,
      si leggono bene anche al buio.
      Costantino Posa
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Costa

        L'unico gesto

        La verità tante volte si scioglie
        come neve antica e desueta.
        Forse è inevitabile che sia così.
        Sono lembi dispersi di un sentimento
        che non aveva voce, ma uno strido in declino.
        Prima... ogni gesto era un rituale.
        Oggi l'unico gesto che ti segue
        è un bacio soffiato sulle dita del tempo.
        Costantino Posa
        Composta mercoledì 10 novembre 2010
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di