Scritta da: CINELLA MICCIANI

Non stancarti

Non stancarti
di cercare
il mio viso.
Non stancarti
di correr da me
per lasciarmi
un sorriso.
Non stancarti
di rubare un istante
per regalarmi
un tuo abbraccio.
Quando arrivi tu
il cuore
è una nuvola
spumeggiante
leggera,
che s'apre ai raggi
d'un sole dorato...
L'anima sorride.
Ogni stella
del cielo
brilla luminosa
e danza
nell'infinito spazio
come per una festa
colma d'allegria.
Non stancarti
di pensarmi
come parte
importante di te.
Quando mi parli,
sboccia un sorriso,
nasce un fiore nel gelo
una carezza tenera
nell'anima ch'anela.
In quell'istante
le tue parole
cullano l'anima
che gioisce
respira
e finalmente
s'acquieta.
Cinella Micciani
Composta martedì 21 febbraio 2017
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: CINELLA MICCIANI

    Silenzio incantato

    In questo
    silenzio
    fatto di magia
    percepisco
    tangibile
    la tua presenza.
    Potrei toccarti
    tanto vicino
    m'arriva il suono
    delle tue parole.
    Rimbombano
    nell'anima.
    Sono rintocchi
    di campana.
    La melodia
    si diffonde
    m'avvolge
    mi circonda
    m'avvince.
    Sono un sussulto
    d'amore vero
    un anelito vivo
    un battito
    impazzito.
    In questo
    silenzio
    fatto d'incanti
    ti sfioro,
    mi sfiori.
    Un'estasi
    che sa di poesia
    ci avvolge
    ci affascina
    ci unisce.
    Siamo
    un respiro solo
    un abbraccio
    che rasserena
    una carezza
    che sfiora la pelle
    mentre l'anima
    avvinta
    si colora d'infinito.
    Cinella Micciani
    Composta martedì 21 febbraio 2017
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: CINELLA MICCIANI

      Come farfalla

      Come farfalla
      leggiadra
      leggera,
      mi muovo
      in silenzio
      con ali di fata.
      L'aria frizzante
      mi sfiora
      mi spinge.
      D'incanto
      m'innalzo
      e volteggio
      felice, vezzosa.
      Accompagna
      il mio volo
      uno zefiro dolce,
      leggera brezza
      che spinge le ali
      e m'innalza
      sempre più su.
      Mentre svolazzo
      mi fisso ammirata.
      Prati e colline
      son manti fioriti,
      una manna del cielo
      per gli occhi
      e pel cuore.
      Varie essenze
      mille sfumature
      pennellano i prati
      colorano l'anima.
      La luce s'abbassa
      il volo è finito.
      Ripongo le alette
      indorate di giallo
      che applaudono
      l'ultimo stanco
      sprazzo di luce.
      Un raggio di sole
      mi lancia un saluto,
      s'inchina cortese
      e caldo si spegne
      in fondo al mio cuore.
      Cinella Micciani
      Composta martedì 21 febbraio 2017
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: CINELLA MICCIANI

        Riflessi di luce

        Se manchi
        ti cerco col cuore
        e con la mente.
        Ti sento e colgo
        ogni sfumatura
        del tuo viso.
        Sei così vicino
        che m'arriva
        il tuo profumo.
        Allungo la mano
        sfioro la tua pelle,
        accarezzo i capelli
        gioco con un ricciolo
        annodato al dito.
        Basta così poco
        per toccare il cielo.
        Noi due viviamo
        nel mondo
        e nell'anima.
        Come una bambina
        scappo e ti chiamo.
        Tu mi rincorri.
        Rido felice.
        Il sole scalda il cuore.
        La mia risata è
        squillante e canterina.
        Sono in cima al mondo.
        Apro le braccia
        e come un aquilone
        svolazzo qua e là.
        Solo tu sai darmi
        quest'ebbrezza
        questa leggerezza
        da rendermi capace
        di spiccare il volo.
        Abbasso lo sguardo
        ti vedo ridere felice.
        Mi lascio andare.
        Cado tra le tue braccia.
        Il mondo si colora
        d'infinita magia.
        Un riflesso di luce
        mi parla di te.
        Cinella Micciani
        Composta martedì 21 febbraio 2017
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: CINELLA MICCIANI

          Manto soffice

          M'affascina
          guardare il paesaggio
          e all'improvviso
          scoprirlo diverso.
          Guardo gli alberi.
          Non li vedo più.
          Sono spumosi fili
          tutti bianchi.
          Ieri erano piante
          oggi candide spose.
          Tutto è un candore
          che sembra pitturato.
          Nel mio giardino
          c'è un fitto manto
          soffice, morbido.
          M'incanta la natura.
          La mente vola.
          Immagino ghiaccioli
          all'arancia o limone.
          Il naso sui vetri,
          osservo estasiata.
          Non ci sono orme
          a segnare passaggi.
          Sembra di vedere
          un quadro dipinto
          da mano sapiente.
          Provo la pazza voglia
          di correre giù
          rotolarmi come palla
          sulla morbida neve
          che aspetta solo me.
          Un magico splendore
          mi lascia stordita.
          È uno spettacolo
          da fiaba, così bello
          e fatato che mi fisso
          a guardare estasiata.
          Manca solo una slitta
          e qualche renna
          per finir di sognare.
          In fondo volare via
          sarebbe solo una magia
          che ben s'addice
          a questo incanto infinito.
          Cinella Micciani
          Composta martedì 21 febbraio 2017
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di