Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: CINELLA MICCIANI

Un sogno magico

Sei entrato nella mia vita
come un fiume in piena,
spazzando via
ogni possibile incertezza
che frenava il mio slancio.
Ti sento ancora scorrere nelle vene
entrare nella mia anima
far parte di me.
Tu hai dato un senso alla mia vita
troppe volte buttata
per riempire il pauroso vuoto
della mia esistenza.
Con te divido un sogno magico.
Ebbra di felicità percorro in volo
gli infiniti spazi dell'universo.
Ricamo fregi in ogni filo di di vento
intesso di stelle le nuvole del cielo
mi ammanto di luminoso splendore...
Ho incastonato il tuo cuore nel mio cuore.
Ad ogni battito mi brilla tra le mani.
Cinella Micciani
Composta mercoledì 1 dicembre 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: CINELLA MICCIANI

    Un fuoco eterno

    Sei qui
    stretto forte a me.
    Mi tieni tra le braccia.
    Il tuo sguardo mi chiama.
    Le tue mani mi sfiorano.
    Sento il tuo respiro su di me.
    M'abbandono alle carezze.
    Ansante m'attiri a te.
    Le tue labbra avide
    cercano le mie.
    Ogni mia fibra
    risponde al tuo richiamo.
    I tuoi baci
    sempre più ardenti
    suggellano un grande amore.
    Le nostre anime si fondono
    in un unico respiro.
    Hai acceso un fuoco
    che brucerà in eterno.
    Cinella Micciani
    Composta domenica 28 novembre 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: CINELLA MICCIANI

      Pescatore di perle

      Sei entrato nella mia vita
      con la forza dirompente
      dell'onda violenta
      che si scaglia
      contro la roccia.
      Io, granello di sabbia
      rintanato nella piccola ostrica,
      d'incanto,
      mi sono vista perla luminosa,
      accarezzata dalla mano sapiente
      dell'avido pescatore.
      E la perla è cresciuta,
      sempre più grande,
      sempre più splendente
      e preziosa,
      fino a brillare di luce propria.
      Che immenso miracolo d'amore!
      Cinella Micciani
      Composta martedì 23 novembre 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: CINELLA MICCIANI

        Buio e luce

        Stretta a te
        posso accendere
        ogni stella del creato
        comandare il vento
        far nascere l'arcobaleno
        tra l'azzurro del mare.
        M'inondo di cascate di cielo
        sprigiono tempeste di gioia
        navigo nei tuoi occhi di miele.
        Mi sento immortale.
        Quando te ne vai
        ho la voce legata nel petto
        il sorriso spento nel cuore.
        Un vuoto dilagante
        attanaglia lo stomaco
        e spadroneggia dentro me.
        Orme di silenzio
        segnano il mio cammino
        Sei il mio buio e la mia luce.
        Cinella Micciani
        Composta venerdì 19 novembre 2010
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: CINELLA MICCIANI

          Come fosse eterno

          Prigioniera
          di me stessa,
          sono un essere fragile
          senza più ali
          per volare.
          Racchiusa
          nel mio mondo ovattato,
          osservo distaccata
          la vita scorrere
          senza più fremiti.
          Solo il silenzio
          mi circonda
          e il buio avvolgente.
          Mi manca la luce
          ogni anelito di vita
          la speranza.
          Vivo questo momento
          come fosse l'ultimo
          come fosse eterno.
          Cinella Micciani
          Composta sabato 20 novembre 2010
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: CINELLA MICCIANI

            Due parole sincere

            Regalami un "ti amo"
            intriso di amore vero.
            Fa' che io lo senta caldo
            tenero e palpitante
            dolce e soave
            come una melodia eterna.
            Fa' che sia un "ti amo"
            vivo e passionale
            forte ed indissolubile
            come un abbraccio
            che m'incatena a te.
            Sentirai il mio cuore
            impazzire di felicità
            ardere d'amore
            bruciare di passione
            in un fantasmagorico brillio
            di musica e di colori.
            Bastano due parole sincere
            per rendere eterno un istante.
            Cinella Micciani
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: CINELLA MICCIANI

              Ciondoli di te

              Quando mi sento sola
              m'abbellisco con ciondoli di te.
              Stampo sulla mia pelle il tuo sorriso,
              spalmo soffusamente sul mio volto
              la luce del tuo sguardo.
              Spazzolo i miei capelli
              col tocco delicato delle tue mani.
              Aspiro il tuo profumo e lo cospargo
              su ogni centimetro di me.
              Accendo la luce nei miei occhi
              con il ricordo tenero di noi due.
              Indosso come cintura
              il tuo caldo abbraccio.
              Risplendo del tuo respiro.
              Ecco, mille ciondoli di te
              illuminano la mia anima.
              Vibro di nuova vita.
              Sei qui, scolpito su di me.
              Brilli come un diamante
              al centro del mio cuore.
              Momento magico d'eternità.
              Cinella Micciani
              Composta venerdì 12 novembre 2010
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: CINELLA MICCIANI

                I silenzi dell'indifferenza

                Ci sono silenzi
                che t'arrivano
                addosso
                come una valanga.
                Svuotano il cuore
                ti schiaffeggiano
                in pieno volto
                violentano l'anima
                ti portano via
                ogni sorriso
                ogni emozione
                ogni certezza.
                Sono i silenzi
                dell'indifferenza.
                Lame
                conficcate nella carne.
                Ferite
                che dilaniano lo spirito
                lasciando solchi
                di indicibile sofferenza.
                Cinella Micciani
                Composta mercoledì 3 novembre 2010
                Vota la poesia: Commenta