Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Angelo Giordano

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Diario.

Scritta da: Angelo Giordano

La Porta del Cuore

Jenni, sei arrivata tu,
e oggi ho steso un velo,
un velo d'oblìo
su quel che rimane,
del mio passato.
Ho aperto con forza,
la porta del mio cuore
reso stanco e afflitto dal passato.
Ho aperto la porta del mio cuore,
solo per te, soltanto per te.
dove ho disteso con dolcezza,
un tappeto.
Vi ho versato petali,
petali di rose rosse
e profumo di fiori d'arancio,
dove i tuoi piedi,
cammineranno sicuri e illesi,

Guardando in su
scrutando il cielo,
ho disteso un velo,
con le stelle più splendenti e belle,
con la luna, ho fatto un patto,
di donarti la sua luce e purezza,
la tua anima sarà certo risanata.

Vieni Jenni, qui appoggiati a me,
sei come me, sicuramente stanca,
il tuo cammino è stato erto, insicuro,
proprio come il mio,
la porta è aperta qui nel mio cuore,
quel cuore che cercavi, ansimante,
vieni appoggiati a me, rinfrancati,
qui c'è l'amore, la pace, la serenità
qui stretta nelle mie braccia con me.
Angelo Giordano
Composta venerdì 26 ottobre 2018
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Angelo Giordano

    Jenni

    Jenni, ho sorriso!
    il mio cuore fremendo, ti desidera;
    Si è aperto un mondo,
    suggestivo, quasi irreale.
    Jenni, ho sorriso!
    I miei occhi ti ammirano, si emozionano,
    in te splende l'universo.
    Jenni, come una libellula,
    voli e allieti la mia anima,
    il mio essere, ti brama, ti ama.
    Mai un cuore così lontano,
    tocca il tuo, pensandoti.
    Jenni ho sorriso!
    Con una sperduta lacrima
    di emozione, crei nella mia anima,
    un'oceano di pace e tenerezza,
    come un passero aleggi qui,
    vorticando nei miei pensieri.
    Jenni, sei come una perla,
    tra le piu splendenti e preziose,
    io il tuo oro sopraffino,
    dove riposarti.
    Nel tuo sguardo, assai lontano,
    da qui, tra il formicolio di mille stelle
    ne noto lo splendore.
    Jenni ho sorriso!
    Nella goccia di rugiada,
    brilla il tuo sorriso, che dal riflesso della luna
    sembra argento nei miei occhi.
    Come il nettare, il miele più dolce
    immagino un tuo bacio,
    come nel tocco di un petalo di rosa,
    del velluto più pregiato,
    immagino la carezza sul tuo viso.
    Jenni anche se lontana,
    tu vivi qui, al mio fianco,
    dove le nostre mani sfiorandosi,
    si desiderano davvero,
    come i nostri cuori, amanti.
    Angelo Giordano
    Composta sabato 20 ottobre 2018
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Angelo Giordano

      Ovunque, tu

      Ho lungamente bramato
      il tuo cuore e ora è qui,
      nelle mie mani,
      è come una sorgente
      di amore,
      è come un canto di una sirena;
      tra una carezza e un bacio,
      di te mi riempio l'anima.
      Sei ragione di vita,
      ovunque va il pensiero,
      lì sei tu, sei nel firmamento,
      dove volgo il mio sguardo,
      è l'infinito.
      Drappi di cielo,
      ricamano l'incanto dei tuoi occhi,
      mille petali rosei,
      formano la tua bocca,
      che mielosa di nettare
      un bacio mi dona.
      La mia mano al seno stringi,
      l'attimo non fugge
      è qui che padroneggio il tempo.
      lo rendo schiavo, come l'eternità
      che stringo qui con te,
      nel mio bacio dal mio cuore, a te.
      Angelo Giordano
      Composta mercoledì 29 aprile 2015
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Angelo Giordano

        Esistenza

        Per molto tempo,
        il sole nella mia vita,
        seppur risplendeva agiato
        non m'irradiava ne luce ne calore;
        Tutto era quasi statico e insensato,
        in alcuni giorni
        i pensieri incupiti,
        riemergevano silenti;
        pensieri di giorni fausti e sereni,
        ma una cotante pochezza di emozioni,
        ormai trasmessa al cuore.
        Confrontati alla cruda realtà.
        malgrado il fato.
        Adesso nessun oblio è caduto,
        il tutto è perennemente statico,
        dove gli entusiasmi vacillano,
        come vacilla un uomo sul dirupo.
        Il niente prevale sempre sul reale,
        una logica di vita mai accetta.
        Non ne sfuggo, ne indietreggio il passo,
        ne il mio capo a esso va a voltarsi,
        Il fato accetto,
        e a ampie mani firmo il patto,
        che questa vita dà e forzato accetto.
        Angelo Giordano
        Composta martedì 7 maggio 2013
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Angelo Giordano

          La vita, come una rosa

          La vita è come una rosa
          anche sebbene sia ricca di spine
          come i giorni tormentosi e uggiosi
          pieni di ansietà e tormenti
          ma ciò ci modella e ci fortifica.
          In ogni suo petalo
          c'è un giorno vissuto
          un raggio di sole che ritempra il cuore
          esso può essere profumato
          o amaro di realtà,
          noi lo viviamo e basta,
          non importa il prezzo,
          chi può fermare il proprio destino?
          Ci sono tanti petali ricolmi d'amore,
          che danno serenità e gioia.
          Ma una sola spina può anche
          pungere il tuo cuore, anche per sempre.
          In fondo una vita
          non viverla come una rosa,
          non avrà mai,
          la sua bellezza.
          -Angelo Giordano-.
          Angelo Giordano
          Composta giovedì 25 aprile 2013
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Angelo Giordano

            Colori

            Per dirti quanto ti amo,
            userò il rosso,
            per dimostrarti,
            quanto fuoco accende in me,
            questa passione.
            Userò il verde, per farti capire
            che non è solo speranza,
            che il mio cuore batte per te.
            Userò il rosa,
            affinché tutti i giorni della tua vita,
            siano rosei e sereni.
            Userò l'azzurro, perché ogni volta,
            che sarai accanto ame,
            ti sembrerà di volare nel cielo.
            Userò il bianco, perché il tuo candore,
            rimanga tale.
            Userò il blu, per farti solcare gli oceani,
            ogni volta che sarò abbracciato a te.
            Autore: Angelo Giordano.
            Angelo Giordano
            Composta giovedì 24 maggio 2012
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Angelo Giordano

              Tu, il mio tutto

              Il massimo del tutto,
              è avere te qui, accanto a me.
              Gustare la tua bellezza,
              l'essenza di un bacio, una carezza,
              sul tuo viso, non ci sarà mai l'oblio dell'età
              ti proteggerò dagli anni,
              perché il mio amore, ti difenderà.
              Non avrai mai lacune indifferenti,
              ne avrai mai, sofferenza di solitudine,
              il mio amore per te,
              prevaricherà in tutto,
              come il tuo per me.
              Mai un minuto,
              smetterò di desiderarti,
              tutto è circoscritto attorno a te,
              l'amore mio, offre ai tuoi sensi,
              come al tuo cuore,
              la sola gioia e la felicità.
              Meriti il mio amore,
              come una rondine in primavera,
              merita di volare,
              come la luna, che argentea
              fa da faro agli innamorati.
              Così io sarò per te,
              il faro che ti darà certezze
              nel buio delle notti,
              nel cammino che affiancheranno
              i nostri cuori, mai stremati d'amore.
              Angelo Giordano
              Composta martedì 22 maggio 2012
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Angelo Giordano

                Domani

                Molte volte mi chiedi
                quanto io ti amo,
                e se ciò sarà per sempre.
                Io mille volte rispondo si,
                ma il tempo non lo padroneggio,
                esso non m'appartiene,
                ne posso governarlo.
                Ciò è nelle mani di Dio,
                lui ne è Sovrano.
                Io ho qui il mio giorno,
                lo vivo appieno amandoti,
                come ieri che t'ho amato,
                oggi.
                Ma in questo giorno
                avrai tutto, quanto ti posso dare,
                nulla ti sara negato,
                ne una carezza, ne un bacio,
                ne il mio cuore che vive di te,
                tutto che ho è nelle tue mani,
                Domani avrai lo stesso,
                In maggior misura,
                questo è promesso,
                ma la certezza non c'è l'ho,
                se vuoi chiedilo a Dio.

                Autore: Angelo Giordano.
                Angelo Giordano
                Composta sabato 12 maggio 2012
                Vota la poesia: Commenta
                  Scritta da: Angelo Giordano

                  Pensieri

                  Tu m'ami?
                  Fai su di me i tuoi sogni,
                  mi abbracci
                  all'incanto del mare,
                  e sul bagnasciuga al tramonto
                  posi il tuo piede
                  nelle mie orme,
                  quasi a seguirmi,
                  la tua anima è intessuta
                  di gocce di mare.
                  Il vento
                  trasporta il tuo sorriso,
                  sul raggio del sole,
                  che rimiri sparire
                  tra le onde del mare,
                  la rena riflette
                  i tuoi capelli dalla brezza,
                  mentre mi pensi,
                  il tempo quasi è fermo
                  nella dolce tua speranza,
                  che domani,
                  la mia ombra
                  abbraccerà forte la tua,
                  aspettando insieme,
                  la nascita di un nuovo giorno.
                  Angelo Giordano
                  Composta sabato 12 maggio 2012
                  Vota la poesia: Commenta
                    Scritta da: Angelo Giordano

                    Il Sole, il Vento, la Luce

                    Percorro il mio tempo
                    come una strada
                    e non ho timore nel farlo,
                    la strada non è agiata
                    ma erta e ricolma
                    di agguati del destino.
                    Sempre chiedo aiuto al Cielo,
                    non sempre tutto è semplice.
                    Il mio diniego è forte
                    di chi d'egoismo e viltà vive,
                    ma ciò solo m'addolora
                    e non per me, ma per essi
                    che di vita ne fanno un lacrimaio.
                    Io vivo di Sole, di Vento e di Luce,
                    sono certezze che che ho,
                    le plasmo a mio piacere
                    per elogiarle e donarle
                    a chi le brama.
                    Porto a viso alto
                    tutta la mia vita,
                    ho il bastante per il resto d'essa,
                    Ho il Sole, il vento, la Luce, gli Amici.
                    Angelo Giordano
                    Composta giovedì 10 maggio 2012
                    Vota la poesia: Commenta