Poesie di Angelo Giordano

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Diario.

Scritta da: Angelo Giordano

Senza di te

La mia inquietudine
è l'assenza di te,
il mio pensiero per te
mi travolge
quasi a soffocarmi.
Tu per come sei
cio che doni...
Io vivo solo di te,
mi manchi,
ho freddo in pieno sole
senza te, tutto è vago
e insensato...
Sei l'equilibrio
che stimola la vita
dentro di me.
Il nulla mi svilisce,
m'incupisce e tortura.
Tu, tu sei la gemma
che accende l'ardore,
l'averti vicino ancora,
mi darà vita.
Angelo Giordano
Composta lunedì 7 maggio 2012
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Angelo Giordano

    Come un angelo

    Il viverti vicino, mi diletta
    io mi appassiono
    per l'essere che sei,
    sinuosa e quasi fatata
    una dolcezza che assaporo
    ad ogni bacio.
    Sei l'estasi del reale
    miscela di sobrietà vitale,
    Temo l'ardire dei tuoi gesti
    che teneri mi amano,
    la fattezza di un corpo
    intrigante e vellutato.
    Sei il destino che io amo
    non ci sarà mai sosta
    del mio amore per te,
    Io sono come un'angelo
    che ti terrà sempre stretta
    nelle sue ali,
    per portarti in alto
    dove l'amore è Paradiso.

    Autore: Angelo Giordano.
    Angelo Giordano
    Composta lunedì 7 maggio 2012
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Angelo Giordano

      Dal Silenzio

      Dal silenzioso mormorio di fronde,
      dallo sciacquio del ruscello
      che dal monte discende,
      s'ode lontano, un grillo cantare.
      Un lucente raggio di Luna,
      quasi ti riscalda.
      Il tuo sorriso è qui
      incantevole e leggiadro
      che m'irradia poeticamente il cuore.
      Sei qui tralucente e radiosa
      in nastri di rosa e cielo,
      accendendo stelle
      nel tuo sguardo.
      Serena appoggi il capo
      e dal silenzio, è nato un bacio.
      Angelo Giordano
      Composta sabato 5 maggio 2012
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Angelo Giordano

        Il Mio Mondo

        Il mio mondo
        tutto il mio mondo
        è in te,
        quando tocco o appena sfioro le tue mani
        i miei sensi volano altissimo.
        Lieve e delicata la tua pelle
        un fiore, appena sbocciato
        soavità di un ubriacante profumo
        che irresistibile, fa palpitare il cuore.
        Nel tuo mondo, io ristoro i miei pensieri,
        vivo di te come un'ape vive
        del polline di un fiore
        che dalla tua bocca, un bacio è miele.
        Sei il mio senso delle cose,
        in esse vivo, in esse mi abbandono...
        Il tuo tepore è un caldo Sole
        che m'indora i giorni
        per il tempo a venire.
        Angelo Giordano.
        Angelo Giordano
        Composta lunedì 30 aprile 2012
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di