Le migliori poesie di Alessandro Bruzzi

Agente Immobiliare, nato mercoledì 2 luglio 1975 a Carrara (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: BrutalBruzzi

Io non sò più...

Io non so più
Dove posso trovare l'Amore,
dov'è l'Odio, dov'è l'Indifferenza...
Io non so più
Piangere nelle notti d'Estate,
non so più dove trovare pace...
non so più cos'è la guerra,
non so più sorridere, ridere.
Non chiedetemi chi sono,
non so più qual è la mia anima...
Io non so più
Il mio nome,
Dov'è me stesso,
non so più dove abito,
non so più perdermi,
ritrovare la strada...
Io non so più guardare,
non so più fare a meno di vedere,
non so più né leggere e né scrivere,
non so più fare a meno di pensare.
Io non so più
Dormire,
non so più risvegliarmi,
e sognare.
Io non so più amare,
non so più odiare,
e non posso fare a meno di gridare.
Io non so più cos'è Vita,
cos'è Morte,
non posso fare a meno dei battiti del mio cuore.
Io non so più
Se c'è tanto tempo,
se il tempo è già scaduto.
Io non so più camminare e corro,
e non posso fare a meno di fermarmi.
Io non so più dimenticare,
non riesco a ricordare.
Io non so più dove sono,
e mi vedo nitido
in una realtà che mi accompagna.
Alessandro Bruzzi
Composta venerdì 5 luglio 2002
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: BrutalBruzzi

    Io ricordo te! (I remeber you!)

    Il ricordo io lo sento,
    è come un tuono che annuncia il temporale...
    il ricordo io lo vedo,
    è come una vecchia fotografia sfocata...
    Voci, volti, suoni, canti, parole
    La tua pelle sulla mia pelle
    Gli occhi, gli sguardi, i colori, le pupille...
    Il tuo soffio, il mio soffio
    Respiri, sussurri, capelli...
    Non riesco a cancellare la mia mente
    è come se ci fosse un insetto che non riesco a cacciare via
    Io ricordo te
    Chissà se mi hai mai pensato...
    Io ricordo te
    Sulla spiaggia, sulla sabbia, sull'asfalto
    Io ricordo te
    e le tue labbra rosso fuoco, la pelle biancastra
    Io ricordo i tuoi passi, li sento ancora
    Io ricordo te malgrado tutto
    Oltre il dolore, la rabbia, il pianto
    Io ricordo le tue dita,
    i tuoi palmi, i tuoi polsi...
    La mia vita non vuole dimenticare
    Non smette mai di sognare
    La mia vita eri tu
    o lo sei stata
    o non lo sei più
    La mia vita è un ricordo infinito
    è un eterno tornare indietro...
    voglio bruciare i miei pensieri
    nelle fiamme della passione!
    Alessandro Bruzzi
    Composta domenica 29 settembre 2002
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: BrutalBruzzi

      Letto di chiodi

      Questo Amore è un letto di chiodi...
      Dolore piacevole, piacere doloroso!
      La tua lontananza è un cielo sereno,
      mi manca il calore del labbro tuo...
      la tua pelle vorrei sentire,
      ma troppo ti sento vicina;
      troppo mi soffoca il tuo calore!
      Questo Amore è un letto di chiodi...
      Se mi stendo sul tuo corpo
      Troppo dolore nel mio Cuore...
      Stammi lontano...
      voglio scappare dalla tua passione!
      Mi togli il respiro!
      Muoio nel tuo abbraccio...
      i tuoi occhi non voglio più vedere!
      Questo Amore è un letto di chiodi,
      la mia schiena è trafitta...
      dolore, dolore, ancora dolore!
      È come camminare sulla sabbia del deserto...
      a piedi nudi!
      Io sono solo l'amante...
      Tu non capisci?
      Io sono solo l'amante...
      e non c'è futuro in questo letto di chiodi!
      Io voglio essere solo l'amante...
      In questo Amore che è un letto di chiodi...
      Dolore, dolore, dolore...
      Voglio stare solo!
      Non cercarmi più...
      Per ora starò solo,
      Sopra questo letto di chiodi!
      Alessandro Bruzzi
      Composta martedì 19 novembre 2002
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: BrutalBruzzi

        Voce

        Sei voce
        Che sussurra alla mia mente
        e imprime la tua immagine
        Nei miei pensieri...
        Sei voce
        Che mi parla da lontano
        Sei voce
        Come una canzone delicata
        Mi trascina in un ritmo senza fine
        Che vorrebbe portarmi a te
        e mi incanta
        Come la tua voce
        Specchio della tua essenza
        Ed io
        Rimarrò in silenzio
        Per
        Ascoltare la tua
        Voce.
        Alessandro Bruzzi
        Composta domenica 27 maggio 2001
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: BrutalBruzzi

          Amare e sparire...

          Se il tuo Cuore sofferente
          Non aprirà la sua porta al mio Amore
          Mai più i tuoi occhi vedranno il mio volto
          Mai più le tue orecchie sentiranno la mia voce
          Mai più le tue mani toccheranno la mia pelle
          Mai più le mie labbra baceranno la tua bocca
          Mai più il mio sorriso accoglierà le tue giornate tristi
          Perché nella solitudine è destinato a rimanere
          Chi non accoglie il mio modo di amare
          e il mio modo di sparire
          Dinanzi all'anima insensibile che lascia seccare il fiore
          Senza annaffiarlo con le gocce dei sentimenti
          Che lascia nell'oblio il pensiero dell'ardore
          Ed io amo sì
          e sparisco nel silenzio e nell'apatia
          Da quella vita che della mia né vuole ignorare l'esistenza...
          Amare, sparire
          e annebbiare il mio aspetto per il nessuno.
          Alessandro Bruzzi
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: BrutalBruzzi

            Seguendo Vanessa (Trilogia-Seconda Parte)

            I Tuoi passi sono decisi e sicuri,
            la Tua strada è stata tracciata.
            Tu cammini e non ti fermi,
            nessuno riesce a seguire le tue orme,
            uniche come lo sono le stelle del cielo.
            E il Tuo passo è veloce,
            come un fulmine sfreccia la tua luce.
            Una stella cometa che non si spenge mai,
            ecco la Tua vita che sale ancora più in alto.
            I Tuoi successi sono una collezione di collane,
            collane sempre più lunghe ed intricate,
            sempre più preziose e fluorescenti.
            Oro giallo ed oro bianco,
            diamanti, perle e argento,
            sono i colori della tua fiamma che si è accesa,
            e brucia divampando un'unica luce cromatica,
            accecante,
            irresistibilmente magnetica.
            Seguire Te è come un viaggio sensazionale,
            una corsa che lascia senza fiato.
            I tuoi secondi cadono frenetici sul Viale delle Stelle,
            il tuo Destino è unico.
            A Noi non resta che seguire Vanessa!
            Alessandro Bruzzi
            Composta lunedì 18 maggio 2009
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: BrutalBruzzi

              Seguendo Vanessa (Trilogia-Seconda Parte)

              I Tuoi passi sono decisi e sicuri,
              la Tua strada è stata tracciata.
              Tu cammini e non ti fermi,
              nessuno riesce a seguire le tue orme,
              uniche come lo sono le stelle del cielo.
              E il Tuo passo è veloce,
              come un fulmine sfreccia la tua luce.
              Una stella cometa che non si spenge mai,
              ecco la Tua vita che sale ancora più in alto.
              I Tuoi successi sono una collezione di collane,
              collane sempre più lunghe ed intricate,
              sempre più preziose e fluorescenti.
              Oro giallo ed oro bianco,
              diamanti, perle e argento,
              sono i colori della tua fiamma che si è accesa,
              e brucia divampando un'unica luce cromatica,
              accecante,
              irresistibilmente magnetica.
              Seguire Te è come un viaggio sensazionale,
              una corsa che lascia senza fiato.
              I tuoi secondi cadono frenetici sul Viale delle Stelle,
              il tuo Destino è unico.
              A Noi non resta che seguire Vanessa!
              Alessandro Bruzzi
              Composta lunedì 18 maggio 2009
              Vota la poesia: Commenta