Questo sito contribuisce alla audience di

Scritto da: Dino Di Girolamo
È stata un'annata assai pesante, di poche vittorie e molte sconfitte, eppure qualcosa è cambiato...
è cambiato che non mi va più giù di restare nella gabbia e sto iniziando a prendere a morsi e a graffi quel che mi spetta. È cambiato che non ho più voglia di stare insieme alle persone velenose e ho abbandonato completamente la corsa dietro alle vipere e puttane. È cambiato che ho il desiderio di crescere e fare cose nuove e che non ho più nessuna voglia di essere il pessimista che ero, avendo perso il desiderio di fare cose vecchie. È cambiato che sto cominciando davvero a coltivare una mentalità assai più positiva nella vita e in me stesso, perché nonostante il mondo continua a buttarmi giù io mi rialzò con più serenità e più saggezza dietro alle spalle. È cambiato che ormai ho sviluppato una voce della disillusione che mi sveglia quando inizio a cantare la vittoria ancora troppo presto.
Sarà che alcune cose non le imparerò mai, ma sicuramente questo sarà un anno che non buttero via al vento, sarà un anno dove dovrò ancora fare tanto lavoro su me stesso, ma mi piace dunque pensare che sto imparando ad innamorarmi più del processo che del suo fine: penso che sia proprio questa una delle poche vittorie da mettere sul muro. 2018 è stato un'anno di riabilitazione per me, ma ora ho solo bisogno di iniziare ad accelerare. A me piace scegliere e io scelgo me. Buon 2019.
Dino Di Girolamo
Composto martedì 1 gennaio 2019
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Dino Di Girolamo
    Per troppi anni ho dato un significato di sofferenza e solitudine a questo giorno in cui dietro lo stare assieme si nasconde un'individuale voglia di strafogarsi... Ora prendo il classico cancellino da lavagna, lo sbatto bene e cancello questa mia immagine.
    Quest'anno voglio vivere serenamente questa festa, anche se non sono credente, e pensare che è sempre lo stesso mondo che soffre ma che in qualche angolo gioisce pure...
    Immagino sempre una qualsiasi persona che coglie l'occasione del Natale per tornare a casa, magari dall'altra parte del mondo, con tutta la gioia che ne consegue...
    Dino Di Girolamo
    Composto venerdì 21 dicembre 2018
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Dino Di Girolamo
      Caro Babbo Natale, vorrei tanto... Oh cavolo! Ma questo è il numero della befana! Scusami, ho sbagliato...
      Auguri scintillanti per una magica notte di Natale
      Per questo Natale vorrei regalarti tutto e niente: qualunque cosa che ti possa rendere felice e niente che ti faccia soffrire. Felicissimi auguri di buone feste.
      A chi ama dormire ma si sveglia sempre di buon umore, a chi saluta ancora con un bacio, a chi lavora molto e si diverte di più, a chi va in fretta in auto ma non suona ai semafori, a chi arriva in ritardo ma non cerca scuse, a chi spegne la tele per fare due chiacchiere, a chi è felice il doppio quando fa la metà, a chi si alza presto per aiutare un amico, a chi ha l'entusiasmo di un bambino e i pensieri di un uomo, a chi vede nero solo quando è buio, a chi non aspetta il Natale per essere migliore... Buon Natale!
      Se quando arriva la befana ti guarda, piange e ti abbraccia... capiscila... non sapeva di avere una sorella gemella!
      Natale rende l'aria intorno a noi magica, serena e speciale... Ma io ho delle persone che rendono la mia vita così 365 giorni l'anno... tu sei una di quelle... Auguri di Buon Natale
      In questa notte illuminata dalla luce di Gesù, apriamo i nostri cuori e auguriamoci con Amore, Buon Natale.
      In questa momento di pace, Auguri e bontà, quale è il periodo natalizio, si pensa maggiormente alla persona che anche durante tutto l'anno ispira gioia e amore.
      Dino Di Girolamo
      Composto venerdì 21 dicembre 2018
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Dino Di Girolamo
        Perché le donne quando dicono di amarci...? in realtà è solo il preludio alla fase distruttiva, perché vogliono plasmarci e modificarci a loro piacimento? Perché dicono di avere stima di noi e poi invece vogliono stravolgerci completamente fino a trasformarci in quelli che non siamo? Perché si innamorano di spiriti liberi e selvaggi se poi tutto quello che fanno è desiderare fin dal principio di metterci le catene? Perché se siamo taciturni prima siamo misteriosi ma poi chiusi, perché se siamo liberi prima siamo affascinanti ma poi non sappiamo amare? Perché si fanno gelosie inesistenti spesso su basi di rapporti quasi inesistenti? Perché quando parliamo di noi stessi si affascinano ma poi diventa che dici a tutte le stesse cose? Quando è ovvio visto che sei così... perché se gli permettiamo di avvicinarsi a noi e vedono che non ottengono tutto quello che vogliono ci ributtano in faccia tutto quello che gli abbiamo detto e lo rigirano a loro favore? Perché ci vogliono riarredare come se fossimo una vecchia casa che deve essere rimodernata, il succo della domanda è perché di tanti uomini romantici, appiccicosi, gelosi, e con il complesso del principe azzurro volete prendervi quelli come me che non sopportano le gabbie che sono taciturni e distaccati e trasformarci in quelli di cui è pieno il mondo già belli e fatti? È come ordinare un whisky ma volerlo trasformare nel tè delle cinque. Non conviene ordinare il tè a questo punto?
        Dino Di Girolamo
        Composto mercoledì 11 luglio 2018
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Dino Di Girolamo
          Riflessione
          è sempre colpa dell'uomo...
          una donna tradisce? È colpa dell'uomo che la trascurava...
          un'uomo tradisce? È colpa dell'uomo perché è scorretto...
          una donna è insoddisfatta? È colpa dell'uomo che non la soddisfa...
          un'uomo è insoddisfatto?... è colpa sua perché non si sa acconentare...
          un'uomo cerca una ragazza bella fisicamente e scarta le brutte? È uno schifoso superficiale...
          un'uomo si accontenta di una ragazza bruttina? È un'maiale che "basta che respirano"
          un'uomo guadagna tanto? È attaccato al denaro
          un'uomo guadagna poco? È un nullafacente...
          un'uomo litiga con una donna? La colpa è sua perché non le sa capire.
          Un'uomo viene sfruttato da una donna? La colpa è sua perché è un fesso...
          un'uomo sfrutta una donna? La colpa è sua perché è scorretto...
          la colpa è sempre e solo dell'uomo per le principessine italiane che sono pure e perfette... e se accade un'errore o un problema hanno trovato il modo per scaricare tutte le colpe sul maschio... che oltre a farsi in 4 per farle contente deve anche trovarsi sulle spalle colpe che spesso non sono sue...
          eccolo il "rispetto" che la donna italiana che inneggia tanto alla parità dei sessi ha dell'uomo...
          Dino Di Girolamo
          Composto sabato 12 maggio 2018
          Vota il post: Commenta
            Scritto da: Dino Di Girolamo
            Dammi la mano e ti farò mia ti renderò parte di un'estasi che sta esplodendo in me appena entro nella tua aria. Ti morderò di baci, strappandoti sospiri per farti accrescere il piacere attraverso la schiena piegata alle mani che la stanno scrutando. Senti il mio umore caldo e forte mentre ti sfiora.
            Dino Di Girolamo
            Composto giovedì 3 maggio 2018
            Vota il post: Commenta
              Scritto da: Dino Di Girolamo
              Un amico ti abbraccia forte e tu capisci che l'amicizia non è conoscersi da sempre, non è crescere con l'altro, non è essere sempre insieme.
              Non è neppure condividere uscite, cene, compleanni e feste varie.
              O, quantomeno.... non è solo quello.
              Perché a volte ci si vede poco, ma ci si guarda negli occhi e ci si riconosce.
              L'amicizia è condivisione, presenza, spontaneità, risorsa, candore, rinascita... è un palmo contro l'altro, una parola in più quando serve o un silenzio condiviso.
              È, soprattutto, una promessa di sincerità.
              È anche tante altre cose belle che tu mi sai dare.
              Dino Di Girolamo
              Composto sabato 3 marzo 2018
              Vota il post: Commenta