Scritta da: Manuela Camporaso
Essere donna significa ancora, e senza alcun dubbio, rientrare in una categoria fortemente discriminata. Ma lo sappiamo tutti, si tratta di una discriminazione tanto possente e profonda, quanto nascosta. Si tratta una violenza invisibile le cui radici, eccessivamente nodose e accartocciate, sono ormai incastrate dentro tutti i livelli dello spazio e del tempo. Si tratta di un vero e proprio inferno a parte, la discriminazione femminile, una pandemia di ignoranza che infetta tutte le culture e le comunità del mondo. Essere donna ti espone ad una discriminazione che è addirittura più forte di quella del colore della pelle. Perché in fondo si tratta di razzismo dell'anima. È come se lo spirito fosse violentato in un angolo buio del cuore, un luogo freddo che tutti sanno che esiste ma di cui nessuno parla, una violenza che tutti osservano ma ad "occhi chiusi". Perché se il nemico delle donne si nasconde nel maschilismo, vi è un nemico ancora più forte: le donne stesse. Ci sono donne che scelgono di competere ogni giorno contro le altre su cose effimere e assurde, o, ancora peggio, ci sono quelle pericolose, quelle donne che accettano relazioni per convenienza, sapendo che un uomo le amerà solo se si mostrano "incapaci, indifese e sciocchine". Lo sappiamo tutti che le donne non sono incapaci, ne indifese, e soprattutto non sono in alcun modo sciocchine. Perché "tutte" le donne nascono forti per natura, non solo portando nel mondo una forza creatrice rinnovata e avanzata ma sapienza, determinazione, coraggio e compassione. Chi si finge sciocca o incapace, in fondo lo fa solo in cambio di un po' di comodità, ma senza rendersene conto, sta facendo vincere secoli di storia in nome di una violenza spietata che continua a colpire, ogni giorno, nei piccoli e grandi episodi di vita quotidiana.
Non siate furbe, amiche mie, siate oneste. Accettate i dolori della nascita, individuate la missione per cui siete nate, prendetevene la responsabilità, lottate contro tutto ciò che non è amore e guidate il mondo, com'è giusto che sia.
Manuela Camporaso
Composta domenica 15 agosto 2021
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Manuela Camporaso
    Il problema delle religioni è che vogliono che tutti percepiscano Dio allo stesso modo. Discriminare il modo in cui si crede in Dio o si sente Dio è puramente un errore di giudizio umano.
    Un sistema di preghiera o una serie di determinati rituali, che spesso sono confusi come un "obbligo divino", non sono sempre funzionali alla connessione con la divinità. Il rapporto con il divino può anche avvenire semplicemente a livello interiore, in totale e sacro silenzio.
    Manuela Camporaso
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Manuela Camporaso
      Le persone più potenti del mondo non muovono le masse con il denaro, ma con un sistema di Conoscenza. Ecco perché coloro che credono di poter cambiare il mondo con le loro idee, sono spesso perseguitati e ridicolizzati: sono gli unici a rappresentare un pericolo reale per quel sistema.
      Manuela Camporaso
      Composta domenica 22 novembre 2020
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Manuela Camporaso
        La felicità è la forma più elevata di ribellione. Ci sono persone che anche nelle situazioni più disperate conservano la voglia di ridere e scherzare. Oggi il più problema più grande che abbiamo è che queste persone vengono costantemente soffocate. Bisogna rispettarle ed ammirarle persone così. Vivono e si nutrono della loro stessa luce. Sono un esempio da onorare, le anime libere.
        Manuela Camporaso
        Vota la frase: Commenta
          Scritta da: Manuela Camporaso
          C'è una linea molto sottile tra definire le cose e giudicarle.

          La definizione aiuta a identificare qualcosa mentre ne parli. Giudicare aiuta a identificare qualcosa confrontandola con altre, allo scopo di diminuirne l'importanza. Il giudizio è fondamentalmente controllo.

          There is a very subtle line between defining things and judging them.

          Defining helps to identify something while talking about it. Judging helps to identify something while comparing it to others with the aim to diminish its importance. Judging is basically control.
          Manuela Camporaso
          Vota la frase: Commenta
            Scritta da: Manuela Camporaso
            In the last thirty years i have observed, quite a lot, i would say. It is not a surprise to anyone that many of the people who have become (relatively) successful have often stolen their ideas from others. No all of them, of course. There is always the "original creator" somewhere. I am almost certain that our world is lead by great and fine manipulators, but i am not judging here. I certainly understand that the war for success requires a highly competitive attitude, but i would never conform to that. I care too much about being myself that i am even happy to gift others of my own ideas, with all the blessings from the Sky to follow. I am only saddened that, from the beginning of time, the desperate and sophisticated tactics of our own ego are too often justified in name of that "success or glory" so greedily yearned.
            Manuela Camporaso
            Vota la frase: Commenta