Questo sito contribuisce alla audience di

Aforismi di Giuseppe Freda

Nato a Napoli (Arabia Saudita)
Questo autore lo trovi anche in Poesie, in Umorismo, in Racconti e in Diario.

Scritta da: Giuseppe Freda
La filosofia è percezione, vita vissuta, intuizione dell'Universo del sé che si traduce in pensiero. Ritenere che il pensiero filosofico sia soltanto razionalità, significa non comprendere che la filosofia non è mera costruzione mentale, ma fotografia interiore dell'uomo senziente e pensante. Qualcosa che ha a che fare non soltanto e non tanto con la mente dell'essere umano, ma sopra tutto con la sua identità personale. Ho parlato di Universo del sé, perché nell'autocoscienza, nel pensiero, nella capacità di scegliere e di volere di ogni singolo individuo si esprime, senza limiti, l'Universo intero. I limiti appartengono a noi, nella misura in cui non riusciamo a renderci conto di chi e di cosa realmente siamo.
Giuseppe Freda
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Giuseppe Freda
    Chi dice "Ah, se potessi tornare indietro!" Dimentica di avere ricevuto dalla vita un prezioso ammaestramento che si può mettere in pratica solo facendone tesoro e andando avanti. Se potessi tornare indietro, affronterei di nuovo ogni prova e rifarei sin nei minimi dettagli tutto ciò che ho fatto, anche ciò che mi ha arrecato molto dolore. Perché ogni prova, ogni ostacolo, ogni errore mi è servito a superare e comprendere molte cose: li avessi evitati tutti, oggi sarei molto diverso da quello che sono. Meglio andare avanti, tentando di saltare meglio e non sbagliare ancora.
    Giuseppe Freda
    Composta lunedì 26 marzo 2012
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Giuseppe Freda
      Ogni arte ha la sua tecnica. Per scrivere musica occorre innanzitutto conoscere il pentagramma e la teoria musicale. Per poter dipingere occorre innanzitutto conoscere il disegno e la prospettiva. E così via per l'architettura, per la scultura, per le arti minori... In ogni manifestazione artistica ricorrono aspetti tecnici fondamentali.
      Alla stessa maniera, per scrivere qualsiasi cosa in italiano, che sia romanzo, racconto, aforisma o poesia, o anche una semplice lettera, è fondamentale il corretto uso della lingua italiana. Della grammatica, innanzitutto.
      Molti ritengono che non sia così; ma ciò accade solo per via di una prospettiva distorta, alla stessa maniera in cui molti preferiscono un'orchestrina di liscio ad una sala da concerto, ritenendo la musica classica un qualcosa di antiquato e tedioso.
      La colpa di questo decadimento della sensibilità artistica è di tutti noi: di un pubblico non educato al bello, di una critica spesso ruffiana che anziché educarlo lo diseduca, di una scuola sempre più ignorante ed ottusa, di poeti e scrittori inconsapevoli dei propri limiti... Ma anche di chi vede e comprende tutto ciò, e per indolenza o malinteso "rispetto" non apre gli occhi a tutti: indicando, senza paura di critiche o ostracismi, che "il re è nudo", come seppe fare, col coraggio dell'innocenza, il bambino della famosa favola di Andersen.
      Giuseppe Freda
      Composta venerdì 16 marzo 2012
      Vota la frase: Commenta