Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Marco
in Poesie (Poesie d'Autore)

L'altro tramonto

Sui profili dei caseggiati,
riprende fiato un grasso tramonto,
stringe lamenti con occhi arrossati,
stringe al suo centro un cuore infranto.

Lungo i cortili acciottolati,
mi seguono voci, io non comprendo.
Echi di risa da persiane filtrati,
stridono voci, di un altro mondo.

Ma un casolare che mostra il fianco,
a quello si accosta il suo rampicante,
aggrappa il filare come io arranco,
ma quel tramonto è parete distante.

Tramonto stanco, di altro colore,
sei gesto distratto e fioca voce,
sogno di mare senza sapore,
fuoco di legna privo di brace.

Precipita foglia, rovescia lo schianto,
col peso di tutti gli autunni.
Precipitasse giù anche questo tramonto,
sugli orizzonti di cent'anni.

Lungo il margine da pini alberato,
aghi e selciato, la strada intreccia,
rami artigliar quel cielo rigato.
di un tramonto normale, ho io mal di testa.
Composta lunedì 18 aprile 2016
Vota la poesia: Commenta
    in Poesie (Poesie d'Autore)

    La mente fallace

    C'è da dire che
    il mondo è profondamente bello,
    fin nel più minuscolo granello
    e se dispiace morire
    è anche perché per sempre
    non se ne può gioire; ma
    su questo l'uomo è
    un essere ancora da capire.
    Di certo non è d'animo gentile,
    tanto che a pensarci c'è proprio
    da impazzire; come non è
    da creder che la sua
    evoluzione come specie,
    potesse dare tanta delusione
    a chi s'ispira a qualunque
    religione o ha laica visione
    o alla naturale selezione,
    giacché lui segue così bene
    la logica pura dell'autodistruzione.
    Ha smarrito lo spirito
    di conservazione e non vede
    che questa è davvero una priorità,
    non un'opzione.
    Composta domenica 8 maggio 2016
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Giorgia Stella
      in Poesie (Poesie d'Autore, Poesie d'amore)

      La persona sbagliata

      Pensandoci bene,
      in tutto ciò che vediamo, viviamo intensamente,
      ascoltiamo e pensiamo
      non esiste una persona giusta per noi.
      Esiste una persona che,
      se ti fermi un attimo a pensare,
      è in realtà la persona sbagliata.
      Perché la persona giusta fa tutto giusto,
      arriva puntuale, dice le cose giuste,
      fa le cose giuste,
      ma non è che abbiamo sempre bisogno delle cose giuste.
      La persona sbagliata ti fa perdere la testa,
      fare pazzie, scappare il tempo
      morire d'amore.
      Verrà il giorno in cui la persona sbagliata non ti cercherà
      e sarà proprio in quel momento in cui vi incontrerete
      che il vostro donarsi l'un l'altra sarà più vero.
      La persona sbagliata è, in realtà,
      quello che la gente definisce
      una persona giusta.
      Quella persona ti farà piangere,
      ma un'ora dopo ti asciugherà le lacrime.
      Quella persona ti farà perdere il sonno,
      ma ti darà in cambio una notte d'amore
      indimenticabile.
      Quella persona forse ti ferisce
      e dopo ti riempie di gentilezze chiedendo il tuo perdono.
      Quella persona potrà anche non essere sempre al tuo fianco
      ma ti penserà in continuazione...
      è bene che ci sia una persona sbagliata per ognuno di noi
      perché la vita non è sicura,
      niente qui è sicuro,
      quello che è proprio sicuro è che dobbiamo vivere,
      ogni momento,
      ogni secondo,
      amando, sorridendo, piangendo,
      emozionando, pensando, agendo,
      desiderando, ottenendo.
      È solo così è possibile che si arrivi
      a quel momento della giornata,
      in cui diciamo:
      "Grazie a Dio, è andato tutto come doveva andare"
      Quando in realtà,
      tutto ciò che lui vuole,
      è che noi incontriamo la persona sbagliata,
      in modo che le cose inizino veramente
      a funzionare per il verso giusto
      per noi.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Andrea De Candia
        in Poesie (Poesie d'Autore)
        Vieni a rapirmi e dentro questo ardente
        panorama di sogno a rinverdirmi.
        Vieni allo spazio della vita mia,
        cambiamento di tempo: se sei uomo
        devi divaricare la mia mente,
        ma se sei donna non avrai salute
        né fame né ricordo maledetto.

        Rammento solo che son fatta eguale
        al tuo fango e resisto al tuo costato;
        chiamami nume e poi chiamami Athena
        ma soprattutto chiamami tua donna,
        o fiore di domanda doloroso.
        Composta martedì 3 maggio 2016
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Mariella Buscemi
          in Poesie (Poesie d'Autore)
          Dell'amore e sull'amore
          ho cercato il non sapere
          ho spento lumi
          franato strade
          tra il dubbio e il rifiuto
          resa tabula rasa
          ho trasfuso noumeno di china
          sotto il fenomeno d'ogni dolore
          nel dolere intangibile
          bagnato per due volte nello stesso sangue
          -soffro dunque sono-
          d'ogni inganno estetico
          sull'anima estatica
          del cuore ho fatto cosmo
          arché di carne e battito
          sui giudizi universali
          maieutica del desiderio
          sulla dialettica scettica tra me e la pelle
          ho elevato le potenze d'ogni atto
          schiudendomi sulle mie verità
          eclettica tra le emozioni
          stoica nella perdita.
          Vota la poesia: Commenta