Virgilio

Poesie d'Autore


Scritta da: Eleonora La Pazza
in Poesie (Poesie d'Autore)
Ti manderò un bacio con il vento
e so che lo sentirai,
ti volterai senza vedermi ma io sarò li
Siamo fatti della stessa materia
di cui sono fatti i sogni
Vorrei essere una nuvola bianca
in un cielo infinito
per seguirti ovunque e amarti ogni istante
Se sei un sogno non svegliarmi
Vorrei vivere nel tuo respiro
Mentre ti guardo muoio per te
Il tuo sogno sarà di sognare me
Ti amo perché ti vedo riflessa
in tutto quello che c'è di bello
Dimmi dove sei stanotte
ancora nei miei sogni?
Ho sentito una carezza sul viso
arrivare fino al cuore
Vorrei arrivare fino al cielo
e con i raggi del sole scriverti ti amo
Vorrei che il vento soffiasse ogni giorno
tra i tuoi capelli,
per poter sentire anche da lontano
il tuo profumo!
Vorrei fare con te quello
che la primavera fa con i ciliegi.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Alessandra Romano
    in Poesie (Poesie d'Autore)
    "Vai via dalla mia mente", non riesco, ogni pensiero mi riconduce e mi ricondurrà sempre a te.
    "Vai via dal mio corpo", non riesco, ogni sensazione la provo solo con te.
    "Vai via dal mio olfatto", non riesco, ogni odore o profumo, mi ricorda e mi ricorderà sempre la tua pelle, il tuoi capelli, le tue labbra... te.
    "Vai via dal mio cuore", non riesco, ogni sentimento ed ogni emozione li provo solo con te.
    "Vai via da me", non riesco... io ti amo.
    Composta nel 2014
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Lucio Doria
      in Poesie (Poesie d'Autore)

      In una notte d'estate

      Capelli d'angelo ondeggiano in sensuali volteggi
      abbracciando solitari lampioni, sotto tenui lumiere di ribalte giallastre
      dal caldo apparir, le indefinibili animule siluettano eccitate e festose
      mentre Palpìgradi acrobati cullati dal vento, attendon l'errore fatale.
      Dal dimenar del nudo patagio della giovane Nottola
      scorgo un fare impreciso e frenetico...
      poi il volo si slaccia
      si volta, poi svincola
      si gira e rigira
      imbarda, beccheggia
      e ritorna ubriaca...
      poi, si ricomincia.
      Or il tempo s'è chiuso e il sole discreto s'affaccia...
      È l'alba signori!
      E in punta di piedi andiamci a dormire,
      anche la notte si va a riposare
      come ogni mattina
      e senza, di farvi, rumore!
      Composta venerdì 19 giugno 2015
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: milanoteca
        in Poesie (Poesie d'Autore)

        Bugie

        C'è chi dice piccole bugie per non ferirti, per non farti rimanere male.
        C'è chi dice bugie perché non sa dire la verità, non è abituato.
        C'è chi dice bugie perché la verità procurerebbe grande disagio a chi non è in grado di reggere la verità.
        C'è chi dice bugie perché sa che l'altra persona sparirebbe se sapesse la verità. E lui la vuole comunque vicina.
        C'è chi dice bugie per darsi importanza, per far credere all'altro che...
        C'è chi dice bugie perché la verità gli ha fatto sempre male e non vuole che altri l'ascoltino.
        C'è chi dice bugie perché in certi casi è più comodo e meno impegnativo. Se l'altro ci crede, il tutto va avanti con le nostre illusioni.
        C'è chi dice bugie perché non ha mai conosciuto una verità che lo abbia reso felice, e perché non sa ancora quanto le bugie possano fare di peggio.
        C'è chi dice bugie perché la sua verità non è stata mai apprezzata, ma giudicata come segno di arroganza, di prepotenza, di poca sensibilità...
        C'è chi dice bugie ed è stanco, perché vorrebbe dire sempre la verità senza essere giudicato.
        C'è chi dice la verità solo quando è bella e positiva, se non lo è, preferisce le bugie.
        C'è chi mischia la verità alle bugie, per confondere e manipolare la realtà e gli altri, come se realtà e bugie non prendessero prima o poi il loro posto.
        C'è chi ha la fortuna di amare davvero e non ha bisogno di dire bugie.
        C'è chi dice bugie, proprio perché non ama davvero.
        Composta lunedì 13 luglio 2015
        Vota la poesia: Commenta