Area Riservata

Poesie d'Autore


poesia postata da: bbenry, Poesie (Poesie d'Autore)

In frantumi

Una fiaba
scivola nei respiri,
ancora.
Poi
questo mare
si alzerà,
correrà
a svegliare il faro.
Le rose
torneranno a pregare
le spine
a conoscere altre corone.
La cura di una carezza
senza dolore.
Questo cielo poi
piangerà,
correrà a cullare
la vacuità del vero
e noi
non avremo più
sogni da ordire.
Già reca silenzi
la stagione dei sorrisi,
in frantumi giace
questa nostra terra.
Composta
martedì 15 aprile 2014

poesia postata da: Oliviero Amandola, Poesie (Poesie d'Autore)

Notturno

Notturno,
tutto tace,
tutto profuma di te.

Ti vedo li,
seduta sul dondolo che dormi,
tutto si è fermato per farti sognare tranquilla.

Notturno,
che di stelle la sera colora,
due anime avvolte all'unisono, nel tempo in cui siamo,

tutto è silenzio,
nulla si muove,
solo leggeri sguardi volano nel vento.

Siamo aria nascosta tra le labbra,
baci strisciati tra i sentieri del cuore,
labirinti di riflessi tra i passi di due maschere,

corpi che si raccontano tra il sapore della pelle,
fiori nascosti,
tra il buio e gli stormi.

Siamo soli,
sottomessi in un gioco di silenzi,
ci allontaniamo, nell 'attesa che trasudi sulla nostra pelle
un fresco sapore di pioggia,

bevendo la stessa luce che flebile scende dalla luna
accennato chiarore
mentre tacciono gli sguardi.

Notturno in mezzo a noi,
sottovoce crolla la notte,
tutto è silenzio,
e tutto tace.
Composta
mercoledì 6 novembre 2013


poesia postata da: Giuseppe, Poesie (Poesie d'Autore)

Pasqua

Pasqua ritorna
alberi sommersi in questo mare
di pellegrini spogli
riprendono le foglie,
canto di fiori conduce gli auguri
dove il sole
promette alla natura
una stagione nuova.
Le campane si fermano
un momento
per dare spazio alle riflessioni.
Ora son deste
spandono la gioia,
ma il pensiero
che ha toccato le piaghe della Croce
incontra ancora il sangue
che scorre sempre a fiotti...
non si lava le mani
lascia i peccati all'onda
di questo tempestoso andirivieni.
Composta
lunedì 14 aprile 2014

poesia postata da: Oliviero Amandola, Poesie (Poesie d'Autore)

Vivere e amare

Vivere e amare,
e tenersi per mano
apprestandosi ad viaggio che ci porti lontano,
ad d'un bacio, o forse, a quella carezza velata,
in una notte che insiste
e traghettare un attimo insieme
con le mani intrecciate ad una stretta comune,
per non lenire un cuore nel buio,
ed osservare piano la voce che trema,
uno sguardo, un attimo solo,
un attesa, chiusa e sicura,
che chiede perdono e sorvola
una domanda che ancora
si chiude dentro un recinto
e attende sospesa
di sentire risposta
su quel volto amato,
e saper d'aver voluto un'amore
trovando un nome che dentro il cuore,
riempie un assenza.
Composta
sabato 5 aprile 2014

poesia postata da: prosdocimo, Poesie (Poesie d'Autore)
Ripenso il tuo sorriso,
ed è per me come un'acqua limpida
scorta per avventura tra le pietraie d'un greto
esiguo specchio in cui guardi un'ellera i suoi corimbi
e su tutto l'abbraccio d'un azzurro cielo quieto.

Codesto è il mio ricordo; non saprei dire, o lontana
se dal tuo volto s'esprime libera, un'anima gentile
o vero sei dei raminghi che il male del mondo estenua...

Ma questo posso dirti, che la tua pensata effigie
sommerge i crucci estrosi in un'ondata di calma
e che il tuo aspetto s'insinua nella mia memoria grigia
schietto come la cima d'una giovinetta palma.

Fai pubblicità su questo sito »