Le migliori frasi umoristiche di Giuseppe Esposito

Autore,scrittore,esperto e critico d'arte, nato domenica 23 maggio 1943 a napoli (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Racconti, in Leggi di Murphy e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Giuseppe Esposito
Un ministro africano da poco nominato, è invitato a pranzo dal suo omologo italiano.
Meravigliato dalla bellezza della casa, chiede al parlamentare italiano come ha fatto ad avere una casa così bella.

Il politico italiano gli spiega "la vedi quell'autostrada laggiù?"
- sì, risponde l'africano.
Beh, la sua realizzazione è costata 20 miliardi, ma l'impresa l'ha fatturata 25 e mi ha versato la differenza.

Due anni dopo il ministro italiano restituisce la visita all'amico africano.
"Non capisco, gli dice, ma ti meravigliavi della mia modesta casa e tu hai una villa principesca!"

L'amico punta l'indice verso un punto dell'orizzonte e dice "vedi quell'autostrada laggiù?"
-No, dice l'italiano.
-Appunto!
Giuseppe Esposito
Composta mercoledì 1 giugno 2011
Vota la frase umoristica: Commenta
    Scritta da: Giuseppe Esposito
    Avviso al personale

    la direzione è spiacente di rilevare
    che molti dipendenti morti durante il lavoro
    dimenticano di cadere per terra.

    Tale abitudine deve cessare immediatamente
    dato che tale fatto
    rende difficile distinguere i dipendenti

    morti da quelli che lavorano normalmente
    si rende quindi noto
    che da oggi qualsiasi dipendente

    trovato morto in piedi
    sarà licenziato immediatamente e lasciato
    senza liquidazione.
    Giuseppe Esposito
    Composta mercoledì 21 settembre 2011
    Vota la frase umoristica: Commenta
      Scritta da: Giuseppe Esposito
      Napoli, ore 4 del mattino. Uno spazzino sta ramazzando la strada ad un bivio cittadino, si ferma una limousine con 4 arabi a bordo che cercavano la moschea e non sapevano quale via del bivio prendere: Cercando di farsi capire dall'operaio lo interpellavano cosi "Uè paisà da cà si và da Allàh" volendo dire alla moschea! Ma siccome lo spazzino non capiva ripetevano la stessa frase varie volte "Uè paisà da cà si và d'Allàh" Alla fine lo spazzino infastidito chiaramente gli risponde indicando le vie. "Se vai di qua vai in culo a mammeta, se vai di là vai in culo a soreta, ma se sei venuto qui per rompere il cazzo a me sei arrivato".
      Scusate le volgarità ma erano necessarie, non trovate?
      Giuseppe Esposito
      Composta martedì 24 maggio 2011
      Vota la frase umoristica: Commenta
        Scritta da: Giuseppe Esposito
        Due giovani Carabinieri vengono inviati a perlustrare una campagna nel Nuorese, ai tempi del banditismo sardo. Faceva un caldo canicolare e mentre giravano nella vasta campagna intravedono una piccola chiesetta in mezzo ad alcuni alberi, si avvicinano ed entrano per ripararsi un po' dal sole.

        Avvicinandosi all'altare, notano sulla piccola balaustra che la delimita una scritta "per il pane dei poveri", vicina una cassetta incorporata nel legno, munita di una feritoia per l'introduzione delle monete.

        Il più giovane dei Carabinieri estrae una michetta dal tostapane per metterla nella cassetta delle elemosine, ma l'altro Carabiniere lo ferma indicandogli la fessura, "stupido, ma non vedi che è fatta per i crackers?"
        Giuseppe Esposito
        Composta martedì 5 giugno 2012
        Vota la frase umoristica: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di