Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori frasi umoristiche di Giuseppe Esposito

Autore, scrittore, poeta, blogger, umanista, nato domenica 23 maggio 1943 a napoli (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Racconti, in Leggi di Murphy e in Frasi per ogni occasione.

Un giorno d'estate il Capitano della Compagnia Carabinieri chiede al Maresciallo di turno in Caserma di far venire il piantone di servizio all'ingresso della caserma per affidargli un incarico. Poco dopo arriva un giovane carabiniere, saluta militarmente e sull'attenti aspetta l'ordine del Comandante. Questi gli dà una moneta da un euro e gli dice "vai a prendermi il sole 24 ore". Il carabiniere credendo di non aver capito se lo fa ripetere "certo vai a prendermi il sole 24 ore!". Sicuro di aver ben inteso, il carabiniere va via e dal mattino sino alla sera non si fa più vedere. Il mattino successivo si presenta in caserma regolarmente ma tutto rosso in viso. Il sottufficiale che lo aveva mandato dal capitano gli dice "ma si può sapere dove sei stato ieri?". Il carabiniere meravigliato gli risponde "dove mi ha mandato il sig. Capitano, a prendere il sole per 24 ore ma una sola cosa non capisco: "quale?", chiede il maresciallo, "non capisco perché mi abbia dato un euro".
Giuseppe Esposito
Composta mercoledì 4 gennaio 2012
Vota la frase umoristica: Commenta
    Lettera di una mamma al figlio carabiniere.

    Caro figlio,
    ti scrivo queste poche righe perché tu sappia che ti ho scritto. Se ricevi questa lettera, vuol dire che è arrivata. Se non la ricevi, fammelo sapere, così te la rimanderò. Scrivo lentamente perché so che tu non sai leggere in fretta.
    Qualche tempo fa tuo padre ha letto sul giornale che la maggior parte degli incidenti capitano entro un raggio di un chilometro dal luogo di abitazione. Allora abbiamo deciso di traslocare un po' più lontano.
    La nuova casa è meravigliosa. C'è una lavatrice, ma non sono sicura che funzioni. Proprio ieri ci ho messo dentro il bucato, ho tirato l'acqua e poi il bucato è sparito completamente.
    Il tempo qui non è troppo brutto. La settimana scorsa ha piovuto due volte: la prima volta per tre giorni e la seconda per quattro.
    A proposito della giacca che mi avevi chiesto, tuo zio Piero mi ha detto che spedirtela coi bottoni sarebbe stato molto caro (per via del peso dei bottoni). Allora li ho staccati. Se pensi di riattaccarli, te li ho messi tutti nella tasca interna.
    Tuo fratello Gianni ha fatto una grossa sciocchezza con la macchina: è sceso e ha chiuso di scatto la portiera lasciando dentro le chiavi. Allora è dovuto rientrare a casa a prendere il secondo mazzo di chiavi, e così anche noi abbiamo potuto scendere dalla macchina.
    Se vedi Margherita salutala da parte mia. Se non la vedi, non dirle niente.
    La tua mamma che ti vuole tanto bene!

    P. s.
    Volevo metterti anche un po' di soldi, ma avevo già chiuso la busta.
    Giuseppe Esposito
    Composta giovedì 7 luglio 2011
    Vota la frase umoristica: Commenta
      Berlusconi va da un cardiologo per una visita specialistica. Il sanitario lo visita in pochi minuti e gli riferisce che sta bene. Al che Berlusconi gli chiede quanto deve per il suo disturbo durato pochissimo. Il medico gli dice "Perché è Lei mi dia 5 mila euro in contanti". Berlusconi, perplesso, pensa tra se che la cifra è esagerata per una visita durata pochissimo, ma gli dice: "se manda domani un suo incaricato presso il mio ufficio gli darò il suo onorario in contanti come richiesto" Infatti il giorno dopo si presenta l'incaricato del medico a ritirare la somma pattuita in contanti e Berlusconi gli allega un biglietto del seguente tenore "Caro dottore le invio la somma richiesta per la sua velocissima prestazione, ma voglio che sappia che per me questi sono soldi rubati! Il giorno successivo il medico gli fa recapitare un biglietto di ringraziamenti col seguente tenore" Caro Presidente la ringrazio per la sua rimessa in contanti, stia tranquillo per quanto riguarda il denaro, anche se è rubato, tanto io non dico nulla a nessuno"!
      Giuseppe Esposito
      Composta mercoledì 26 dicembre 2012
      Vota la frase umoristica: Commenta
        Un bambino chiede alla mamma in avanzato stato interessante: "Mamma ma perché hai quel pancione così grande?" E la mamma per non metterlo in imbarazzo gli risponde "Ma no, vedi è tuo padre che ha voluto regalarmi un bebè!" Il bambino allora va dal padre e gli chiede: "papà ma tu ha regalato un bebè alla mamma?" Sì "risponde il padre," non ti piacerebbe avere un fratellino? " " Ma quale fratellino "risponde il bimbo" guarda che quella se lo è mangiato! "
        Giuseppe Esposito
        Composta martedì 10 dicembre 2013
        Vota la frase umoristica: Commenta
          Un bambino che frequenta la 1^ elementare chiede alla mamma "mamma perché la maestra chiama tutti gli altri bambini con il loro nomignolo ad esempio Giorgio, lo chiama Giorgino, Vincenzo lo chiama Vincenzino, Pasquale lo chiama Pasqualino ecc. Ma a me non mi chiama mai con il diminutivo? Perché?"

          La mamma resta per un attimo perplessa poi gli risponde "Sei ancora troppo piccolo per capire, lo saprai tra qualche anno Pompeo!"
          Giuseppe Esposito
          Composta martedì 5 aprile 2011
          Vota la frase umoristica: Commenta
            A scuola elementare 3^ classe, la maestra dice a una Bambina:
            Ora stai attenta Sofia, io ho una patata se la taglio a metà, cosa ottengo?
            La Bambina: due metà signora Maestra!
            Brava, dice la maestra, ma se taglio queste due metà a metà, cosa ottengo?
            4 quarti signora Maestra. Bravissima Sofia. Ora stai attenta, se taglio i quarti ancora a metà cosa ottengo?
            Che ora può fare le patatine fritte signora Maestra!
            Giuseppe Esposito
            Composta venerdì 23 settembre 2011
            Vota la frase umoristica: Commenta
              Nel paese è morto il noto cardiologo e tutta la cittadinanza, come al solito, decide di fare una unica onoranza funebre al professionista facendo fare dal fiorista una enorme ghirlanda di fiori a forma di un grande cuore.
              Avevano fatto lo stesso, cioè un'unica ghirlanda a tema, sia per il decesso fornaio, del parroco, ecc. Nel commentare questo insolito sistema di onorare la memoria di noti compaesani, una di esse durante il funerale del cardiologo scoppia in una sonora risata, al che una sua amica presente gli dice "ma ti sembra il caso di ridere ad un funerale"? Ma l'amica, continuando a ridere risponde "Scusa sto pensando a come ci regoleremo appena muore il ginecologo"!
              Giuseppe Esposito
              Composta lunedì 6 agosto 2012
              Vota la frase umoristica: Commenta
                Una giovane signora è affetta da alcuni giorni dall'insorgenza di un fastidioso herpes alle labbra, tipico di molte donne. Quindi si reca in farmacia per trovare un antidoto e conoscendo la dottoressa di turno le chiede un farmaco per farlo sparire.
                La farmacista gli dice, confidenzialmente, che non esiste un farmaco specifico contro l'herpes, ma che conosce un metodo miracoloso e infallibile.
                Le confida all'orecchio di procurasi una goccia di liquido seminale del marito e passarlo sull'infermità, così in due giorni esso sparirà del tutto e per sempre, spiegandole i poteri taumaturgici e miracolosi degli spermatozoi e la loro azione cauterizzante.
                Alcuni mesi dopo la signora, in evidente stato di gravidanza, torna in farmacia per acquistare alcuni prodotti per neonati. La farmacista nel rivederla, si complimenta per la gravidanza avanzata e chiede quando nascerà il bebè, il sesso e se hanno già scelto il nome.
                La signora ironicamente le risponde che è un maschietto e nascerà tra due mesi e in quanto al nome, d'accordo con il marito, sarà "Herpes"!
                Giuseppe Esposito
                Composta lunedì 10 novembre 2014
                Vota la frase umoristica: Commenta
                  Durante una passeggiata nel bosco Biancaneve incontra sul suo percorso un rospo che gli chiede aiuto. "Biancaneve aiutami, una strega cattiva mi ha fatto diventare un rospo con un incantesimo, ma io sono un re, se mi dai un bacio ritorno come prima." Infatti Biancaneve lo raccoglie, gli dà un bacio ed il rospo ritorna veramente un re. Salta sul suo cavallo e se ne va ringraziando la principessa.
                  Più avanti sul sentiero incontra un altro rospo che anch'egli gli chiede aiuto "Biancaneve sono un principe liberami da questo incantesimo della strega, con un tuo bacio." Infatti Biancaneve lo bacia e il rospo si trasforma in un principe, salta sul suo cavallo bianco, ringrazia e se ne va.
                  Continuando il suo cammino Biancaneve incontra un altro rospo, quasi infastidita gli chiede "sei un principe anche tu e sei stato ridotto così dalla strega, vero?" Ma quale principe, gli dice il rospo, sono solo un operaio metalmeccanico! "E perché sei ridotto così? Gli chiede Biancaneve." Ma che ne so io, hanno fatto tutto i sindacati! "
                  Giuseppe Esposito
                  Composta domenica 9 ottobre 2011
                  Vota la frase umoristica: Commenta