Questo sito contribuisce alla audience di

Drammatico


Scritto da: alessia14
in Racconti (Drammatico)

Un insieme

Lui a casa di lei. Con una lecca-lecca, aspettava il suo risveglio. La sera prima si erano ritirati in casa verso le dieci, qualcosa di insolito. Adesso, Francesca dormiva tranquilla. Maggio, il mese esposto verso il caldo, ancora non aveva creato nessun svenimento alla ragazza. Aprì gli occhi e... [continua a leggere »]
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Stefano Napolitano
    in Racconti (Drammatico)

    Bisogna dirsi addio

    È giunto infine il tempo. L'ora dei saluti, il momento, infausto, dove io debba dirvi addio, abbandonarvi perché ormai stanchi di me. Lasciare che il tempo trascorso insieme si mescoli al tempo che verrà, cancellando, spero non del tutto, ciò che fu. Un ricordo amaro, non per forza veritiero del... [continua a leggere »]
    Composto sabato 24 agosto 2013
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Scarface7
      in Racconti (Drammatico)

      Destinati alla separazione

      Tutto ebbe inizio quella maledetta sera. Stavo li seduto davanti a due occhi blu freddi e senza luce, proprio come il mare di notte. Dove sentì una sottilissima voce che mi diceva ti amo e poi i rumori dei passi che si allontanavano costantemente dalla mia sedia e dal mio tavolo. Mi alzai... [continua a leggere »]
      Composto lunedì 22 luglio 2013
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Bartolo Fontana
        in Racconti (Drammatico)

        Un uomo

        Introduzione

        Marco e Marisa Baldini erano sposati da venticinque anni e la loro unione destava invidia agli amici che li conoscevano da tanti anni. Era stato il classico amore nato tra i banchi di scuola. Lei, capelli neri come il carbone, era la più corteggiata dell'istituto. Il suo portamento... [continua a leggere »]
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: Daniele De Patre
          in Racconti (Drammatico)

          C'è gente, ma non c'è nessuno

          C'è un individuo per strada che si trova in difficoltà; ci sono tante persone che lo vedono, ma nessuno interviene. Ad un certo punto un uomo gli va incontro e dice: posso aiutarla? Voglio aiutarla! La persona ringrazia stupita. I due si guardano intorno ed esclamano: c'è gente, ma non c'è... [continua a leggere »]
          Composto domenica 24 marzo 2013
          Vota il racconto: Commenta
            Scritto da: Angelo Vozzella
            in Racconti (Drammatico)

            Sorrisi antiaerei, distrazioni di tufo

            Il sangue ribolliva, mentre le vene ai polsi palpitavano come il cuore. Una goccia di sudore si seccava sulla fronte. La bocca asciutta, il fiatone e le vampate di calore.
            La grotta di tufo, invece, era fresca e accogliente: dopo una corsa in tutta fretta, in seguito al suono della sirena... [continua a leggere »]
            Composto venerdì 4 gennaio 2013
            Vota il racconto: Commenta
              Scritto da: Marco SALSTyle
              in Racconti (Drammatico)

              Pensieri

              In un letto di ospedale, noto un signore anziano, con gravi problemi. Non ha nessuno, nessuno a fianco per compagnia, un figlio, un nipote, un amico. Mi chiedo; perché? Cosa avrà fatto per meritar questo? Bisogna esser animali per non aiutar un proprio padre, qualsiasi cosa abbia fatto, nella... [continua a leggere »]
              Composto mercoledì 13 febbraio 2013
              Vota il racconto: Commenta
                Scritto da: Marco SALSTyle
                in Racconti (Drammatico)

                Ipocrisia

                Un ricco passeggiando per la strada, vede un povero mendicante, che aveva un cartello con scritto: "aiutate un vostro simile, fate la carita? In fondo siamo figli di Dio". Il ricco, si ferma, lo guarda e lo deride, aggiungendo: "io e te siamo diversi, guarda, io son pulito e tu sporco, io son... [continua a leggere »]
                Vota il racconto: Commenta
                  in Racconti (Drammatico)

                  Saggezza della nonna

                  È strano come da qualche tempo, il tramonto e poi le prime ombre della sera calino su di me come un mantello gelido. Un brivido mi percorre la schiena "è la morte che ti è passata dietro" diceva mia nonna, ridendo divertita vedendo le mie manine farle le corna. Già, la morte... a 7-8 anni se ne... [continua a leggere »]
                  Composto mercoledì 20 ottobre 2010
                  Vota il racconto: Commenta
                    Scritto da: Giovanni Barra
                    in Racconti (Drammatico)

                    Si soffre piangendo.

                    Faceva caldo quel giorno. Il traghetto che ci trasportò dal molo Beverello di Napoli, con destinazione Ischia Porto, arrivò puntuale. All'arrivo ci aspettavano i nostri amici Daniele e Anna. Si sono sposati da circa due anni e non hanno ancora un bambino. Era un invito nella quale non poteva... [continua a leggere »]
                    Composto martedì 15 gennaio 2013
                    Vota il racconto: Commenta