Questo sito contribuisce alla audience di

Drammatico


Scritto da: Silvia
in Racconti (Drammatico)

Ama e fai ciò che vuoi

"Ama e fai ciò che vuoi. Se taci, taci per amore. Se parli, parla per amore. Se correggi, correggi per amore. Se perdoni, perdona per amore." Queste parole di s. Agostino le adoravo. Le scrivevo ovunque e ogni volta che le leggevo, mi facevano sentire meglio. "Amor vincit omnia" si suole dire. L... [continua a leggere »]
Composto lunedì 12 novembre 2012
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Pollicina
    in Racconti (Drammatico)

    E' colpa mia?

    Il buio della notte nascondeva tutto intorno. Ad un tratto il rumore di una macchina, poi la frenata improvvisa che segui ruppe il silenzio e per un attimo i fari illuminarono quel buio. Durò pochi secondi perché l'auto non fece in tempo ad aprire e richiudere lo sportello che subito spari nella... [continua a leggere »]
    Composto sabato 27 ottobre 2012
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Giovanni Barra
      in Racconti (Drammatico)

      La Fossa nel Cuore.

      Da quando lavoro in questo studio, non faccio altro che ascoltare solite storie sull'amore e sui sentimenti, ormai, incurabili fra fidanzati, amanti e persone comuni. Lei ha quindici anni, corpo ancora adolescenziale, tenacia nel perseguire l'obiettivo primario, ombrosa e di poche parole... [continua a leggere »]
      Composto giovedì 18 ottobre 2012
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Nella000
        in Racconti (Drammatico)

        Angelo

        Basta che la pioggia non ferisca il mio animo perché lui lo ha già fatto. "Sai mamma dicono che i sentimenti più pure eterni e sinceri vengano quando le lacrime degli angeli cadono sulla terra toccando il suolo freddo e abbandonato provocando un tintinnio dolce che persuade le persone a dire ciò... [continua a leggere »]
        Composto lunedì 20 agosto 2012
        Vota il racconto: Commenta
          in Racconti (Drammatico)

          Quello che non t'aspetti

          Una mattina come tutte le altre. Forse sembra come tutte le altre, ma appena alzato qualcosa non va: la ciabatta destra pare non voglia entrare... piede addormentato, penso, a forza di dormire tutto storto chissà dove vado a finire. Subito i pensieri di tutti i giorni prendono il posto di quel... [continua a leggere »]
          Composto venerdì 8 giugno 2012
          Vota il racconto: Commenta
            Scritto da: margherita1
            in Racconti (Drammatico)

            La primula gialla

            La bambina portava i suoi piccoli piedi tra la terra del bosco. Gli alberi immensi ai suoi occhi, si alzavano al cielo come giganti. Chiazze di erba nuova coloravano i luoghi umidi dell'inverno. Lolli sembrava più piccola della sua età: sei anni appena compiuti. I capelli castani erano raccolti... [continua a leggere »]
            Composto mercoledì 30 maggio 2012
            Vota il racconto: Commenta
              Scritto da: ANTONIO PISTARA
              in Racconti (Drammatico)

              È ora il momento di cambiare

              È arrivata l'ora della riflessione. Siamo di fronte ad una recrudescenza del male in tutte le sue forme e manifestazioni. Il genere umano sta "conoscendo" periodi di grandi lutti ideologici, morali, sociali, materiali; con la perdita e lo sbriciolamento dei capisaldi che avrebbero dovuto essere... [continua a leggere »]
              Composto mercoledì 23 maggio 2012
              Vota il racconto: Commenta
                Scritto da: Carlo Gragnaniello
                in Racconti (Drammatico)

                Jack Green

                In una fredda mattina dell'autunno del 2001, mio padre venne a mancare, ricordo questa data come se fosse oggi, una data scolpita nel petto come un tatuaggio indelebile oppure come una vecchia cicatrice difficile da risanarsi.
                Ricordo che quando misi piede in quella grande struttura biancastra... [continua a leggere »]
                Vota il racconto: Commenta
                  Scritto da: Emiliano
                  in Racconti (Drammatico)

                  Tre foto

                  Quella notte la pioggia immobilizzava mezza cittadina. La gente va di pazzo quando piove. Si ferma, rallenta, sembra aver rispetto della pioggia. La natura contrariamente rispetta solo le sue leggi e ingrata imperversa su uomini senza dimora.
                  Un uomo giaceva sotto un ponte pedonale coperto di... [continua a leggere »]
                  Composto sabato 11 febbraio 2012
                  Vota il racconto: Commenta