Scritto da: Erika Torresetti

Noi

Il mio banco stava dietro il tuo, e dopo qualche giorno diventammo amici ma niente di più.
Un giorno mi avevi detto:
-Ti piaccio? - io ti risposi - No. Perché mi dvresti piacere? - che stupida che ero. Non volevo rendere evidenti i sentimenti che provavo per te, perché erano troppo imbarazzanti...
[continua a leggere »]
Erika Torresetti
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Erika Torresetti

    Una dichiarazione mai dichiarata

    Tutto il mondo è scuro, insensibile, solitario senza la tua presenza. È assurdo pensare nella mia stanza, che da qualche parte stai pensando a me.
    In uno specchio, vedo il riflesso del tuo ricordo impresso nella mia mente, dove ci sono luoghi inesplorati dal mio cuore e dalla mia stessa mente...
    [continua a leggere »]
    Erika Torresetti
    Vota il racconto: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di