Questo sito contribuisce alla audience di

Preghiere a Gesù


Scritta da: Lucchetto
in Preghiere (A Gesù)
O Mio Caro Buon Gesù
io ti amo sempre più,
tu ci hai dato la tua vita
voglio sia glorificata,
ma no so che cosa fare
per saper anche io donare
sono debole incapace
per gustare la tua pace,
ma se questo tu lo vuoi
sono certa tutto puoi
perciò confido su di te...
ti prego serviti di me.
"Parole di un Angelo".
Vota la preghiera: Commenta
    Scritta da: GIUSEPPE BARTOLOMEO
    in Preghiere (A Gesù)
    Abbiamo meditato, pianto e cantato sul Tuo calvario,
    Signore e fratello di tutti noi mortali, fedeli e infedeli.
    Ti abbiamo trascinato davanti ad autorità come Pilato,
    inviato come merce di pace davanti al tuo re Erode,
    incoronato, con beffe e burla, con pungenti spine,
    flagellandoti come malfattore a una fredda colonna.

    Tutto hai sopportato per noi come umile figlio di Dio:
    ti abbiamo beffeggiato vestendoti con manto di porpora,
    ti abbiamo caricato la nostra pesante croce di ogni giorno,
    abbiamo messo a sorte la tua intima tunica, simbolo d'unità.
    Anche i tuoi discepoli si sono allontanati per vigliaccheria.
    Abbiamo avuto paura della morte e ci siamo allontanati.

    Sentiamo il tuo grido: Dio mio perché mi hai abbandonato!
    Nella solitudine della morte il tuo grido ha scosso la terra,
    il cielo ha pianto e tremato, ha spaccato il velo del tempio,
    ha squarciato la terra e i morti sono usciti dalle loro tombe.
    Cosa ci resta ancora per credere che sei venuto a salvarci
    per dare dignità all'umanità beffeggiata dal nemico Satana?

    Viaggiamo insieme, Signore di pietà, su questa nostra terra:
    aiutaci a dimenticare il passato della nostra galoppata solitaria
    che ci portava fuori dalla pista divina e umana che ci hai tracciato.
    Dacci ogni tanto un pizzicotto che ci faccia aprire i nostri occhi.
    Aprici agli orizzonti vasti e infiniti della tua divina misericordia.
    Aiutaci a formare, come tuoi figli, un girotondo di vera fraternità.
    Composta giovedì 21 marzo 2019
    Vota la preghiera: Commenta
      Scritta da: Daniela Cesta
      in Preghiere (A Gesù)
      Signore, guardando noi negli occhi
      hai messo tra le nostre dita
      un ramoscello di olivo.
      Qualcuno ha mormorato commosso: "Grazie Gesù"
      con il suo dolce sorriso ha tranquillizzato tutti,
      nessuno è come te Signore.
      Non giudichi, non allontani nessuno, non condanni,
      tu ami, sempre in ogni caso.
      il calore Divino è straordinario ma
      quando hai tolto lo sguardo su di me,
      il gelo avvolse il mio corpo e la mia anima.
      Bella la trionfale entrata a Gerusalemme
      nella gioia festante di tutti i peccatori,
      all'improvviso capii che il Signore
      andava incontro alla malvagità umana,
      caricando su di se peccati non suoi.
      Chissà quali sentimenti affollano il tuo cuore...
      piansi vergognandomi di me stessa
      e della mia ipocrisia.
      Composta venerdì 12 aprile 2019
      Vota la preghiera: Commenta
        Scritta da: Daniela Cesta
        in Preghiere (A Gesù)
        Tu sei la vivente carità
        sei il pane che entra nei cuori
        con il tuo silenzio avvolgi le anime
        con il tuo tocco leggero attiri a te
        coloro che sono lontani e vivono nelle tenebre
        dalle tue labbra escono parole di vita
        parole forti che penetrano nel profondo
        il silenzio è sul tuo volto pieno di luce
        nel tuo cuore fiammeggiante trabocca l'amore
        chi sei tu re dell'universo?
        Figlio del creatore, destinato al sacrificio
        sangue e acqua dal tuo costato
        cibo vivente per l'intera umanità.
        Silenziosa luce divina.
        Salvezza dall'abisso.
        Composta giovedì 28 marzo 2019
        Vota la preghiera: Commenta
          Signore Gesù, ti adoro e ti ringrazio
          per la fede che mi hai dato nel battesimo.
          Tu sei il Figlio di Dio fatto uomo,
          tu sei il Messia Salvatore.
          In questo momento voglio dirti come Pietro:
          "Non c'è sotto il cielo altro nome dato agli uomini
          nel quale possiamo essere salvati".
          Ti accetto, Signore Gesù, nel mio cuore e nella mia vita:
          voglio che tu ne sia l'assoluto Signore.
          Perdona i miei peccati,
          come hai perdonato i peccati del paralitico del Vangelo.
          Purificami con il tuo sangue divino.
          Io metto ai tuoi piedi la mia sofferenza e la mia malattia.
          Guariscimi, Signore, per il potere delle tue piaghe gloriose,
          per la tua croce, per il tuo Preziosissimo Sangue.
          Tu sei il buon Pastore e io sono una delle pecore del tuo ovile:
          abbi compassione di me.
          Tu sei il Gesù che ha detto:
          "Chiedete e vi sarà dato".
          Signore,
          il popolo della Galilea
          veniva a deporre i propri malati ai tuoi piedi
          e tu li guarivi.
          Tu sei sempre lo stesso, tu hai sempre la stessa potenza.
          Io credo che tu puoi guarirmi perché hai la medesima compassione che avevi per i malati che incontravi, perché tu sei la risurrezione e la vita.
          Grazie, Gesù, per quanto farai:
          io accetto il tuo piano d'amore per me.
          Credo che mi manifesterai la tua gloria.
          Prima ancora di conoscere come interverrai, ti ringrazio e ti lodo.
          Amen.
          Vota la preghiera: Commenta
            O Signore Gesù,
            durante la tua vita sulla nostra terra
            hai mostrato il tuo amore,
            ti sei commosso di fronte alle sofferenze
            e molte volte hai ridato la salute ai malati
            riportando nelle loro famiglie la gioia.
            Il nostro caro (nome) è (gravemente) ammalato,
            noi gli siamo vicini con tutto ciò
            che è umanamente possibile.
            Però ci sentiamo impotenti:
            veramente la vita non è nelle nostre mani.
            Ti offriamo le nostre e le sue sofferenze
            e le uniamo a quelle della tua passione.
            Fà che questa malattia
            ci aiuti a comprendere di più
            il senso della vita,
            e concedi al nostro (nome) il dono della salute
            perché possiamo insieme ringraziarti
            e lodarti per sempre.
            Amen.

            O Cristo, medico dei corpi e delle anime
            veglia sul nostro fratello infermo e sofferente;
            e, come il buon samaritano, versa sulle sue ferite
            l'olio della consolazione e il vino della speranza.
            Con grazia sanante del tuo Spirito
            illumina la difficile esperienza della malattia e del dolore,
            perché sollevato nel corpo e nell'anima
            si unisca a tutti noi nel rendimento di grazie
            al Padre delle misericordie.
            Tu vivi e regni nei secoli dei secoli.
            Dio Creatore e Salvatore,
            Tu domini con l'affetto le creature e le guidi alla salvezza.
            Noi ti preghiamo: risana le ferite di questo nostro caro ammalato,
            allevia il suo dolore e concedigli la salute del corpo.
            Perdona i suoi peccati e liberalo dall'angoscia della malattia.
            Noi abbiamo fiducia in Te:
            Tu hai guarito tanti ammalati,
            hai liberato dal carcere i tuoi apostoli Pietro e Paolo,
            e hai comandato ai tuoi sacerdoti di assistere gl infermi.
            Signore, fa che questo nostro caro malato
            sia liberato dal carcere della malattia
            e che possa ringraziarti nella tua Chiesa.
            Così sia.
            Vota la preghiera: Commenta