Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Domenico Caturano (Sam Schaytu)

Tumore

Arrivi di nascosto
scegliendo il tuo posto,
come un espresso
e riduci come un cipresso!
Senza pietà,
in questa realtà
laceri corpi con crudeltà
a questa umanità
che vive di dignità!
Tumore!
Verrà il giorno in cui ti dimostro
la mia forza di coraggio
faccia a faccia
ed in gran battuta
sconfiggendo il tuo male astuto.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Domenico Caturano (Sam Schaytu)

    Lei

    Solo lei mi emozionava
    donandomi spensieratezza
    in quei attimi appaganti
    della mia esistenza...
    Dolce viso angelico
    anima pura e bianca,
    non era mai stanca...
    Sorrideva al mondo
    sorrideva al popolo...
    lasciava un sorriso
    inciso su ogni viso...
    la sua aurora
    planava sulle nuvole,
    dipingeva sentieri pieni di colori
    avvolgendoli di luce eterna...
    i prati fiorivano al suo passaggio,
    i suoi canti erano note armoniose...
    ed io... inerme e perso nei suoi occhi,
    intravvedevo un mondo irreale
    ma sereno e pieno di pace...
    pieno di serenità e tranquillità!
    Aurora, dalle mille parole...
    tinteggiava la mia anima
    con sussurri caldi d'amore,
    ed emozionava il mio cuore
    guarendo le mie ferite,
    da quei atroci dolori!
    I sogni aleggiano
    tra i miei ricordi,
    il tutto incorniciato
    nel tempio della vita...
    gridandolo senza far rumore
    nel libro dell'amore.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Domenico Caturano (Sam Schaytu)

      Empatia

      Quando si è puri...
      tutti alzano i muri,
      l'essere umano...
      viene calpestato con la mano!

      Empatia fa rima con simpatia...
      anche se non vedi,
      ti accorgi che non tutti hanno i remi...
      ma in alcuni,
      percepisci il suo umore,
      la sua anima splende
      avvolgendoti la mente
      stregandoti interiormente.

      A malincuore...
      ti provocan dolore...
      è un dono di natura
      per fortuna senza censura.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Domenico Caturano (Sam Schaytu)

        Anno nuovo

        Freddo gelido
        mattino grigio,
        risveglio stanco
        festa quasi finita.

        Apro gli occhi
        mi sento accolto
        avvolto dal caffè,

        aroma dolce
        na cassatina
        n'artra deliziatina
        mi sazia di allegria.

        È arrivato l'anno nuovo
        mi sento come un uovo
        racchiuso con mille idee
        da fare e non rifarei...

        Cosa è cambiato?
        Nulla!
        Buon Anno!
        Composta martedì 1 gennaio 2019
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Domenico Caturano (Sam Schaytu)

          Capodanno

          Che ci vuoi fa'
          stanno tutti a mangiar
          tra canti e allegria
          tutti festeggian per la via...

          Dimenticano il povero,
          dimenticano i terremoti
          dimenticano le famiglie bisognose,
          dimenticano... dimenticano...

          Nessuno allunga la mano
          dando una tregua alla guerra,
          nessuno aiuta il bambino
          che ha perso i sogni
          ha perso ogni speranza...

          Mi rattristo in questo momento
          cado nello sgomento
          penso e ripenso
          l anima triste di chi ha perso...!

          Capodanno è solo uno strano malanno!
          Composta lunedì 31 dicembre 2018
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Domenico Caturano (Sam Schaytu)

            Sensibilità

            Che ci vuoi fa
            se un domani scopri la tua sensibilità,
            non l'accetti perché soffri sempre
            sei lì a chiederti
            cercar di capire...

            Vedi negli altri
            un miraggio un oasi,
            dove attingere per dissetarti...
            e invece scopri che era una voragine
            e ti prende la vertigine,
            ti batte forte il cuore
            e lo stomaco ha dolore.

            Commenti e complessi,
            generano furore...
            altri non ti capiscono
            e ti criticano a vista.

            In ritardo scopri il tuo difetto,
            ma è un fatto in cui bisogna
            saper conviverci...
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Domenico Caturano (Sam Schaytu)

              Gratitudine

              Miii accidenti
              me so cascati i denti
              appena ho ricevuto la chiamata
              ho notato na figura tutta strana,
              Chi sarà mai?
              se non l'apri non capirai mai!
              Era na tipetta sfiziosetta
              ed io rimasi colpito dal suo sorriso infinito...
              Subito mi puntò er dito
              con sillabe acuta e assonante
              mi spostai all'istante,
              m indicò una dritta via
              per fortuna ritrovai l'anima mia!
              Si rideva a crepa pelle
              uhh esclamò: me so scordato le ciambelle in padella!
              Accidenti! Attenta alla rivoltella...
              se scappa er colpo fa er botto!
              Battute tra risposte e rime
              il ghiaccio si ruppe per prima,
              à signò esclamai...
              Molti dicono che so attore,
              altri dicono che ho la maschera...
              ed altri... commediante!
              Lasciali giudicà disse la tipetta,
              non accettano la persona schietta!
              Sei tanto caro...
              educato e molto apprezzato,
              guarda avanti dritto a te
              incontrerai serenità
              e l'allegria dentro di te!
              Che tipetto ed io che pensavo tutto strano,
              mi hai allungato la mano
              ed io te ne sarò grata!
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Domenico Caturano (Sam Schaytu)

                Potere

                Mentre il potere prende piede
                gli stati sono complici di guerre
                tutte le terre sbriciolate
                culture ammassate
                ammazzate e trucidate!
                Popoli contorti
                ambigui e discriminanti
                si uccidono a vicenda...
                gli sceicchi che navigano nell'oro,
                mentre i poveri aumentano
                e vengono lapidati e ignorati!
                Questo è il mondo
                senza dialogo e conforto...
                dignità e umiltà chiusi in un gibus,
                all'infinito tutti a puntare il dito,
                si nascondono dietro parole
                nascondendone le prove
                inventandosi alibi
                e salendo sugli altari
                ingannandone il reale!
                Nemmeno la fede
                non ha più voce,
                aumentano dolori atroci
                grida disperate
                di civiltà inabissate!
                Noi vittime di questo millennio
                non esiste speranza
                a tal tolleranza...
                vogliamo la pace
                stanchi del passato
                ma soprattutto del presente
                ove ogni pericolo... rimane assente!
                Esisterà solidarietà
                chissà...
                di certo non rimarrò in silenzio
                in quest'epoca senza una resistenza!
                Vota la poesia: Commenta