Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie dal Libro:Vite Perse

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.
Autore:
Marco Giannetti
Editore:

Scritta da: Marco Giannetti

Tempo incantato

Ti mancava il respiro quando nell'idillio di un bacio porgevi carezze, parole, ascolto.
Troppe sensazioni comporta l'amore, come troppo vento scompiglia le foglie, così tremavi ad ogni mio soffio.
Hai riempito d'oro il mio cuore, nel sussulto di un semplice gesto hai baciato la mia bocca diventando in un attimo... l'incanto del mio tempo.
dal libro "Vite Perse" di Marco Giannetti
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Marco Giannetti

    Gli occhi tuoi

    Sai oscurare ogni spiraglio di vana luce e di speranze lontane, perché di me vuoi tristezza e compassione e dalla mia prigione osservo impotente il tesoro della libertà.
    Anima mia, ovunque tu sia, in cielo e nelle nuvole, in terra e nelle acque, non soffocarmi con te ma insegnami il respiro, soffiami aria per non soffrire, per non perire.
    Solo se respiro mi elevo alla luce, solo se mi rialzo posso scaldarmi del sole.
    Posso farti compassione ma rifuggo i tuoi occhi affinché, una luce vera brami la mia vera passione.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Marco Giannetti

      Primavera

      Oggi è primavera, il cielo è blu e l'aria intorno si lascia respirare a pieni polmoni.
      Mi accorgo di avere pensieri cupi, serve a poco lagnarsi di errori non commessi.
      È comunque tutto bello, ho la certezza di portare gioia nella famiglia...
      a te Daniela che sei al mio fianco con amore e passione dagli acerbi anni della fanciullezza.
      A te Federica, figlia dell'amore mio, auguro di avere lo stesso bene che sai donarmi.
      Volevo sapeste che non vi ho mai tradito, e che il destino ha tradito me, innamorandosi del mio corpo.
      Il destino non ha anima né cuore e, non ne parlo con dolore, uso parole e gesti dei miei anni migliori...
      Vorrei camminarvi al fianco, ma oggi la primavera mi coglie stanco... resto immobile e seguo ogni vostra emozione.
      Voi continuate a sorreggere i miei passi, affinché domani possa io corrervi incontro.
      dal libro "Vite Perse" di Marco Giannetti
      Vota la poesia: Commenta