Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Saverio Ferrara

IMPIEGATO TELECOM IN PENSIONE, nato martedì 20 luglio 1954 a ROCCARAINOLA (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Frasi per ogni occasione, in Diario e in Preghiere.

Scritta da: SAVERIO FERRARA

La disperazione dell'indifferenza...

Parole,
consigli non recepiti,
poi urla!

Fulminee saette
si perdono nel vuoto
dell'indifferenza...

Silenzio,
disperazione...

Ancora parole,
implorazioni
senza approdo...

Lame acuminate
ritornano
ed affondano nel cuore...

Il dolore
cede il posto
ad un lacerante silenzio...
Saverio Ferrara
Composta sabato 5 maggio 2012
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: SAVERIO FERRARA

    Occhi verdi

    Allegri scintillii
    irradiano
    i tuoi occhi.

    Riflessi
    color acqua
    mi svelano
    il tuo intimo.

    Mi avventuro
    nel tuo mondo
    e felice vagabondo.

    Mi perdo
    e mi appago
    in una soave dolcezza.

    Granello di sabbia
    che alla sua duna
    torna...

    Goccia di pioggia
    che nell'oceano
    si fonde...

    Seme
    che penetra
    nel fertile terreno...

    Il cuore
    si coccola
    nell'arcobaleno
    dell'amore...
    Saverio Ferrara
    Composta martedì 24 aprile 2012
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: SAVERIO FERRARA

      Le ali dell'anima

      Ancora cosciente
      ti ho lasciato in una stanza.
      Ti ritrovo in una sala,
      accessibile solo a pochi.

      Il tuo cuore, il tuo respiro
      sono ad una macchina legati.
      Chissà se la tua mente vive,
      chissà se la tua mente sogna.

      Fuggevole illusione
      di riportarti in vita.
      Propago in una cuffia
      la tua melodia più cara.

      Sfoglio nel passato
      immagini ridenti
      ma il tuo spensierato volto
      si sbianca nel presente.

      Le tue preferite note
      han messo le ali
      alla tua anima
      e verso l'infinito
      l'hanno accompagnata.
      Saverio Ferrara
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: SAVERIO FERRARA

        Continua a vivere...

        Quanto tempo
        è passato!
        Uniti e liberi
        in un solo cuore.
        Ad un tratto
        un vuoto...
        Non vi sono più pareti
        a sostegno
        del nostro tetto.
        Il male
        le ha distrutte,
        mi ha distrutto...
        Vai,
        sei giovane,
        trova un altro cuore.
        Continua a godere
        i tuoi giorni belli.
        Sarò felice
        della tua felicità.
        Forza!
        Fai rivivere
        il tuo amore.
        Il mio rimarrà con te
        e gioirà per sempre
        nel silenzio dell'eternità...
        Saverio Ferrara
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: SAVERIO FERRARA

          Giovinezza

          Corri leggiadra
          tra le margherite del prato,
          con le forme sinuose
          che sprizzano vita.
          Delicata sensualità
          dal tuo corpo si libera,
          mentre spensierata
          verseggi
          una maliziosa canzone.
          Diffondi nell'aria
          irresistibile fragranza
          che i giovani cuori
          illude e fa sperare...
          Quasi ad imitarti,
          una variopinta farfalla
          ti segue leggera,
          mentre un usignolo
          innamorato
          gorgheggia il suo richiamo.
          Saverio Ferrara
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: SAVERIO FERRARA

            Sgorga la fonte

            Dalle cime più alte
            lentamente si filtrano
            minuscoli rivoli
            che in un punto si uniscono.

            Sgorga la fonte
            alle pendici del monte.

            Leviga in cascata
            il suo letto di pietra.

            L'esperto montanaro
            placa l'arsura.

            Si rinfrescano e dissetano
            tante creature.

            Il percorso
            dà vita all'arida flora.

            Il dolce gorgoglio
            richiama e rallegra...

            Gli uccelli del bosco
            accorrono festosi
            e creano insieme
            un coro armonioso.
            Saverio Ferrara
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: SAVERIO FERRARA

              Scorre il tempo... resta l'amore

              Sguardi innamorati
              si cercano impazienti.

              Fuori dal tempo
              si incrociano,
              si illuminano,
              si intrecciano.

              Labbra sensuali
              si esplorano,
              si baciano.

              I cuori vibrano,
              cullandosi estasiati
              come al primo incontro.

              Soavi emozioni
              si liberano beate
              e riaffiorano sui volti.

              Si trasformano
              in brividi
              che accelerano i respiri.

              Si avvinghiano i corpi
              abbandonandosi in fin
              al dolce idillio dei cuori.
              Saverio Ferrara
              Composta martedì 31 gennaio 2012
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: SAVERIO FERRARA

                Ssst...

                Silenzio.
                Ascolta la natura.
                Ascolta l'allegro cinguettìo
                degli uccelli,
                il dolce mormorìo
                del ruscello,
                il lieve fruscìo
                del vento
                che risveglia le foglie.
                Godi questo idillio.
                Silenzio.
                Avvicinati.
                Ascolta il mio respiro,
                l'armonia del mio cuore
                che ripete all'infinito
                la parola:
                Amore...
                Saverio Ferrara
                Composta mercoledì 7 dicembre 2011
                Vota la poesia: Commenta
                  Scritta da: SAVERIO FERRARA

                  Fermati...

                  Fermati.
                  Fermati un istante.
                  Dedica qualche attimo
                  a chi silenziosamente
                  ti sta cercando...
                  Contempla i suoi occhi.
                  Scoprirai la sua ansia.
                  Non scappare...
                  Ha bisogno di te...
                  Ha bisogno del tuo affetto.
                  Ha bisogno del tuo amore.
                  Fermati.
                  Non correre....
                  Non lottare
                  contro il tempo...
                  Non indugiare.
                  Segui la voce
                  del tuo cuore....
                  Fermati.
                  Sei ancora in tempo...
                  Domani, forse,
                  è troppo tardi...
                  Saverio Ferrara
                  Composta mercoledì 7 dicembre 2011
                  Vota la poesia: Commenta
                    Scritta da: SAVERIO FERRARA

                    Saveriù...

                    Al fin
                    mi addormento
                    stanco
                    con i miei pensieri.
                    Un nome mi giunge
                    e mi fa sussultare:
                    "Saveriù"!
                    Mi chiamavi così
                    quando ero bambino.
                    Con somma gioia
                    ti ritrovo
                    ad aspettarmi.
                    Mi precipito
                    ad abbracciarti,
                    ma ahimè
                    non sento il calore
                    del tuo corpo.
                    Le mie braccia,
                    stringono
                    il vuoto.
                    Le mie labbra
                    cercano invano
                    le tue guancia.
                    Ti vedo,
                    ma sei per me
                    irraggiungibile...
                    Solo il tuo sguardo
                    riesce a trasmettermi
                    l'affetto
                    di una mamma
                    che vede suo figlio
                    sempre ragazzino.
                    Gli anni son passati
                    mamma!
                    Gli eventi della vita
                    stanno invecchiando
                    il mio cuore...
                    Ti ricordi
                    quando facevo
                    i capricci?
                    Tu, prontamente,
                    esaudivi
                    tutti i miei desideri.
                    Adesso non puoi...
                    non sono
                    semplici capricci
                    di bambino...
                    Prega per me
                    come solo tu sai fare...
                    Saverio Ferrara
                    Composta domenica 27 novembre 2011
                    Vota la poesia: Commenta