Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Saverio Ferrara

IMPIEGATO TELECOM IN PENSIONE, nato martedì 20 luglio 1954 a ROCCARAINOLA (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Frasi per ogni occasione, in Diario e in Preghiere.

Scritta da: SAVERIO FERRARA

Sposi

Rintocchi festosi
risuonano in piazza.

Cuore di petali
sul verde tappeto.

Un coro di auguri
di parenti ed amici.

Giovani sposi
si baciano felici
in una pioggia di riso
profumato di rose.

Un panno si scopre
colombe che volano.

Dall'alto campanile
bianche vedette
ammirano e godono
una scena gioiosa.

... Si è realizzato
un fantastico sogno.
Saverio Ferrara
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: SAVERIO FERRARA

    A mia suocera

    Stanca
    di non essere nel tuo letto.
    Sfiduciata
    da un'attesa ormai vana.
    Rassegnata
    al pensiero di una guarigione
    che non verrà.

    Mi stringi la mano
    senza parlare.
    Non puoi parlare...
    Le palpebre si muovono lente.
    Leggo amara tristezza
    nei tuoi occhi già spenti.

    Mi stringi la mano...
    cosa vuoi dirmi?
    Un filo di voce
    non sussurrato:
    "Portami con te,
    portami a casa".

    Vorrei tanto,
    ma spero...
    Spero che tu riacquista
    il vigore
    di ritornare ancora tra noi...
    Saverio Ferrara
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: SAVERIO FERRARA

      Amore di chioccia

      Piccoli batuffoli
      giallo canarino
      pigolano,
      si rincorrono,
      si beccano.

      Al calore del sole
      qualcuno gode
      quella scena festosa.

      Fuori dal sicuro recinto
      un gatto osserva attento,
      ma non potrà mai riuscire
      nel suo abile intento...

      Cala la sera.

      Ogni mamma chiama
      i propri figli.

      Mamma chioccia
      raduna i suoi piccoli,
      gonfia le piume e con
      il suo corpo riscalda
      e protegge le sue creature.
      Saverio Ferrara
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: SAVERIO FERRARA
        Vorrei ancora piangere.
        Vorrei urlare:
        mamma!

        Vorrei,
        ma non posso...

        Non posso.

        Le corde si bloccano,
        le mie labbra
        non emettono più suoni.
        I miei occhi
        non producono più lacrime.

        Mi manchi mamma.

        Mi mancano i tuoi baci,
        mi mancano le tue carezze,
        mi mancano i tuoi consigli,
        mi manca la tua voce.

        Mi manchi tu.

        Vieni per pochi attimi,
        abbracciami.

        Dimmi
        che presto finirà...

        Fammi sognare.
        Mamma, vorrei...
        Saverio Ferrara
        Vota la poesia: Commenta