Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Rosarita De Martino

Pensionata (da poco tempo), nato giovedì 1 gennaio 1942 (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Racconti.

Scritta da: Rosarita De Martino

Terremoto d'amore

Improvvisa, inattesa
la terra trema
in notte oscura.
Sostenute solo da colonne
riempite di fluida sabbia,
incuria d'infami costruttori,
traballano le vostre case,
precipitando in pozzi di dolore.
Silenzio di morte
vi ricopre tetro.
Ma, ecco, flebile pianto di bimbo,
sussurro straziante di madre
diventano urlo di dolore,
che rimbomba
da fiume a mare,
da monte a valle,
percuotendo
i cuori di tutta Italia.
Si spegne il compianto,
s'innalza una preghiera
e vi abbraccia fraterno
unanime terremoto d'amore.
Rosarita De Martino
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Rosarita De Martino

    Mio padre

    Presenza mai assente nella mia vita
    sei tu, o padre.
    Ti vedo come fontana grande
    di pura acqua cristallina
    dove io bimbetta
    ancora incerta e traballante
    a piccoli sorsi bevevo
    l'acqua canterina.
    Tu mi donavi forza e sicurezza grande
    e nessuna paura adombrava la mia vita!
    Varcavo appena la giovinezza
    e altra acqua richiedevo
    per la mia nuova sete:
    l'acqua fresca della speranza
    e l'ho avuta ancora da te
    o fontana grande, o Padre!
    Ma un nero giorno di febbraio
    tu sei volato via
    sei diventato assenza strana
    ma ancora presenza gratuita d'amore.
    O fontana grande, perché mai ti sei inaridita?
    Con fatica ho ricercato
    la tua pura fonte cristallina.
    Rosarita De Martino
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Rosarita De Martino

      Il bosco

      Il silenzio sacro del bosco
      mi circonda e mi avvolge,
      cammino lenta e attonita
      fra mormorio di vento.
      Un raggio rilucente,
      filtrando tra gli alti rami,
      mi risveglia il core
      e porta l'eco di risate argentine.
      Ma chi parla? Chi ride?
      Io sono come pianta morta tra questi rami vivi.
      Mi fermo: tre alberi, racchiusi in cerchio,
      mi accolgono quale piccola,
      stanca, indifesa creatura,
      già colma d'anni
      ma avida di gioia.
      Mi abbandono tra le verdi braccia,
      ne respiro il profumo di resina,
      di pini, di altri tempi
      lontani eppur così presenti!
      Rosarita De Martino
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Rosarita De Martino

        Al dottor Cavallaro

        Attendo trepida
        stringendo in mano
        il mio foglio numerato.
        Entro e ti vedo
        chiuso in bianco camice
        e già t'interrogo dubbiosa.
        Ma improvviso scopro
        il tuo talento arcano:
        ogni tuo paziente
        non è per te un foglio numerato,
        perché nei suoi occhi inquieti
        ne capti la storia
        e, premuroso,
        ne condividi il peso.
        Ad ognuno regali
        il tuo verde sguardo
        di prato
        condito da tuo sorriso amico.
        Rosarita De Martino
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Rosarita De Martino

          Controtestimonianza

          In affollata via
          t'incontro
          chiusa nel tuo abito di suora.
          Perplessa ti osservo
          e capto tua sofferenza
          amara.
          Tumultuosi marosi
          ti hanno lacerato.
          Ma, per incanto di poesia,
          oggi
          ne percepisco
          la presenza arcana.
          I tuoi occhi spenti
          di gioia,
          serrati alla speranza,
          rivelano
          il tuo io
          con recondito linguaggio.
          Ma attonita mi chiedo:
          "Il tuo Signore,
          oggi,
          è diventato per te
          possesso mai posseduto?"
          Rosarita De Martino
          Vota la poesia: Commenta