Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Mariella Buscemi

Psicologa/Autrice, nato domenica 3 gennaio 1982 a Enna (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Mariella Buscemi
Ora che sono fachiro inconcludente
sulle lastre fredde dell'anima dissolta
_ disciolta è la neve
che nera s'appresta a salire
dai cieli bassi
dai nervi come abissi
dai miei tremori come collassi.

Selenica la mia pelle
trasfigura
s'inserisce a goccia
tra i seni grandi
e le gole arse
e segna ellissi nel tempo futuro
che fa morsa e morde
rigira l'iperbole
a ciò che è stato.

Quanto era vanto essere bella.
Mariella Buscemi
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Mariella Buscemi
    Inorridisce tutt'attorno
    di ciò che rimane chiuso fuori
    sigillato dentro
    l'ottavo peccato
    di un settimo senso
    di gemiti affannosi in tre ottavi
    numerazioni lente
    parole prive d'alfabeto
    che l'atono è nella voce che implora
    di ciò che annovera nella sfilza dei ricordi
    marcia memoria mi sarai
    e io dimenticanza lieve
    nobile nel taciturno furore
    delle carni non ho più malattie

    È morto anche il silenzio.
    Mariella Buscemi
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Mariella Buscemi
      Io mi presento e non sono me stessa
      la mia mano amputata
      e il tuo arto fantasma rimasto a toccarmi
      ché mi è voglia tutto questo
      dalla mancanza al tuo perpetuo senso
      dell'assoluto che mi spurga dentro
      quando fuori non ci sei
      perché sei calco
      osso di traverso
      nervo e verbo
      e quando mi sono uccisa
      il tuo nome è diventato sacrificio.
      Mariella Buscemi
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Mariella Buscemi
        La sfida di vedere quanto è profondo il baratro
        e quanta aria abbia l'anima
        dall'orlo dei nervi
        al precipizio dei brandelli d'umori
        e tastare il durante
        assaporare il mentre del vento
        dal corpo che oscilla
        nella bascula del freddo
        che si fa più tagliente nella caduta
        e spacca la gravità ed il suo centro
        la corda immaginaria attaccata
        al gracile ramo d'un albero abbattuto
        ché la terra calcata
        ha ceduto con me
        e m'anticipa il volo
        scende in pioggia
        ed io calo come sasso
        corpo attratto dal baricentro infernale

        Il basso aspetta sempre.
        Mariella Buscemi
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Mariella Buscemi
          M'impasto sempre all'incomprensibile
          quando le emozioni mi stanno appese
          per la bocca ad ami che bucano il dolore
          come pesci agonizzanti
          brachicardici dal battito all'impossibilità.

          Mi sarebbe preferibile anche la rete
          ché da prigione ne farei custodia
          e delle sue maglie d'acciaio
          un copriabito argenteo
          che rivela la mia profonda natura.
          Mariella Buscemi
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Mariella Buscemi
            Quasi tutto mi è offerto
            quando il mio corpo è lento
            sotto il desiderio dei tuoi occhi
            che mi falcia tra le cosce velate
            e
            nulla è veramente visibile
            ché tutto è chiaramente immaginabile
            e così il mio ventre si fa sabbia
            - tu mare -
            che torni tante volte quante ti rimando
            a segnarmi col bastone
            sul bagnasciuga
            una scritta
            ch'è la tua firma
            la risacca non cancella
            e tu m'imprimi.
            Mariella Buscemi
            Vota la poesia: Commenta