Questo sito contribuisce alla audience di

I giorni erano bui, sempre
si era illusa che il cuore potesse battere bene
trovando la dimensione giusta o almeno credeva
voleva convincersi di controllare la situazione
in realtà tutto andava a rotoli
e si perdeva nel vuoto delle sue convinzioni
che corrispondevano al falso
Passava il suo tempo ad assumere ogni giorno
atteggiamenti scontrosi e ciò perché mancavano
quegli appigli necessari per sentirsi meno debole
meno sola soprattutto quando il dolore l'affliggeva
devastandola dentro dove il suo cielo avrebbe dovuto godere
di momenti meravigliosi portati ad una unica soluzione
quella di aver la certezza che niente potesse farle male
respirando un'aria pulita un benessere per il fisico e la mente
la più efficace. Si mosse sotto ai suoi piedi un tappeto antico
scintillò come un gufo con orbite al posto degli occhi mai veramente chiusi
e il cervello in movimento anche di notte con una sveglia incorporata
affettuosa ma noiosa e dura da sostenere. Un canto pietoso ed anelo
aprì le porte, svegliò il tramonto che accecato si distese
lei coperta affondò le unghie
per ripararsi dai sogni asfissianti
e da uno strato di crema sulla pelle scura
Fili di lana morbidissima illuminata dall'alba strinse forte
sparendo in un raggio di sole rassicurante, la fede, aveva cercato.
Maria Angela Carosia
Vota la poesia: Commenta
    Sorrisi nascosti tra i visi dei silenzi
    trattengono i respiri
    nelle lune abbagliate dai fari
    sorridono senza farsi notare
    si sentono derubati.
    Non si accorgono
    dell'enorme fatica
    del modo in cui si devono sforzare
    le mascelle indurite a sforzi notevoli si sottopongono.
    Le parole non vengono
    e neanche il silenzio spontaneo.
    Appare il sudore, esce dai pori
    che si trattiene
    come camminare
    su un rettilineo cortissimo percorso trattenendo il fiato
    e dopo con una esplosione di perfetta liberazione, liberi d'apparire naturalmente.
    Maria Angela Carosia
    Vota la poesia: Commenta
      Favola dagli occhi a mandorla
      nell'ombra scruta il verde
      dell'innocenza
      che tuttavia
      non proprio innocente è
      lati nascosti ha
      e son quelli cattivi
      che si mascherano
      e rivivono una nuova identità
      sforzandosi di essere
      quello che non sono
      indossando abiti
      per niente adatti
      all'immagine che indossano
      sempre in tutte le occasioni
      di finte espressioni
      destinate ad impazzire.
      Riconosce che è come un sogno
      e si illude di poter cambiare
      vestendosi d'aurora resuscitata
      fra terreni incontaminati.
      Li fa suoi camuffandoli
      senza esserne sicura
      che accolta verrà
      facendola sentire
      comodamente
      a casa sua.
      Maria Angela Carosia
      Vota la poesia: Commenta

        Sarà come vedere l'inverno svanire

        Potrebbe esser l'infinito
        di una stella
        una cometa
        che spegne il volto
        in un assurdo vento
        di una dolce melodia
        così la canteremo
        a lei penserai
        come un angelo
        che scurisce
        soltanto se lo vuoi
        chiudi gli occhi
        che succederà
        più bella la vedrai
        affacciata al balcone
        ti sorriderà
        fra vasi
        gli occhi spunteranno
        scrutandoti dritto
        verso le nubi del cielo
        che si guarderanno
        e mentre lo fanno
        sarà come vedere l'inverno
        svanire nei fiori fioriti
        coltivandoli il cuore
        rinasce con te
        Vi guarderete
        quando il buio vedrete.
        Maria Angela Carosia
        Vota la poesia: Commenta
          Sei splendida
          Tutte le mattine
          immancabilmente
          ti ritrovo vestita
          fra il candore dei ricordi
          nei saluti ti fai
          notare come una dea.
          Ognuno l'abbellisce
          dove poesie e racconti
          fan da padroni
          Leggendoli
          si respira un'aria
          delicata
          scambiando apprezzamenti
          che si rivivono spesso
          Sembri asciugare
          lacrime tramutando
          in sorrisi e tutto passa
          la tristezza se ne va
          come una finestra
          che si apre
          facendo entrare il sole
          nel cuore speranzoso
          che avverte la quiete
          un tempo per tacere.
          Maria Angela Carosia
          Vota la poesia: Commenta
            Dimmi che sono importante
            dimmi cosa provi
            quando sei vicino a me
            quando mi sfiori la bocca
            Ascolto i battiti
            del tuo cuore
            quando mi abbracci
            Vorrei avere solo una vita
            la nostra
            e quando il sole ci scalcia
            esplodono le emozioni
            rinascono i sogni
            Le rose sbocciano d'inverno
            la vita ricomincia
            Averti al mio fianco
            con la mente e con l'anima
            i ricordi belli fioriscono
            risplende la fatica del sole
            che nasce l'alba radiosa
            sorride appare come una dea
            che invincibile si esalta
            sfoggiando in tanta bellezza
            disincantata. Gli occhi miei, luminosi
            trafiggono i suoi, li amano
            più della luce e di ogni pensiero
            nulla vale più di lui
            se non il restare sola
            ad origliare i passi del silenzio
            nella felicità.
            Maria Angela Carosia
            Vota la poesia: Commenta

              Un'isola che non c'è

              Profughi sognatori raggirati
              dalle interminabili persecuzioni
              camminano, scappano
              dalla disperazione
              che non li lascerà
              neanche su terre
              sconosciute
              isole assaltate
              e confuse
              alla resa costretti
              dire basta
              agli sbarchi continui
              di popoli ammassati
              naufragati per l'infinita
              drammatica infelicità
              di un'isola che non c'è
              che cercano ancora
              rimanendo ad aspettare.
              Maria Angela Carosia
              Vota la poesia: Commenta

                Invisibile per mondi

                La vera poesia non si vanta
                si mostra per quello che è
                per l'amore che dà
                e senza compromessi
                compone versi ispirati
                da una speranza sentita
                dall'anima e dal cuore
                trafitti dai mali di una società
                invisibile per mondi sfortunati
                senza indimenticabili traguardi
                sognati da ere che non vivono
                con il pensiero che scorre verso
                un futuro forse inesistente
                per chi non è, e mai sarà.
                Maria Angela Carosia
                Composta lunedì 7 settembre 2015
                Vota la poesia: Commenta