Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Maria Angela Carosia

Questo autore lo trovi anche in Diario.

Sarà come vedere l'inverno svanire

Potrebbe esser l'infinito
di una stella
una cometa
che spegne il volto
in un assurdo vento
di una dolce melodia
così la canteremo
a lei penserai
come un angelo
che scurisce
soltanto se lo vuoi
chiudi gli occhi
che succederà
più bella la vedrai
affacciata al balcone
ti sorriderà
fra vasi
gli occhi spunteranno
scrutandoti dritto
verso le nubi del cielo
che si guarderanno
e mentre lo fanno
sarà come vedere l'inverno
svanire nei fiori fioriti
coltivandoli il cuore
rinasce con te
Vi guarderete
quando il buio vedrete.
Maria Angela Carosia
Vota la poesia: Commenta
    Sei splendida
    Tutte le mattine
    immancabilmente
    ti ritrovo vestita
    fra il candore dei ricordi
    nei saluti ti fai
    notare come una dea.
    Ognuno l'abbellisce
    dove poesie e racconti
    fan da padroni
    Leggendoli
    si respira un'aria
    delicata
    scambiando apprezzamenti
    che si rivivono spesso
    Sembri asciugare
    lacrime tramutando
    in sorrisi e tutto passa
    la tristezza se ne va
    come una finestra
    che si apre
    facendo entrare il sole
    nel cuore speranzoso
    che avverte la quiete
    un tempo per tacere.
    Maria Angela Carosia
    Vota la poesia: Commenta
      Dimmi che sono importante
      dimmi cosa provi
      quando sei vicino a me
      quando mi sfiori la bocca
      Ascolto i battiti
      del tuo cuore
      quando mi abbracci
      Vorrei avere solo una vita
      la nostra
      e quando il sole ci scalcia
      esplodono le emozioni
      rinascono i sogni
      Le rose sbocciano d'inverno
      la vita ricomincia
      Averti al mio fianco
      con la mente e con l'anima
      i ricordi belli fioriscono
      risplende la fatica del sole
      che nasce l'alba radiosa
      sorride appare come una dea
      che invincibile si esalta
      sfoggiando in tanta bellezza
      disincantata. Gli occhi miei, luminosi
      trafiggono i suoi, li amano
      più della luce e di ogni pensiero
      nulla vale più di lui
      se non il restare sola
      ad origliare i passi del silenzio
      nella felicità.
      Maria Angela Carosia
      Vota la poesia: Commenta

        Un'isola che non c'è

        Profughi sognatori raggirati
        dalle interminabili persecuzioni
        camminano, scappano
        dalla disperazione
        che non li lascerà
        neanche su terre
        sconosciute
        isole assaltate
        e confuse
        alla resa costretti
        dire basta
        agli sbarchi continui
        di popoli ammassati
        naufragati per l'infinita
        drammatica infelicità
        di un'isola che non c'è
        che cercano ancora
        rimanendo ad aspettare.
        Maria Angela Carosia
        Vota la poesia: Commenta

          Invisibile per mondi

          La vera poesia non si vanta
          si mostra per quello che è
          per l'amore che dà
          e senza compromessi
          compone versi ispirati
          da una speranza sentita
          dall'anima e dal cuore
          trafitti dai mali di una società
          invisibile per mondi sfortunati
          senza indimenticabili traguardi
          sognati da ere che non vivono
          con il pensiero che scorre verso
          un futuro forse inesistente
          per chi non è, e mai sarà.
          Maria Angela Carosia
          Composta lunedì 7 settembre 2015
          Vota la poesia: Commenta

            Malinconiche nostalgie

            I pensieri crescono
            e contano riflessioni
            nei giorni per arrivare alla fine
            di un tempo annichilito
            che non si ferma a respirare
            cose sentite, nel viso perplesso
            consumandosi in un'attesa
            che snerva e non sa quale
            colore avrà, come sarà
            quando si avvicinerà
            entrando da una porta
            riempita di dubbi esistenziali
            e duraturi, in terre pentite
            nelle sue malinconiche
            nostalgie.
            Maria Angela Carosia
            Composta mercoledì 15 luglio 2015
            Vota la poesia: Commenta

              Sebbene il silenzio

              Sebbene il silenzio
              possa guarire
              ci son tormenti
              che non danno tregua
              logorandoti all'infinito
              su fili sottili, stesi
              e mai guariti, nelle anime
              rapprese dei cervelli
              pensanti di tutte le ore
              sbiadite
              Sebbene ci si provi
              il rimedio non c'è
              e passi dal buio del giorno
              e della notte, ad immaginare
              di salvare, l'universo crollato.
              Maria Angela Carosia
              Composta mercoledì 15 luglio 2015
              Vota la poesia: Commenta

                Hai raccolto i tuoi frutti

                Hai raccolto i tuoi frutti
                qualunque essi siano
                lasciali germogliare
                e non fartene un vanto
                se bellissimi sono
                guardali come una rosa
                che può pungerti
                toccandola mentre ti distrai
                con le forbici che tieni
                sforbiciando la vita
                raccolta dal tuo amore
                sentita dal cuore
                che a volte lacrima
                e si sente un bersaglio
                indefinito per cieli sanguinosi
                di intere galassie imbronciate
                al centro dei destini smarriti.
                Maria Angela Carosia
                Vota la poesia: Commenta