Le migliori poesie di Daniela Bonomi

Consulente ambito odontoiatrico, marketing e comu., nato martedì 23 giugno 1964 a Brescia (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: DANA

È passato il tempo

È passato il tempo
Accarezzandoci il cuore
Ti ha viziato i giorni con parole nuove
e allargando le braccia di chi incrociate le aveva
Dipingendo sorrisi e cancellando pensieri
e'passato del tempo forse ma nemmeno troppo
Divincolandosi piano come in un gioco
Intrecciando ghirlande di poesie nel mio cuore
Contenere la gioia poi per timore
Avevo fatto una lista di cose da dire
Tante cose da fare che nemmeno ricordo
Amore se lo vorrai capire questo è il mio regalo ed è già molto.
Daniela Bonomi
Composta lunedì 29 giugno 2009
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: DANA

    Emozioni raccolte

    Ho trovato un foglietto
    cascato di mano in autogrill

    Normalmente non l'avrei raccolto
    ma è stato un attimo,
    ho sentito un impulso fortissimo
    come se mi avesse parlato in un dialetto dimenticato
    dicendomi: "raccoglimi tu che puoi capire,
    raccoglimi tu che sai non giudicare".

    L'ho raccolto, ma come se qualcosa di prezioso avessi rubato
    l'ho infilato in tasca velocemente e me lo sono scordato.

    L'ho letto oggi, che strano, ne avevo come il sentore
    che irradiasse calore amore, in un giorno grigio di cuore malato.

    Sono pezzi di poesia abbozzati in mano,
    scritti male sull'onda di un emozione.

    Con fare reverenziale
    li ho letti in punta di piedi senza far loro del male.

    Non sono Montale,
    ma la mano tremante di un uomo anziano
    che voleva ancora ricordare i palpiti del suo cuore.

    Grazie per averli lasciati cascare.
    Daniela Bonomi
    Composta lunedì 23 marzo 2009
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: DANA

      Sonnifero

      Le gocce cadono
      la lingua le accoglie

      è un sapore malato
      un sollievo di nulla

      di lingua assopita
      gonfia e taciuta

      distillo ricordi
      le grida da muta

      cercando l'oblio
      di un sonno di bimba

      di carezza perduta
      di lenzuolo tra le dita

      la parete protegge
      un lato dei sogni

      risveglio di baci
      che ti colgano nuda

      e non sai dove sei
      ma t'importa un bel nulla.
      Daniela Bonomi
      Composta lunedì 6 giugno 2011
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: DANA

        Senza tempo

        Non so
        se scrivo per me o per te
        Stasera
        Ma è stato bello sentirti
        Non chiederti il perché
        dopo tanto tempo
        E non ringraziare!
        l'amicizia e l'amore
        son grati a se stessi
        Fa che non esistano
        giorni
        di ossimori mesti
        la morfina nasconde le domande
        ma le risposte
        s'affollano
        in quegli occhi gentili
        che ti accarezzano ancora i capelli
        Ricorda di ridere
        davanti allo specchio
        poiché io
        sono lo specchio
        e ti vedo buffa
        con l'armadio che esplode
        nel campo minato
        delle tue paure
        E riportami la tua vita
        fa che sia
        ogni giorno diversa
        non sopporto la noia
        e l'hai promesso
        che vivrai per raccontarmi
        come stasera
        che trent'anni eran ieri
        e spingevamo la tua Charleston
        per farla partire
        così come oggi
        io spingo te
        a ricordare
        per vivere.
        Daniela Bonomi
        Composta giovedì 1 dicembre 2011
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: DANA

          Un giorno d'amore

          Occhi sfuggenti
          penetranti e dolci
          trovano riparo
          dietro piccole rughe sfacciate

          si nascondono
          alle mie parole mute
          per un attimo come sofferenti
          spalancati poi

          curiosi corrono
          come su un filo pappagallini irrequieti
          nell'attesa di una parola piena
          e di un bacio feroce

          ... in un giorno d'amore.
          Daniela Bonomi
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: DANA

            Eco

            Mi hai detto ti amo
            Me l'hai detto in bocca
            È rimbalzato su di un bacio
            e il mio cuore non l'ha sentito
            questo mio cuore sordo
            vuole sentirlo urlare
            questo mio cuore orgoglioso
            vuole sentirlo vero
            così
            evito i tuoi occhi
            che a volte cercano
            lo so, in me
            la forza che tu non trovi
            ti aiuterò in tutto
            ma non a mentirmi.
            Daniela Bonomi
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: DANA

              Alle persone dolci

              Alle persone dolci
              che ci sfiorano
              che dicono poco
              che non si mettono in gioco
              una cosa voglio dire
              siate più vere
              perché solo nelle fiabe
              il finale è sempre uguale

              osate sfidare
              non state a galleggiare
              nuotate, immergetevi e risalite
              tirate fuori l'anima e non solo
              gridate a voce vera "chi io sono"
              diteci di voi, della vostra rabbia
              che la timidezza frena
              ma non abbaglia

              parlate con la passione del cuore
              fate un gran rumore
              della colomba morbido
              se vorrete il volo
              ma come aquila
              avventatevi sul topo
              che il vostro grido
              non sia stanco

              che rispecchi l'anima
              e non il branco.
              Daniela Bonomi
              Composta domenica 12 luglio 2009
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: DANA

                Alla moviola

                Inchiostro torna indietro
                cancella la parola fine
                lava le rime sporche
                e torna docile
                in questa cannuccia fredda
                riportami il calore di lui
                nel dentro
                risalendo tra le dita
                riscalda questa mano
                che non vuole più carezze
                passando dal braccio
                che cinge il nulla
                disegna sul mio seno
                un ultimo brivido
                e raggiungi il cuore di poeta
                e se non puoi far altro
                riconducilo
                al suo stato primitivo
                di muscolo schiavo
                di un battito senza gloria.
                Daniela Bonomi
                Composta sabato 24 ottobre 2009
                Vota la poesia: Commenta
                  Scritta da: DANA

                  Imperfetto amore

                  Imperfetto riguardo
                  il caldo nel letto

                  Di un altro naufragio
                  stupito è piacere

                  Costante diletto
                  un corpo due noi

                  Inadeguato pensiero
                  villano progetto

                  Giullare del tempo
                  che scherzi mi fai

                  Il sono contenta
                  non arriva mai

                  Stancante risveglio
                  perduta nottata

                  Come doccia gelata
                  hai increspato i miei poi

                  Resta un oggi suadente
                  ma l'incertezza del noi.
                  Daniela Bonomi
                  Composta lunedì 28 settembre 2009
                  Vota la poesia: Commenta
                    Scritta da: DANA

                    Le strade sono le stesse

                    Le strade sono le stesse
                    di tanti anni calpestati
                    i vicoli hanno l'odore dei giorni di scuola
                    nelle vetrine si specchia
                    la donna che sono
                    ma per un attimo mi rivedo
                    dipingere con fiori i miei Jeans
                    e quel viso di ragazza
                    che nessuno capiva
                    perché non c'era mai
                    dove sarà ora
                    in che posto del mondo
                    ad annusare ricordi di spezie ad Istambul?
                    O a visitare un presepe
                    magia di realtà
                    la mano del nonno
                    orgogliosa stringeva
                    a darmi forza nel tempo a venire
                    e credere in me
                    nei miei sogni
                    come il padre non sa
                    bello l'avere mani piccine
                    nella memoria del tempo

                    Le strade sono le stesse
                    di tanti anni calpestati
                    ma se guardi in alto
                    qualcosa di antico
                    qualcosa che non avevi mai notato
                    ti parlerà del futuro
                    ti dirà che ce n'è!
                    Daniela Bonomi
                    Composta giovedì 24 dicembre 2009
                    Vota la poesia: Commenta