Scritta da: Ciro Orsi

Il picchio nel sole

Guardo i tuoi occhi radiosi di giorno
e li cerco nelle stelle di notte
come il picchio nel sole
cerca il suo nido tra mille.
Tu sei presente
nel profumo di un fiore
e nell'armonia del sorriso
che spandi intorno.
Non passerai invano
solo per essere un ricordo
tu sei l'idea che non passa
sarai ogni giorno il mio sogno.
Ciro Orsi
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Ciro Orsi

    A mio cugino Salvatore

    Ti ho visto dal treno
    sconosciuto seminatore campano.
    Eri a quattro o cinque passi
    dal bove e dall'aratro,
    il tuo gesto ampio e generoso
    offriva il seme alla terra
    come antico rito di vita
    conosciuto da sempre.
    Mia madre raccontava
    antiche storie di famiglia,
    mentre il treno andava
    verso la città natìa.
    Salvatore: Il ricordo andava
    a tempi lontani, nozze, vedovanze,
    eredità complesse e, soprattutto un cruccio:
    con lui il cognome materno avito
    finiva nell'oblio della morte prematura.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Ciro Orsi

      Porto ionico

      Pomeriggio di rosei approdi
      non ha memoria
      la bionda luce del mare.
      Ho cercato solitudine e amore
      nei vecchi caffè
      tra i gabbiani del molo
      e le reti dei pescatori.
      Parlavano di cose lontane,
      misteriose, i pescatori
      ebbri di sole.
      E dolce porto dei sogni era il suono...
      odorava di cuori antichi
      e tabacchi d'oriente il ricordo.
      Ora è rimasto vino di spezie,
      aroma d'alghe e resine
      e nulla nel cuore mi ricorda
      l'estate.
      Ciro Orsi
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di