Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Ciro Orsi

A mio cugino Salvatore

Ti ho visto dal treno
sconosciuto seminatore campano.
Eri a quattro o cinque passi
dal bove e dall'aratro,
il tuo gesto ampio e generoso
offriva il seme alla terra
come antico rito di vita
conosciuto da sempre.
Mia madre raccontava
antiche storie di famiglia,
mentre il treno andava
verso la città natìa.
Salvatore: Il ricordo andava
a tempi lontani, nozze, vedovanze,
eredità complesse e, soprattutto un cruccio:
con lui il cognome materno avito
finiva nell'oblio della morte prematura.

Immagini con frasi

    document.write('');window.__cmpWait(function(){document.getElementById("singlequote-ad").className+=" adsbygoogle";pp.jss("//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js?client=ca-pub-3821133970955797","googleadsjs",0,{crossorigin:"anonymous"});(window.adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})})

    Info

    Scritta da: Ciro Orsi
    Ha partecipato al concorso
    Come un granello di Sabbia

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:8.00 in un voto

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti