Scritta da: Blu Finch

Tutta colpa di Ovidio

A volte non capisco la mia condotta,
e non uso i miei vizi per male degli altri.
Mi piacerebbe molto confessarmi:
solo in me e in nessun altro capisco le mie colpe.
Odio le mie colpe:
a volte cado per il peso delle mie colpe.
Mi lascio spesso trascinare dall'istinto
dal vento, dall'acqua e da me stesso.
Solo i particolari mi fanno innamorare:
ma spesso solo uno scioglie la mia colpa.
Timida lei e timido io
di lì non riesco ad uscirne.
Le gambe di un'altra poi spezzano gli indugi,
e un sorriso vivace e smaliziato.
Quando invece cupa e pensierosa
forse ha già deciso.
Piena di sorprese se colta
e sciolta invano altrimenti.
Blu Finch
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Blu Finch

    La farfalla può volare!

    Sulla sabbia ti ritrovo
    pezzo dopo pezzo
    sei lì... dove
    ti ho sognato.
    Vetri fulgenti
    in un sole
    che fa sfavillare
    le piccole gocce
    che dissetano
    i piccoli pezzi
    infranti dal dolore.
    Rinchiusa in una
    prigione di vetro,
    ... una farfalla.
    Dal suo letargo eterno
    in un batter d'ali
    si desta.
    Corre in alto
    vola sfiorando
    un raggio di felicità.
    Uno sguardo indietro
    per osservare il presente.
    Il capo in avanti
    per raggiungere il domani.
    Una flagranza di colori
    accarezza un leggero
    soffio di vento
    che giunge
    i miei occhi
    socchiusi e sereni.
    Blu Finch
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di