Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: A. Cora

Attimi

China la testa
poggiata sul mio petto
ascoltavi il battere del cuore
nelle sue più sottili vibrazioni

Perso nel'esalazioni del tuo profumo
cercai la tua mano
Cogliendo dal tuo sguardo, le voglie dei
tuoi occhi, già persi nei miei

Fu in quel momento, tra
il lieve sibilare del
vento, che noi ci
prendemmo.
Angelo Cora
Composta venerdì 26 aprile 2013
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: A. Cora

    Occhi

    Occhi, che
    infrangono occhi
    creando scompiglio nei cuori
    Come una freccia ch'arriva senza fare
    rumore, scuotendo dai silenzi parole, in
    tutto un gran dir senza voce, uno scambiarsi
    emozioni, che nascono dai silenzi d'istanti
    Che scoprono i veri sentimenti, del'anima
    più densi, tenuti in essa imprigionati
    Uno sguardo, è parlarsi col cuore
    è carezzare pensieri già esplosi
    che la mente, felice colora
    È quella confusa parola
    che solo chi ama
    assapora.
    Angelo Cora
    Composta venerdì 26 aprile 2013
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: A. Cora

      Il silenzio

      Spesso
      anche il silenzio
      quello insapore, caparbio
      greve, scuro
      Tenta di dirti qualcosa, quando ti
      trova solo, seduto sul ciglio del muro
      Mentre distendi, riavvolgi, leggi
      rileggi, sempre gli stessi, stolti
      e consumati, pensieri
      Senza sapere chi
      sei, senza capire
      chi eri.
      Angelo Cora
      Composta giovedì 18 aprile 2013
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: A. Cora

        Di tanto in tanto

        In un
        mondo che gira, tra
        qualche canto dal vivo
        E consistenti incompresi rumori
        privi d'un vero sapore

        È bello di tanto in tanto
        In quei giorni che piove più forte nel cuore
        Guardarsi a fondo negl'occhi, ritrovando se stessi
        migliori

        Scoprirsi ancora più accorti, al'ombra nel sole
        nella gioia o accanto al più intenso dolore
        Nelle aurore ove nasce l'amore
        In quelle mai dette parole

        Ma è altrettanto bello, riperdersi per
        ritrovarsi ancora, al tramonto
        del'ultimo sole
        Miniati d'uguali
        colori.
        Angelo Cora
        Composta lunedì 18 giugno 2012
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: A. Cora

          Ardito sapore

          Attimi
          sconfinati
          voglie assetate
          ferme, al nulla sospese

          Innanzi due bocche braccate, labbra
          dischiuse d'attesa, pronte al gusto da resa
          Soltanto il piacere danzare, in quel flessuoso
          ancestrale torpore
          Lingue dai sensi accecate, ancora
          cercarsi tra loro

          Gustando l'un l'altra, in
          gocce d'amore, quel
          liquefatto
          sapore.
          Angelo Cora
          Composta mercoledì 20 luglio 2011
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: A. Cora

            Abissi

            Dagli abissi
            più scuri degl'occhi
            Dove scorgi il colore del cielo
            dentro la sera, più offuscato
            dal'ombra, calare

            Dai soffi del vento cortesi d'allora
            Della grande onda d'amore, che va oltre il
            confine del cuore, dove lei ancora dimora
            E più non riesci
            a toccare

            Ne cogli quella pura, densa emozione
            che il respiro di quegli anni
            lento sorbiva
            Come vero succo d'amore

            Nel'ascoltarne in silenzio
            il forte rumore dei flutti
            Ancora echeggiare
            nel cuore
            Angelo Cora
            Composta sabato 23 giugno 2012
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: A. Cora
              È magico
              nel gioco
              d'ombra e di sole
              che smorza sorrisi
              e parole

              Scorgere i tuoi occhi
              dentro i miei occhi, smarrirsi
              Come al mattino
              l'aurora

              Il tuo respiro, confuso col mio
              quasi mancare, la gioia dei sensi
              ardire, fino il cielo sfiorare
              Le mani affannate, in quel
              cercare, confuso

              Complici sguardi, tra ciglia
              rinchiusi, nascondersi
              Perché troppo
              nudi.
              Angelo Cora
              Composta giovedì 7 aprile 2011
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: A. Cora

                Pagine bianche

                Ciò che
                reca dolore, al
                mio costante osservare
                in piccole o grandi cose
                che vidi negl'occhi
                passare.

                Non è solo, quel raggio di sole
                che abbagliò i miei occhi, né quel
                confuso rumore che udii dentro il cuore
                scoppiare.

                Ma è quel colore speciale, che manca
                alle mie pagine bianche, per colorare
                quel sogno, che ogni uomo
                vorrebbe veder come un fiore
                Per porre infine, il
                suo nome.
                Angelo Cora
                Composta giovedì 4 aprile 2013
                Vota la poesia: Commenta