Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Ferdinando Garzillo
- Giacomo: Giovanni, ma... sono fasi del rapporto queste qua!
- Giovanni: Si, fasi del rapporto...
- Giacomo: Giovanni, son cose che si dicono!
- Giovanni: Eh, cose che si dicono...
- Giacomo: Senti, Giovanni, però non c'è bisogno di ripetere tutte le cose che dico, il dialogo è fatto di botta e risposta!
- Giovanni: Eh si, botta e risposta, botta e risposta...
Vota la citazione: Commenta
    Scritta da: Ferdinando Garzillo
    Avete mai sentito di qualcuno che era felice mentre stava morendo? Forse quell'alpinista, l'ho letto sul giornale, che è arrivato su e non è più tornato giù. Ha raggiunto il suo scopo. Oppure quel sub che è andato giù e non è più tornato su. Ha fatto il suo record personale. Forse un sorriso gli è scappato. E poi ci sono io alla fine di questa storia... eccomi. Vi sembrerà strano ma, anche se sto per morire, sono felice!
    Vota la citazione: Commenta
      Scritta da: Ferdinando Garzillo
      Cosa aggiungere potrebbe un narratore a quanto già narrato dall'attore? A me non resta altro che sparire, fare un bell'inchino e poi svanire. Come Cyrano, che confessa e muore ai piedi del suo grande eterno amore, anch'io finito il mio cammino mi accascio e vado verso il mio destino. Che è quello di chi inizia e già finisce, sboccia e dopo un attimo appassisce. Di chi vive soltanto un paio d'ore, sperando in un applauso, e dopo muore.
      Vota la citazione: Commenta
        Scritta da: Ferdinando Garzillo
        No, non disturbatevi, restate sulla sedia, signori mi presento, sono la commedia. Non son fatto di ossa ma di atti che vi lascino rimborsati o soddisfatti. Il mio cuore è chiamato trama, gente che si odia e che si ama. Il mio sangue è tutto ciò che accade, dal bacio al duello con le spade. Il mio cibo è il vostro battimani, il veleno, gli attori cani. Io sono la commedia e mi divido in atti per raccontare a voi gli straordinari fatti di questi cavalieri e della loro dama, di chi crede di amar e di chi invece ama. Si narrerà del poeta Cyrano e del suo naso, che pare modellato con lo stucco, ma non ditelo all'attore, non è il caso, perché ce l'ha davvero, mica è un trucco! E di Cristiano, giovane cadetto, che si esprime poco meglio di un gibbone, ma ha fascino ed è di bell'aspetto. Un po' di fantasia, questa è finzione! Entrambi ardon d'amore, questo è il bello, per Rossana, cugina di Cyrano, che di quest'ultimo adora anima e cervello, ma ama corpo e viso di Cristiano. Ma l'ora dei preamboli è finita, è ora che si vada a incominciare, a tessere la trama e poi l'ordito, a svolgere, cucire e ricamare. Che squillino le trombe, signori spettatori! Inizia la commedia, che parlino gli attori!
        Vota la citazione: Commenta