Scritto da: Sabrina
Silenzi interrotti dai venti dei ricordi che riempiono attimi di una vita sospesa in un limbo, dove gli incubi superano la realtà. Silenzio del cuore, perché le ferite ancora sanguinano; silenzio nei pensieri, dove la paura supera la logica fermando il mio cammino. Silenzio nell'anima, che l'amore lontano fa star male, perché ad ogni partenza una parte importante si stacca da me e vola via. Non una parola, mentre penso ai miei figli, agli occhi tristi di uno e alla frenesia irrefrenabile dell'altro. Rimane solo il mio silenzio mentre osservo un mondo dove predomina l'interesse economico e il vuoto parlare per riempire i vuoti delle anime. Non un rumore nell'aria, mentre dentro me impera un frastuono assordante, che mi incatena al dolore e alla mia impotenza di fronte all'egoismo che mi circonda. Ma già la notte, come per incanto, mi avvolge, mi adagio in una confortevole penombra, mentre la mia vita si libera via via dei pesi di questa realtà e accolgo grata il mondo dei sogni, sicura che domani l'aurora mi donerà nuove speranze.
Sabrina Ducci
Composto venerdì 18 settembre 2015
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Sabrina
    Per una volta vorrei assaporare la serenità e la felicità che solo il risveglio in una vita nuova mi potrebbe donare. Per una volta vorrei accompagnare la nascita del sole con l'anima colma di gioia e leggera come il volo di una farfalla. Infine vorrei osservare nelle mie mani le schegge di dolore trasformarsi in diamanti e donarle a chi ne necessita, perché sicuramente la sofferenza gli avrà annientato la forza nel cuore. Aspetto impaziente che arrivi quel giorno che mi aprirà il futuro regalando nuove aurore, nuovi tramonti e la rinascita, nel cuore e nell'anima.
    Sabrina Ducci
    Composto domenica 23 agosto 2015
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Sabrina
      C'è un posto dove nessuno entrerà mai e custodisce il bene più prezioso che posseggo. Nascosto nella parte più intima e segreta di me, è l'essenza stessa della vita, che, come un orologio, scandisce il ritmo del cuore, lo scorrere dei pensieri ed il fluire del sangue nelle vene.
      È pura energia che ha costituito l'inizio della mia esistenza e ne deciderà la fine, regolando il susseguirsi dei giorni con le notti delle luci con le ombre, del bene con il male e della gioia con il dolore nel mio cuore.
      Esso è l'universo racchiuso in me, la vita che prende forma e sostanza, accogliendo un'anima e permettendole di donare la sua luce in questo mondo.
      I frutti di questa meravigliosa magia che si chiama vita sono ciò che di più caro posso offrire e li condividerò con chi amo come e più di me stessa.
      Sabrina Ducci
      Composto sabato 22 agosto 2015
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Sabrina
        Brutto sentirsi rinchiusi in una gabbia dalla propria vita. Strano sentire l'universo scorrere nelle vene e al tempo stesso udire i lamenti della propria anima che brama libertà. Ancora più singolare è desiderare con tutte le forze di veder trasformata la propria esistenza, ma sentirsi le mani legate dallo scorrere lento del tempo, legato ad un futuro che stenta a ripartire.
        Sabrina Ducci
        Composto venerdì 21 agosto 2015
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Sabrina
          Ci sono giornate in cui mi accorgo di come vorrei fosse la mia vita, allora assaporo i momenti di serenità e normalità come fossero cibo per la mia anima: proprio quelle cose che per altri potrebbero rappresentare la consuetudine, per me possono trasformarsi in quella forza che mi permetterà di lottare durante i momenti difficili, perché in cuor mio so di meritare di meglio.
          Sabrina Ducci
          Composto domenica 16 agosto 2015
          Vota il post: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di