Questo sito contribuisce alla audience di

Scritto da: Linda Reale Ruffino
Abbiamo perso il senso della realtà, della vita, dell'onore e del rispetto! Viviamo di lusinghe e di apparenza, parliamo di pace e ci facciamo le guerre anche in famiglia, parliamo di solidarietà ma non alziamo un dito per aiutare gli altri, colpevolizziamo ma non guardiamo le nostre colpe, pretendiamo rispetto ma non sappiamo rispettare e puntiamo il dito contro gli altri accusandoli! Punto il dito contro contro me stessa per non riuscire più a tollerare questa gente. Dio mi perdoni, ma non riesco più a conservare la pazienza e preferisco di gran lunga la solitudine piuttosto che la vicinanza con questo tipo di persone.
Linda Reale Ruffino
Composto mercoledì 19 ottobre 2016
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Linda Reale Ruffino
    Che ne sanno gli altri della vita della sorella di un disabile grave? Che ne sanno della sofferenza per la malattia e la perdita di un genitore che per quel fratello rappresentava il mondo? Che ne sanno della paura del futuro e che ne sanno della rabbia per tante risposte mancanti? Che ne sanno del senso di impotenza di fronte alle ottusità di chi vuole convincerti su cosa è meglio per lui senza cognizione di ciò che è la sua vita? Che ne sanno gli altri di quanta forza ti sei fatta venire fin da bambina per essere "perfetta" e sorridere sempre pur di non dare ulteriori dispiaceri ai tuoi meravigliosi genitori? Già... non sanno proprio niente, vedono solo che bella persona sei, ma non sanno quanto ti è costato diventarlo e quanto ancora ti costi ancora oggi... resilienza, punto.
    Linda Reale Ruffino
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Linda Reale Ruffino
      Pensieri senza un come né un perché!

      Chi può dire quando era giusto che te ne andassi?
      E chi può dire quanto era giusto lasciare così presto quella parte di te che rinasceva ogni giorno al tocco gentile della tua mano?
      Noi, elaborato un lutto, viviamo e ricordiamo con amore chi abbiamo perso in questa vita,
      ma chi quotidianamente soffre, nell'inconsapevolezza dei perché, non elabora, non vive, solo sopravvive, orfano anche di lacrime che non conoscono vie d'uscita.
      Linda Reale Ruffino
      Composto martedì 26 aprile 2016
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Linda Reale Ruffino
        Mi addentro senza paura nella fitta foresta di alberi incisi dagli innesti che li hanno trasformati.
        Mi ci vorrà del tempo per uscirne ma in fondo scorgo il sole, ne sento già il tepore.
        Sarò in grado di amare quei rami strapazzati che ondeggiano sotto il peso del vento e sarò in grado di curarli come parte di me.
        Porto con orgoglio i segni delle ferite e il sigillo della corazza che mi è stata donata per difendermi e vado avanti.
        Linda Reale Ruffino
        Composto mercoledì 20 aprile 2016
        Vota il post: Commenta