Questo sito contribuisce alla audience di

Scritto da: Lina Viglione
Come vorrei esser poeta e riuscire con le parole a dir ciò che il cuore sussurra. Ma parla un cuore? Oh! Si! Parla, canta, piange, vola. Ed io in questo volo, vorrei raggiunger tutte le persone che soffrono ed abbracciarli tutti. Oh! Se io potessi! Colorerei il mondo di fratellanza e amore. Piccole grandi mani unite per un mondo. Piccolo grande mondo che unisce mille mani insieme, con pazienza e dolcezza, per asciugar lacrime e donar carezze. Vorrei essere un poeta. Ha! Se fossi poeta. Ma sono solo una donna e in silenzio parla il mio cuore. Beato colui che sa ascoltarlo. La vita è un viaggio e ci si arriva passo dopo passo. E se ogni passo è meraviglioso, se ogni passo è magico, lo sarà anche la vita. Ogni giorno imparo qualcosa di nuovo su me stessa e sugli altri. Ogni giorno cerco di gode di tutte cose belle che ci sono in questo mondo. E non lascio che mi convincano del contrario. Guardo i fiori, guardo gli uccelli e percepisco la brezza. E condivido la bellezza del mondo con gli altri.
Lina Viglione
Composto lunedì 1 gennaio 2007
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Lina Viglione
    Una vita diversa. Cercando un senso alla vita ne troviamo mille. Ci sono uomini che soffrono, che sognano una vita diversa, anche se non c'è una vita diversa, eppure vanno avanti. La vita è questa e bisogna viverla. I dolore fanno parte della vita. Quando smettiamo di pretendere che il mondo girasse come vogliamo noi, troviamo uno dei doni più preziosi! Noi stessi. Soffrire senza lamentarci è l'unica lezione che dobbiamo imparare in questa vita. Diamo a ogni giornata la possibilità di essere la più bella della nostra vita.
    Lina Viglione
    Composto martedì 1 gennaio 2013
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Lina Viglione
      Abbiamo la parola e abbiamo il silenzio, e con la nostra logica decidiamo quale delle due devono prevalere sull'altra, e capire quanto può far male l'una e quanto può far bene l'altra. È mentre il tempo passa la gente cambia, ma noi rimaniamo sempre gli stessi. Spesso, con le nostre decisioni siamo noi a pilotare gli eventi. Una sola cosa è importante: essere beati e coscienti delle nostre azioni, e arrivare sereni alla fine del viaggio-il viaggio della vita. La vita è troppo bella per essere priva di significato. E se la vita non è tutta rose e fiori, allora curiamo il nostro giardino, e scegliamo con cura le nostre gioie molto prima di viverle.
      Lina Viglione
      Composto domenica 1 gennaio 2012
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Lina Viglione
        Anche se il mondo non è nostro, gioiamo per ciò che ci dà, domani potremmo piangere per ciò che ci toglie.
        Di fronte a lei possiamo solo chinare la testa e guardare avanti. Possiamo armarci di pazienza e ottimismo, ma l'artiglieria pesante della vita sorride di compassione.
        Possiamo pensare di avere in pugno il destino, ma è errare. Siamo schiavi della vita, prove ne sono le note di blues che l'accompagnano, come note che suonano tra le sue parentesi.
        Amiamo la vita serenamente, apriamo e chiudiamo con attenzione le sue parentesi, e felici coltiviamo il nostro giardino, convinti che del resto l'incoscienza umana non è in assoluto una cattiva compagna di vita...
        Lina Viglione
        Composto domenica 1 gennaio 2012
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Lina Viglione
          Un nuovo giorno da vivere. Sono in viaggio verso me stessa ma senza pagare il biglietto. Non c'è un controllore che mi obbliga a farlo. Solo io controllo me stessa e il frutto delle mie azioni, e tiro fuori le conclusioni. Qualunque decisione io prenda è perfetta perché è la mia vita. Il "mai" proprio in quanto tale, non esiste. Il coraggio di immaginare altre alternative è la mia più grande risorsa, così che io possa afferrare i miei desideri realizzando concretamente i miei obbiettivi, capace di aggiungere colore e suspense alla mia vita. Mi resta però un nuovo giorno da vivere ed imparo ad assaporarlo. Non so che cosa mi aspetta ora nel futuro, ma so esattamente che cosa voglio nel mio presente. Chi vuole starmi vicino deve assumersi la responsabilità della mia anima. Chi vuole assumersi la responsabilità, non può starmi vicino.
          Lina Viglione
          Composto domenica 1 gennaio 2012
          Vota il post: Commenta
            Scritto da: Lina Viglione
            Un posto nel passato. Noi viviamo di ricordi. I ricordi rimangono sempre nella nostra memoria, vivono dentro di noi, sono i nostri mattoni che ci son serviti, per la costruzione della nostra vita e la loro identità e ci danno un posto nel passato. Altri mattoni si aggiungono anno per anno e e fanno parte di noi. Sarebbe bello restare per sempre bambini per ritirarsi in quel limbo ingenui di purezza, dove si ritrova quel mondo antico bello che ci racconta di noi. I bambini non costruiscono muri né barriere e né si chiudono dietro a cancelli di ferro, anzi il cancello è aperto e lo si deve attraversare, e oltre questo cancello si inizia ad arare il nostro percorso dove ogni nostra traccia parlerà di noi. Molti sono quelli che varcando il cancello e abbracceranno la vita a seconda di quello che si è, più questo sentimento cresce dentro di noi e più ci purifichiamo, e solo attraverso lui riscatteremo i vecchi dolori che fanno da sentinella dentro di noi. Il mondo va avanti, si cresce e crescendo non si deve abbandonare quel lato di bambini. Non ha importa se questo potrà essere doloroso, è nel dolore che l'animo si forma. Il passato si deve ricongiungere dolcemente al presente e su ogni mattone della nostra crescita dobbiamo scrivere solo amore. L'unica vera eredità che lasciamo al mondo è il nostro amore e attraverso lui tutto sarà possibile.
            Lina Viglione
            Composto giovedì 1 gennaio 2009
            Vota il post: Commenta
              Scritto da: Lina Viglione
              Il mio tempo. Il mio tempo, un giorno lo affido al rumore meccanico di un orologio, e lo vedo sempre fermo rinchiuso dietro una piccola parete di vetro. Un giorno lo vedo scorrere attraverso gioie o speranze perdute. Un giorno lo vedo in ogni alba che nasce e in ogni tramonto e mi avverte che un altro giorno è trascorso, e lo vedo passare da lontano senza poterlo afferrare, mentre lo seguo con lo sguardo fino a perderlo per sempre. Mio Dio! Come passa il tempo, passa in tanti modi, passa attraverso di me, e si unisce al tempo di altre persone e si carica di immagini, di gesti e di meravigliose emozioni. E quando arriva la primavera con le sue mille sfumature e con il suo fascino il tempo miracolosamente si ferma per me, mi guarderò indietro senza rimpianti, ma felice di quello che ho fatto. Vivrò ogni piccolo istante con passione, mi prenderò cura di me e dirò sempre: viva la vita.
              Lina Viglione
              Composto lunedì 1 gennaio 2007
              Vota il post: Commenta
                Scritto da: Lina Viglione
                Il rumore dei pensieri. Il mio cielo perlato ha un profumo di un libro raccontato da un vecchio saggio, mentre io all'ombra di un nuovo giorno vedo nascere la primavera. La nuova alba si tingerà dei suoi colori più belli, mentre ascolto il rumore dei pensieri che ritornano indietro per mostrarmi ciò che sono oggi, e senza illusioni abbraccio il sole che colora la mia anima con mille sfumature d'armonia di nuovi sorrisi. Arrendermi mai! Perché anche la più piccola luce non possa mai spegnersi. Non importa quante volte dovrò ancora percorrere la stessa strada, l'importante è che ogni volta qualcosa di nuovo e di antico si mescolerà a colorare i miei passi per renderla migliore o più appagante. Felice attenderò il nuovo giorno per dissetarmi alla fonte ritrovata di luce e di albe chiare, dalle quali troverò dolcezza serenità e soprattutto me stessa.
                Lina Viglione
                Composto sabato 1 gennaio 2005
                Vota il post: Commenta
                  Scritto da: Lina Viglione
                  Aspirazione e passione. Io non sono nata per essere sempre prima. Io non sono nata per vincere una coppa ogni domenica. Io non sono nata per essere sempre seconda. Io non sono nata per tirare pugni alle pareti quando sono sconfitta. Io non sono nata per essere terza. Io sono nata per stringere la mano al primo e consolare il secondo. Sono come come un albero e in ogni suo inverno levita la primavera che reca nuove foglie e nuovo vigore che danno respiro alla vita: si chiamano ispirazione e passione. La prima mi innalza ad un cielo diverso, la seconda mi permette di volare libera in esso. Io con caparbia continuo ogni tanto a cambiare le mie lampadine interiori e così che riesco a vedere la luce.
                  Lina Viglione
                  Composto sabato 1 gennaio 2005
                  Vota il post: Commenta
                    Scritto da: Lina Viglione
                    Vorrei tornare bambina, una bambina spensierata alla ricerca di sogni e fare tutto ciò che non ho mai fatto, e rifugiarmi in quel mondo ormai perduto della mia infanzia. Riposa sogno mio, fammi sognare ancora. Non lasciarmi andare in quell'oceano d'incertezze, fa' che il vento spazzi via le nuvole che a volte oscurano il mio cuore. Riposa cuore mio, fa risorgere per me il sole, perché tutto può avverarsi quando s'innalza quel potere che mi consente di essere nuovamente bambina, essere sempre felice, senza problemi, senza pensieri. Fammi sognare, poi che tutte le cose che ho dimenticato, chiedono aiuto nei miei sogni. Voglio disegnare un paesaggio e guardandolo voglio assomigliarci. Io Lina ingorda di sogni, fisso speranzosa le nuvole e rinchiudo nell'anima... la luce che vorrei essere.
                    Lina Viglione
                    Composto lunedì 1 gennaio 2007
                    Vota il post: Commenta