Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Marilena Aiello
Non vivete cercando un'etichetta per ogni cosa, per ogni relazione o rapporto o contesto. Vivete accogliendo i sentimenti, respirandoli, irradiandoli. Vivete ogni singolo respiro, senza pensare ai respiri di domani, altrimenti resterete col fiato sospeso sempre. Vivete senza paura.
Parlate con gli occhi il linguaggio del cuore, solo così ci si può capire oltre ogni limite, oltre ogni pensiero, oltre tutte le ansie e i timori, al di fuori dei contenitori nei quali ci chiudiamo apponendo etichette vincolanti. Vivete!
Marilena Aiello
Composta mercoledì 15 febbraio 2012
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Marilena Aiello
    Esiste, poco distante da qui, un luogo intangibile, sospeso nel tempo, nel quale i cuori affini si aspettano.
    Dovrai svestirti della tua età poiché lì gli anni tuoi non contano. Del tuo genere, poiché lì sei essenza di te stesso.
    Potrai lasciar scivolare via dal tuo volto la maschera di educata ipocrisia poiché lì non è necessaria.
    Ti dimenticherai del tuo ruolo quotidiano, dei legami visibili, dei doveri della mente.
    Ciecamente i cuori si attraggono e creano nuovi nodi leggeri, impalpabili eppur indissolubili.
    Quando accade ciò, due cuori che si trovano, si sfiorano, si illuminano, tutto, intorno a loro, si disegna come per magia. Un volo leggero di matita a creare archi e colonne, pennellate lievi di profumi a colorare fiori e viali, orizzonti si aprono e cieli si fondono. Quando accade ciò una nuvola di pace piove gentile sulle anime di entrambi.
    E seppure resteranno per sempre lontani nella realtà, nel tempo e nello spazio, ci sarà un luogo dove potranno trovarsi sempre e per sempre, nonostante tutto, nonostante l'invidia della vita.
    Esiste, poco distante da qui, un luogo intangibile, sospeso nel tempo, nel quale i cuori affini si aspettano.
    Cercalo con fiducia e lo troverai.
    Marilena Aiello
    Composta lunedì 29 agosto 2011
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Marilena Aiello
      Ti guarisce, la musica. Ti solleva come un vento forte ma gentile, ti gonfia gli abiti e allarga il cuore, si insinua come aria di mare ad impregnare pelle e pensieri, ti bacia gli occhi come fa il sole, ti solletica il collo come un cucciolo morbido e ti accende l'anima come fiamma di passione. E ti abbraccia, come ti abbraccia la musica solo pochi sanno farlo, solo pochi sanno avvolgerti fino a farti sentire salva da tutto il mondo, fino a farti sentire forte, fino ad infonderti amore puro.
      Marilena Aiello
      Composta giovedì 4 luglio 2013
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Marilena Aiello
        Quando sei solo il mondo ti sembra una piccola stanza, ma se cammini con un amico al fianco le strade si allungano e le nuvole si aprono maestosamente, come fossero sipari, per mostrare cieli nuovi e orizzonti attraenti, la terra si veste di colori come se piovesse non acqua ma primavera e diventa sconfinata, sinuosa, ricca di fascino e mistero. Il tempo cede scettro e corona, ogni minuto è un viaggio, è un sogno, è un'avventura!
        Marilena Aiello
        Composta sabato 13 ottobre 2012
        Vota la frase: Commenta
          Scritta da: Marilena Aiello
          Che viaggio vuoto e lungo sarebbe la vita senza gli amici? Essere sovrastati dal più bel cielo mai visto e non poterlo condividere con un amico fa spalancare una caverna di solitudine dentro il cuore, fa precipitare in un mondo troppo grande da percorrere in solitaria, fiacca le gambe e toglie le forze. La presenza di un amico rende tutto più sensato, più vivibile, più raggiungibile. Ogni ricordo condiviso resterà vivido per sempre. Ogni risata vissuta insieme risuonerà nei giorni dell'inverno della vita restituendoci un po' di quell'allegria, il calore di quell'intesa, il conforto di quei momenti in cui il tempo ci ringraziava di essere usato così bene. Con un amico conserveremo in un posto segreto la memoria di quei viaggi in cui non c'era salita troppo ripida o vicolo troppo buio, di quei giorni in cui non c'erano sere dalle quali fuggire o notti dalle quali nascondersi, di quegli attimi in cui ci si poteva sentire padroni della vita, signori del mondo, e il futuro già in tasca.
          Marilena Aiello
          Composta lunedì 22 ottobre 2012
          Vota la frase: Commenta