Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Domenico De Rosa
Metello Nipote, durante una causa, cercava di insultare Cicerone ricordandogli i suoi non illustri natali. Di tanto in tanto, intendendo ferirlo, gli domandava: "Chi è tuo padre?" Cicerone, dopo averlo lasciato parlare per un po', infine gli rispose: "o Metello, a te non posso chiedere la stessa cosa, perché tua madre ha reso questa domanda estremamente delicata".
Marco Tullio Cicerone
Vota la frase: Commenta
    Dato che la fede negli dèi non è stata imposta né da una qualche autorità, né da una consuetudine né da una legge, ma è fondata sull'unanime consenso di tutti, se ne deve necessariamente dedurre che gli dèi esistono dal momento che ne possediamo il connaturato o, per meglio dire, l'innato concetto. Dato quindi che ciò che il naturale consenso di tutti gli uomini ammette non può non essere vero, siamo costretti a convenire che gli dèi sono una realtà.
    Marco Tullio Cicerone
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Kagib
      I sei errori dell'uomo

      1 - L'illusione che il proprio vantaggio si ottenga dalla rovina degli altri
      2 - La tendenza a preoccuparsi di cose che non possono essere né mutate né corrette
      3 - La convinzione che una cosa è impossibile solo perché non si è in grado di farla
      4 - Il rifiuto di mettere da parte preferenze ignobili
      5 - Il trascurare lo sviluppo e l'affinamento della mente e il non acquisire l'abitudine alla lettura e allo studio
      6 - Il tentativo di costringere gli altri a credere e a vivere secondo le nostre regole
      Marco Tullio Cicerone
      Vota la frase: Commenta