Questo sito contribuisce alla audience di

Aforismi di Fabio Privitera

Consulente informatico, nato lunedì 24 aprile 1978 a CATANIA
Questo autore lo trovi anche in Poesie, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Fabio Privitera
Quanto siamo buffi. C'è chi fa i salti mortali per rendersi presente nei nostri pensieri, e finiamo per pensare a chi non fa poi molto. Penso che ognuno abbia una chiave per i pensieri di un altro ma non sa dell'esistenza di questa chiave, non sa come si usa né con chi usarla. In realtà è la chiave che fa tutto da sé. Quando incontriamo qualcuno lei prova e, se riesce, diventiamo il pensiero di quella persona. Questo senza volerlo, a volte con piacere, quando il pensiero è reciproco. Credo che ciò dipenda dal fatto che la coppia di chiavi in gioco faccia parte o meno dello stesso mazzo.
Fabio Privitera
Composta venerdì 14 ottobre 2011
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Fabio Privitera
    La vita è la danza del caos. Nulla è certo in una danza caotica, ogni passo non è la simmetrica conseguenza del precedente, ma l'interpretazione soggettiva e del mondo, e solo quando, in questa soggettività delle parti, si mantiene l'armonia dell'insieme che la danza è eterna.
    Fabio Privitera
    Composta venerdì 14 ottobre 2011
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Fabio Privitera
      Quando si provano delle emozioni è difficile dare il giusto peso alle parole che esprimono quel che si prova. La frenesia e la gioia a volte, il dolore e la paura altre, fanno agire di impulso e non è raro che le parole che si pronunciano perdano la sfida con il tempo. Si dovrebbe sempre attendere che l'emozione diventi un sentimento maturo affinché le parole acquisiscano lo stesso valore dei fatti che li accompagnano e la maturità tale ad assumersi la responsabilità di chiedere scusa qualora non si riesca a mantenere una promessa.
      Fabio Privitera
      Composta martedì 1 settembre 2015
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Fabio Privitera
        Aveva paura di ferire e nello stesso tempo di essere giudicato, così ometteva o si nascondeva dietro qualche fantasia che riusciva a spacciare per verità. Era come se andasse in giro armato di un coltello giocattolo, di quelli con la lama in plastica retrattile con l'intento di intimidire ma senza il coraggio di affondare il colpo mortale nella sua vittima.
        Fabio Privitera
        Composta martedì 1 settembre 2015
        Vota la frase: Commenta
          Scritta da: Fabio Privitera
          Credete al sesto senso, all'intuizione? Dovreste, ma non dategli un significato. Accettatelo per ciò che vi suggerisce, seguitelo, vi porterà a qualcosa di molto importante, di cui ignorate l'esistenza o a cui non avreste mai pensato ma, affinché funzioni, non attribuitegli nulla di ciò che potrebbe rispondere a un vostro desiderio o speranza. Vi devierebbe e potreste finire per non arrivare mai alla vera fonte di quell'intuizione.
          Fabio Privitera
          Composta martedì 1 settembre 2015
          Vota la frase: Commenta