Questo sito contribuisce alla audience di

Frasi di Emanuele Campasano

Scrittore, nato domenica 9 novembre 1986 a Napoli (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Umorismo e in Diario.

Scritta da: Emanuele Campasano
"Condoglianze" è un'espressione che non mi è mai piaciuta. Condoglianze. Sentite quant'è fredda e distaccata? È solo una formalità, come può esserla una stretta di mano o un "distinti saluti" alla fine di una lettera.
Non riesco a dire "condoglianze" ad una persona a cui voglio bene. Preferisco abbracciarla, accennare un sorriso e farle sentire che ci sono, piuttosto che usare questa insipida espressione.
"Condoglianze" ha lo stesso valore di chiedere scusa senza pentimento. Sì, ecco, le condoglianze sono come le finte scuse: puoi anche farle, ma il dolore resta.
Un abbraccio, invece, per un attimo ti risolleva e non ti fa sentire solo. E credo ci sia una netta differenza.
Emanuele Campasano
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Emanuele Campasano
    Se c'è qualcosa che vorresti fare, falla. Falla adesso. Perché i rimpianti ti logoreranno. Agisci di "pancia". Sii vittima consapevole delle tue emozioni. Se dovesse andar male, potrai guardarti allo specchio e dire di averci provato e quindi di aver vissuto. Tanto quando arriverà l'età in cui tirerai le somme, sarai più deluso dalle cose non fatte che da quelle andate male. Perché dalle batoste si guarisce, dai "se l'avessi fatto", no.
    Emanuele Campasano
    Vota la frase: Commenta