Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori frasi di Antonio Pistarà

Optometrista, Ortottico, Diagnosta., nato sabato 24 dicembre 1977 a Catania (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Poesie, in Racconti, in Leggi di Murphy, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: ANTONIO PISTARA
"Il desiderio, come la passione è un crescendo di vibranti emozioni"; inizia con il desiderio; in un vortice di incomprensibili reazioni chimiche che ci fanno ribollire l'anima procedendo verso l'estasi finale in un turbinio d'emozioni e tentazioni incessanti che, bruciando le carni della materia - corpo -, fanno ardere il grande braciere della passione nella fusione all'unisono di un solo corpo producendo, dalla stessa, il prodotto di tale processo: l'amore, l'unicità dell'essere, l'essere; "ergo", la vita!
Antonio Pistarà
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: ANTONIO PISTARA
    L'opera d'arte più misteriosa e complessa che l'uomo conosca e che possa ammirare in ogni angolo della terra è la donna; ella è la sublimazione e l'appagamento delle debolezze e delle mancanze dell'uomo, coadiuvatrice di pensieri opere e parole dell'essere umano, regina incontrastata della onnipotente virtù di regalare amore, benessere e completamento nella coppia, determinante quando vi è mancanza e collaborativa nella partecipazione all'intento.
    La donna è "inferno e paradiso" poiché come un'opera d'arte, se incompresa, regala, a chi la osserva, angoscia, inettitudine, incapacità d'interpretazione così ella è con l'uomo; soltanto pochi hanno la capacità reale di scoprire la profondità e la meravigliosa complessità di una donna e quelli sono relegati alla sublimazione dell'appagamento dei sensi, del corpo e dell'anima.
    Un uomo può scegliere di vivere in paradiso o all'inferno... la scelta finale dipende dalle sue virtù.
    Antonio Pistarà
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: ANTONIO PISTARA
      La carne di cui sono fatto non conosca riposo, sollievo, estasi o tregua se la stessa che mi compone non combatta, con l'ultima delle cellule che la compone, a cambiare la più grande convenzione del genere umano: "il destino".
      Non esiste il destino; esiste la molteplicità di "opere, fatti, parole, comportamenti" e l'essere nella sua infinita espressione concettuale convenzionale, bigotta e retrograda che "il destino" prende senso a cui noi attribuiamo le colpe o le fortune della nostra vita.
      Il destino è la conseguenza dell'essere umano che con il suo limite fatto di una materia, spesso, non alimentata, la stessa, che con altra materia nell'implosione esistenziale chiamata miseramente "destino".
      Antonio Pistarà
      Vota la frase: Commenta