Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Alessandro Oteri
E voi pensate di essere quello che avete scelto, pensate di essere stati venuto al mondo per un motivo, pensate di essere diversi, pensate di essere nel giusto, pensate di essere voi quelli che avevano ragione, pensate di essere pronti a scagliare la prima pietra, pensate di essere stati capiti poco, pensate di essere capaci di cose straordinarie, pensate di essere troppo per gli altri. Pensate.
Alessandro Oteri
Composta lunedì 27 giugno 2016
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Alessandro Oteri
    Stranamente trovo che il luogo migliore per meditare sia uno affollato, dove regna la confusione. Un centro commerciale, una piazza o simili. In questi luoghi, fermandomi e osservando il tumulto che mi circonda riesco ancora meglio a percepire un distacco da esso e quindi dal mondo reale... è questione di un attimo e mi ritrovo a navigare nei miei pensieri.
    Alessandro Oteri
    Composta sabato 12 dicembre 2009
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Alessandro Oteri
      Il vento ci può accarezzare, la pioggia irrorare i campi, il mare cullarci tra le onde, la terra darci un riparo... Dovremmo solo ringraziare e prendere l'indispensabile perché... Il vento può abbattere alberi e quasi non farci respirare, la pioggia ci può sommergere con terribili alluvioni, il mare può risucchiarci tra onde enormi e la terra può con un solo tremito eliminare ogni nostra certezza... Dovremmo sempre ricordarci di chi comanda davvero.
      Alessandro Oteri
      Composta sabato 12 dicembre 2009
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Alessandro Oteri
        L'Amore moltissime volte come un tifone tropicale spacca, distrugge, demolisce e devasta l'Animo umano. Ma per fortuna alcune volte in mezzo alle macerie lascia nascosti, come una sorta di risarcimento, il coraggio e la forza per ricostruire.
        Alessandro Oteri
        Composta sabato 12 dicembre 2009
        Vota la frase: Commenta
          Scritta da: Alessandro Oteri
          In molti dicono di fermarsi ed ascoltare; dicono sia possibile, se si spalanca il proprio cuore, sentire persino il lento crescere e respirare e vivere di un filo d'erba. Io non ho mai voluto provare perché quello che temo di sentire è il lento seccarsi e soffocare e morire di migliaia di fili d'erba. Un'agonia straziante che grida a ogni uomo: assassino.
          Vota la frase: Commenta