Questo sito contribuisce alla audience di

Frasi umoristiche Ingegneri migliori


Scritta da: Paolo Broni
in Umorismo (Ingegneri)
5 ingegneri e 5 commerciali prendono il treno.
I commerciali comprano 5 biglietti mentre gli ingegneri ne comprano uno solo.
I commerciali chiedono "Come farete quando passerà il controllore?" E gli ingegneri rispondono: "Aspettate e vedrete".
Arriva il controllore e gli ingegneri si chiudono tutti nella toilette del vagone.
Il controllore bussa alla porta della toilette e chiede "Biglietto, prego!". Gli ingegneri passano il biglietto sotto la porta, il controllore è soddisfatto e se ne va.
I commerciali guardano stupiti e pensano che quel trucco lo possono adoperare anche loro, quindi per il viaggio di ritorno essi acquistano un solo biglietto, ma gli ingegneri non ne acquistano nessuno.
"Come farete?" Chiedono i commerciali "Aspettate e vedrete" rispondono gli ingegneri.
Arriva il controllore e i commerciali si infilano tutti e cinque nella toilette. Allora uno degli ingegneri bussa alla porta e dice "Biglietto, prego!" I commerciali lo passano sotto la porta, gli ingegneri lo prendono e si vanno a infilare nella toilette del vagone successivo.
Morale: i commerciali provano sempre ad usare le tecniche degli ingegneri, ma non le capiscono mai veramente.
Vota la frase umoristica: Commenta
    Scritta da: Andrea Manfrè
    in Umorismo (Ingegneri)
    Un matematico, un ingegnere ed un fisico hanno un colloquio per un'assunzione. In ciascun caso, il colloquio procede bene fino alla penultima domanda; poi viene chiesto: "Quanto fa uno più uno?" Ognuno dei tre sospetta una domanda trabocchetto, ed esita a rispondere. Il matematico pensa per un momento, poi dice: "Non ne sono certo, ma credo che converga". Il fisico dice: "Non sono sicuro, ma credo che sia dell'ordine di uno". L'ingegnere si alza, chiude la porta dell'ufficio e dice: "Quanto vuole che faccia?"
    Vota la frase umoristica: Commenta
      Scritta da: Andrea Manfrè
      in Umorismo (Ingegneri)
      Rivoluzione francese: tre uomini vengono condotti al patibolo: un Nobile, un Prete e un Ingegnere. Il Nobile viene portato alla ghigliottina. Boia: "Faccia in basso o faccia in alto?" Nobile: "Faccia in alto: voglio affrontare la morte a testa alta!" La lama scende, ma si ferma a metà. "Miracolo! Intervento divino!", dicono tutti, e il Nobile viene graziato. Il Prete viene portato alla ghigliottina. Boia: "Faccia in basso o faccia in alto?" Prete: "Faccia in alto: voglio affrontare la morte con fede e serenità". La lama scende, ma si ferma a metà. "Miracolo! Intervento divino!", dicono tutti, e il Prete viene graziato. L'Ingegnere viene portato alla ghigliottina. Boia: "Faccia in basso o faccia in alto?" Ingegnere: "Anch'io faccia in alto: voglio capire come funziona il meccanismo!" Il Boia sta per azionare la ghigliottina, ma l'Ingegnere urla: "Ferma! Ferma tutto! Ho capito cosa c'è che non va nel meccanismo!"
      Vota la frase umoristica: Commenta
        Scritta da: Andrea Manfrè
        in Umorismo (Ingegneri)
        Un miliardario ha il vizio di giocare ai cavalli e, stufo di non vincere mai, decide di investire del denaro nella ricerca di un modello matematico che gli assicuri la vittoria. Dà una grossa somma a un gruppo di matematici che si mettono a lavorare al progetto. Dopo due mesi il capo ricercatore dice al miliardario: "Abbiamo finito e possiamo dire che la soluzione al problema esiste! ". "E qual è? " domanda il giocatore. "Noi siamo matematici e siamo solo in gradi di dirle che esiste". Il miliardario riflette e capisce che in fondo i matematici sono astratti e che doveva rivolgersi a qualcuno di più pratico, quindi chiama i fisici. Stessa solfa e dopo due mesi il risultato è: "I matematici hanno ragione - dice il capo dei fisici - la soluzione al problema esiste e noi l'abbiamo trovata, nell'ipotesi semplificativa che il cavallo sia una sfera! ". Il miliardario capisce di aver sbagliato un'altra volta e pensa di rivolgersi a qualcuno ancora più pratico: gli ingegneri. Versa per la terza volta la somma e, stavolta, va a controllare giorno dopo giorno i progressi del lavoro. Gli ingegneri non si applicano affatto chi parla al telefono, che naviga in Internet, chi legge il giornale. Dopo due mesi comunque arriva il capo progettista e dice: "Domani lei vada alle Capannelle e punti alla prima corsa su Tizio vincente, nella seconda su Caio vincente,... " e così via. Il giorno seguente il miliardario va a giocare e vince a tutte le corse. Organizza un party per celebrare la vittoria e a notte inoltrata prende da parte il capo ingegnere e gli chiede come avessero fatto. "Semplice con tutti i soldi che ci ha dato abbiamo comprato tutti i fantini".
        Vota la frase umoristica: Commenta
          Scritta da: Andrea Manfrè
          in Umorismo (Ingegneri)
          Ottenere un appuntamento non è mai facile per un ingegnere. Una persona normale metterà in atto varie strategie per sembrare attraente; gli ingegneri, invece, non riescono a ritenere l'aspetto fisico più importante della funzionalità. Fortunatamente, gli ingegneri hanno un asso nella manica: sono ampiamente riconosciuti come materiale da matrimonio di qualità superiore. Sono intelligenti, affidabili, onesti, hanno un lavoro, e sono comodi per cambiare le lampadine. Sebbene sia vero che molte persone normali non vorrebbero mai avere un appuntamento con un ingegnere, tuttavia la maggior parte di loro ospita un intenso desiderio di diventarne amici, in modo da poterne poi sfruttare l'influenza per produrre figli-ingegneri, che avranno lavori ad alto stipendio molto prima di perdere la loro verginità. Per questo motivo, gli ingegneri maschi raggiungono il picco della loro attrattiva sessuale più tardi delle persone normali, diventando irresistibili macchine da sesso tra i 35 e i 50 anni. Se non ci credete, guardate a questi esempi di persone sessualmente irresistibili con una professione tecnica:
          a. Bill Gates.
          b. Carlo De Benedetti
          c. Luca di Montezemolo
          d. Ecc...
          Gli ingegneri di sesso femminile diventano irresistibili all'età della ragione e lo restano fino a trenta minuti dopo la loro morte clinica.
          Vota la frase umoristica: Commenta
            in Umorismo (Ingegneri)
            Niki Lauda deve selezionare degli ingegneri per assumerli nella sua compagnia aerea. Dopo una durissima prova scritta, solo tre candidati riescono a passare al colloquio con Lauda. Chiama il primo candidato nel suo ufficio e gli fa:
            - Ingegnere... i miei complimenti! Lei può essere considerato un genio! Ha risolto correttamente tutti i quesiti. Vediamo ora come si comporta nei rapporti interpersonali. Per esempio... eccole una domanda: Lei cosa nota di particolare in me?
            - Beh... le manca un orecchio!
            - Ma cavolo! Una risposta così a bruciapelo... lei manca completamente di sensibilità... esca fuori immediatamente e non si faccia più vedere!
            Dopo un po' fa entrare il secondo candidato e gli fa:
            - Ingegnere anche lei è un genio... la sua prova scritta è perfetta... vediamo però ora come se la cava con delle domande: Cosa nota di particolare in me?
            - Beh... lei non ha un orecchio!
            - Anche lei manca completamente di sensibilità e di tatto! Non potrei mai assumere una persona spregevole come lei... vada via!
            Lauda desolato, deluso, nonché adiratissimo fa entrare il terzo:
            - Guardi Ingegnere... lei ha superato in modo eccezionale la prova scritta... speriamo solo che ora non mi deluda come hanno fatto i suoi colleghi precedenti. Vediamo come risponde a questa domanda: Cosa nota di particolare in me?
            Al ché l'ingegnere scruta Lauda per cinque minuti e poi fa:
            - Lei porta le lenti a contatto!
            - Ma lei è eccezionale... le preparo subito il contratto da firmare. Ma... a proposito... come ha fatto a indovinare?
            - Facile!... perché se c'avevi l'orecchio te mettevi gli occhiali!
            Vota la frase umoristica: Commenta
              Scritta da: Andrea Manfrè
              in Umorismo (Ingegneri)
              In un paese straniero un prete, un avvocato ed un ingegnere stanno per essere ghigliottinati. Il prete mette il capo nella ghigliottina, tirano la fune ma non accade nulla. Lui dichiara che è stato salvato da un intervento divino così viene lasciato andare. L'avvocato si mette nella ghigliottina, ed ancora la fune non rilascia la lama. Lui esclama che non si può essere giustiziati due volte per lo stesso crimine e viene lasciato libero. Allora prendono l'ingegnere e lo bloccano sulla ghigliottina; lui guarda il meccanismo di rilascio e dice: "Aspettate un minuto, ho capito qual è il problema"...
              Vota la frase umoristica: Commenta
                Scritta da: Paolo Broni
                in Umorismo (Ingegneri)
                Una signora dice a suo marito, ingegnere informatico: "Vammi a comprare un litro di latte. Se hanno le uova, comprane sei".
                Il marito scende e ritorna con sei litri di latte.
                La moglie sbotta: "Ma perché hai comprato sei litri di latte?"
                Risposta: "Avevano le uova..."
                Composta mercoledì 7 marzo 2012
                Vota la frase umoristica: Commenta