Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori frasi umoristiche di Giuseppe Catalfamo

Attendo sempre una nuova passione., nato sabato 6 ottobre 1962 a Genova (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Indovinelli, in Poesie, in Racconti, in Frasi per ogni occasione, in Proverbi e in Diario.

Scritta da: Giuseppe Catalfamo
Era l'Albania di una Dominica mattina
partimmo per una vacanza col mio amico Mauritius.
Avevamo le Nepal piene della città, l'Ossezia del lavoro
cercavamo l'El Salvador senza Timor Est.
Giunti a destinazione mi colpì una Fiji Brunei niente Mali
ricordo che aveva delle Gambia statuarie.
In un attimo fui tutto Sudan,
Franciamente anche Honduras nei Paesi Bassi.
Pensai: "mi Gibuti a pesce".
Mi Armenia di coraggio e cantando in me una dolce Lituania le dissi
- "Scusa se oso meraviglia, puoi Vietnam qui un secondo, sei Libia?"
Lei voltandosi Siria rispose
- "No Vanuatu, sono e sarò sempre Liberia"
e Angola aggiunse: "sempre sti Portogallo, che Barbados"
La vacanza trascorse senza Paraguay...
Perù, tornati a casa Mauritius mi disse
- "Ricordi quella gran Fiji coi capelli Brunei? Bhè, ci son stato a Lettonia"
- "Kazakistan, Malawi a te" esclamai "ma Kuwait?"
- "Quella sera che cenasti in cabina andai da lei nella camera Antigua.
Fui Nuova e Zelanda con lei, le offrii una Macedonia
le chiesi se potevo per Togo porle un quesito.
Lei permise e le domandai se accettava 500 euro come omaggio...
Lei non esitò e sorridendo rispose:
Malta, Malta, ora sono Botswana ma quando ero Buthan bastava molto meno".
Giuseppe Catalfamo
Composta domenica 14 giugno 2009
Vota la frase umoristica: Commenta
    Scritta da: Giuseppe Catalfamo
    La disambiguazione a volte è sconveniente.

    Pensando a Monaco visualizzo na bella birra,
    mentre a mia nonna veniva voglia d'andare a messa.

    Nominando Mercurio volentieri scruto col telescopio,
    mia madre di solito mi porta il termometro.

    È la mia fidanzata che mi dà noia,
    quando mi sente chiamare "Pino"
    mi riempe di luci intermittenti e di palle.
    Giuseppe Catalfamo
    Composta martedì 23 giugno 2009
    Vota la frase umoristica: Commenta
      Scritta da: Giuseppe Catalfamo
      Flick: Mi manchi.
      Flock: Davvero? Effettivamente è piacevole conversare con te.
      Flik: Ti ho taggato una foto di stelle, il tuo nome è nel firmamento.
      Flock: Spero d'andarci il più in là possibile. Grazie è un bel pensiero.
      Flick: Ti ho taggato una foto, sei nell'iride dell'occhio.
      Flock: Carino, essere nell'occhio è come essere nell'anima.
      Flick: C'è qualcosa in te che mi appanna tutti i sensi.
      Flock: Tutti sarà dura. Dai pixel difficilmente c'è sentore del tatto, del gusto, dell'udito, dell'olfatto, la vista scruta qualche foto ma se qualcosa s'appannasse sarebbe il sesto senso.
      Flick: Ma esci stasera?
      Flock: Neanche sotto tortura, uscirei solo per vederti, hi hi hi.
      Flick: Da me siamo in dieci, magari se fai il bravo una sedia te la trovo, comunque parli troppo da Prof.
      Flock: Da Prooof.? Va beh, vado a nutrire il mio corpicino, ho fame.
      Flick: Sei proprio un maleducato, un uomo di... se una non te la dà subito basta non esiste più. Potevi almeno dirmi grazie per il Link della buona notte!
      Flock: Oh oh, ops. Scusa, ma mentre tu tagghi e linki, finché avrò tempo userò i sensi, tutti e cinque, quando avrò il sesto giocherò al superenalotto.
      Giuseppe Catalfamo
      Composta mercoledì 26 agosto 2009
      Vota la frase umoristica: Commenta
        Scritta da: Giuseppe Catalfamo
        In banca.
        Cliente - Senti stronzo si può aprire velocemente un conto corrente...
        Impiegato - Come scusi, può ripetere?
        Cliente - Dicevo, stronzo, che voglio accendere un conto corrente.
        Impiegato - Ma come si permette, moderi il tono, ora chiamo il direttore.
        Direttore - Vuol ripetere a me quello che ha detto al mio collaboratore?
        Cliente - Certo idiota, ho la schedina vincente del Super Enalotto e non voglio perder tempo, voglio aprire un conto corrente.
        Direttore - Ma certo gentile signore, ma la prego, mi chiami pure stronzo.
        Giuseppe Catalfamo
        Composta domenica 15 agosto 2010
        Vota la frase umoristica: Commenta