Questo sito contribuisce alla audience di

Racconti inseriti da F4B10Z

Questo utente ha inserito contributi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie e in Frasi per ogni occasione.

Scritto da: F4B10Z

Attimi d'infinito

Il vento fischiava tra i rami di quei pochi alberi.
In quella notte ventosa un uomo passeggiava solitario.
Sigaretta fra le labbra, un vago odore di alcool ed un parco vuoto a far da cornice alla sua miserabile esistenza.
Vide una panchina e, sedendosi, ricordò di sé.
Di quando a 10 anni... [continua a leggere »]
Composto giovedì 27 maggio 2010
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: F4B10Z

    Bugia

    Cos'è in realtà una bugia?
    Un lento treno che corre lungo binari fatti di parole.
    E su quel treno si dimora a lungo, vestiti di maschere che celano pensieri, emozioni, paure.
    E corre, corre...
    Senza mai raggiungere destinazione, senza mai terminare quella sua corsa. E ad ogni stazione, come... [continua a leggere »]
    Composto lunedì 13 settembre 2010
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: F4B10Z

      In Viaggio

      In viaggio.
      Scorgo alti monti e vaste distese di terra della mia bella Sicilia.
      Vedo la calma del mare, che dolce culla ed ha cullato generazioni di sognatori.
      La dolcezza delle sue onde, increspate al leggiadro passaggio del vento, rende quello spettacolo una meraviglia per gli occhi. Timido... [continua a leggere »]
      Composto lunedì 15 novembre 2010
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: F4B10Z

        La vita in musica

        Un lettore e la voglia di cambiare.
        L'unico bagaglio di un sognatore, reo solo di essere al mondo per amare.
        La canzone cambia. Muta col mutare degli stati d'animo. Come a voler rispettare il profondo silenzio radicato nel dolore, nelle pene sofferte.
        Ed è sempre più vero...
        Certe canzoni ti... [continua a leggere »]
        Composto domenica 6 giugno 2010
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: F4B10Z

          Quegli occhi...

          Mi svegliai.
          In preda al panico ed all'angoscia.
          Sentivo il cuore pulsarmi in gola, i battiti accelerati.
          Capii subito di aver sognato ancora una volta ciò che al contempo mi fa più paura e mi regala quello stordimento che solo l'amore può causare.
          Avevo visto, nel mio sonno, quegli occhi.
          I... [continua a leggere »]
          Composto domenica 31 ottobre 2010
          Vota il racconto: Commenta