Questo sito contribuisce alla audience di

Frasi inserite da F4B10Z

Questo utente ha inserito contributi anche in Poesie, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: F4B10Z
Fantasmi.
Spettri nella mia mente,
ricordi di un tempo passato.

Terrore che mi attanaglia,
che blocca ogni articolazione.
Persino il pensiero
ne è ottenebrato.

E tu, dolce come sempre,
viaggi sicura fra le mie dita.
Voli senza mai fermarti.

Ed io,
ancorato a questo mondo,
osservo quanto di bello ha il mondo da offrirmi.
Te.
Composta martedì 23 novembre 2010
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: F4B10Z
    Sei come il concerto n. 3, melodia di Rachmaninov.
    Lenta, all'inizio. Nel tuo elegante incedere.
    Nel tuo mostrarti al mondo, camminando sicura, fra le persone. Certa, nel tuo bel carattere.
    Rapidamente incalzi.
    Come un treno che sfreccia su delle inesistenti rotaie, vinci contro ogni imprevisto che ti si presenta.
    Diventi molto veloce, quasi suonata con undici dita.
    E poi torni calma. Come il mare in una calda sera estiva, priva di ogni alito di vento.
    Sembra quasi ti fermi a ragionare sul da farsi. Come ad osservare intorno a te tutte le strade e tutte le possibilità.
    E piano piano, inizi nuovamente ad accelerare. E torni ad intimorire tutti intorno a te.
    E giunta nella parte centrale del brano, come a renderti conto di ciò, cambi completamente stile.
    Sfuggente,
    Inizi a correre. Di vita in vita.
    Fusa su migliaia di altre esistenze.
    L'esecuzione giunge quasi al termine e l'artista, previdente, rilassa gli ascoltatori. La musica si ammorbidisce e diventa una melodia carica di passioni.
    Carica quasi d'amore.
    Composta sabato 20 novembre 2010
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: F4B10Z
      Tempo, quell'infinitesimale particella dell'io più profondo.
      Cruccio dei giorni miei, tesoro del futuro.

      Tocca ogni istante, come utopia nel cuore e trai da esso ogni gioia, perché fugace, tornerà subito a passare lasciandoti solo in quell'abisso chiamato vita.

      E delle lancette, fisicità del tempo, lascerà solo uno sbiadito ricordo nei meandri della tua anima.
      Composta lunedì 15 novembre 2010
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: F4B10Z
        È in quel lento agonizzare, chiamato vita, che i sogni svaniscono ed inizia quello stupido sperare. Ma sperare è aver già perso. Pertanto mi limiterò a fissare il passato, così come il passato fissa me da sempre. E da quegli errori, forse imparerò. Ed in quel piccolo sprazzo di nuvole e azzurro, il riflesso del sole sull'acqua sembrerà un miracolo.
        Composta giovedì 3 giugno 2010
        Vota la frase: Commenta